Libri,  Recensioni,  Romanzo storico

Recensione: La ragazza con l’orecchino di perla di Tracy Chevalier. Neri Pozza

La ragazza con l'orecchino di perla Book Cover La ragazza con l'orecchino di perla
Tracy Chevalier
romanzo storico
Neri Pozza
28 novembre 2013
ebook, carteceo

Delft, Olanda, XVII secolo. La vita scorre tranquilla nella prospera città olandese: ricchi e poveri, cattolici e protestanti, signori e servi, ognuno è al suo posto in un perfetto ordine sociale. Così, quando viene assunta come domestica in casa del celebre pittore Johannes Vermeer, Griet, una bella ragazza di sedici anni, riceve con precisione il suo compito: dovrà accudire con premura i sei figli dell'artista, non urtare la suscettibilità della scaltra suocera e, soprattutto, non irritare la sensuale, irrequieta, moglie del pittore e la sua gelosa domestica privata. Inesorabilmente, però, le cose andranno in modo diverso... Griet e Johannes Vermeer, divideranno complicità e sentimenti, tensione e inganni.

 

Lettura piacevole, non impegnativa, per ripercorrere la storia

Recensione 

Delft, Olanda, XVII secolo; una famiglia di protestanti si ritrova in difficoltà finanziarie da quando il capofamiglia, un artigiano decoratore di piastrelle, perde la vista in un incidente sul lavoro. Griet, la nostra protagonista, a soli 16 anni si ritrova cosí, in un giorno come un altro, mentre prepara una zuppa di verdure, ad essere informata che dovrà andare “a servizio” presso una nobile famiglia nel quartiere dei papisti, il signor Vermeer e sua moglie Catharina. Il primo incontro fra lei e i suoi due nuovi datori di lavoro preannuncia fin da subito quale sarà l’atmosfera e il nuovo mondo verso il quale è stata catapultata. Griet sa benissimo che è l’unica soluzione possibile: sua sorella Agnes è ancora troppo piccola, e suo fratello maggiore, Frans, è stato mandato ad imparare il mestiere del padre, costando alla famiglia tutti i risparmi.

Griet accetta comunque con entusiasmo e umiltà il nuovo incarico, e con l’atteggiamento tipico dei ragazzi giovani, intravede persino il suo futuro lavoro come un’opportunità per vivere nuove avventure.

L’ambientazione e i personaggi vengono descritti fin con dovizia di particolari, e ci si immerge immediatamente nell’atmosfera dei luoghi e della gente di quel periodo storico. Tutta la storia scorre piacevolmente, ci si immedesima subito nella nuova quotidianità vissuta dalla giovane, nei problemi che le danno le bambine di Catherina, nella gerarchia applicata dalla governante e dalla “vera” padrona di casa, che risulterà sempre essere la madre del pittore Vermeer. Sì perché lui è un pittore già affermato, un uomo nobile, che mostra la sua personalità eclettica e intrigante ad ogni apparizione e suscita ovviamente in Griet una curiosità e un interesse che lei sente da subito di dover tenere gelosamente per sé. I sentimenti si riveleranno reciproci, ma il tutto sarà così soft e delicato che non avrà conseguenze “disastrose” per i personaggi, come si potrebbe dedurre invece in un primo momento.

Non vi sono infatti (purtroppo?) grandi colpi di scena, la protagonista affronta la sua vita e quella della sua famiglia, compresi alcuni problemi tipici di un’epoca come quella descritta, con coraggio, amore, dedizione e serenità, e fra lei e il pittore nascerà una delicata intesa che porterà alla realizzazione di quello che poi diverrà il famosissimo quadro “la ragazza con l’orecchino di perla”, appunto.

Soltanto nella parte finale vi è un momento di suspance, quando la ragazza, ormai comunque maggiorenne, dovrà prendere una decisione importante su cosa fare della sua vita.

Lettura quindi assolutamente piacevole, non impegnativa, da “bersi” tutta d’un fiato in un paio di serate, magari davanti al caminetto acceso in un’atmosfera di assoluto relax…

AUTORE

Tracy Chevalier

Tracy Chevalier è una scrittrice statunitense di romanzi storici. Nel 1984 la Chevalier si è trasferita a Londra, dove vive tuttora con suo marito e suo figlio. La sua carriera è iniziata con La vergine azzurra, ma il suo più famoso libro è La ragazza con l’orecchino di perla un libro che immagina la creazione del quadro Ragazza col turbante di Jan Vermeer con cui nel 2001 vince il Premio Alex. Dal romanzo è stato tratto l’omonimo film.

 

 

Lettrice oserei dire compulsiva, attraverso i libri riesco a vivere miriadi di vite diverse! Passo volentieri da un thriller ad un romanzo, da un fantascientifico ad uno storico, da un distopico ad uno psicologico, scartando solamente il genere horror, che proprio non è indicato per il mio animo sensibile. Grazie ad un casuale incontro su Instagram, ho potuto avere l’onore di entrare nel gruppo de La bottega dei libri, attraverso cui sto realizzando un mio sogno di sempre: lavorare nel mondo dei book blogger.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: