Libri,  Mistero,  Narrativa,  Recensioni,  Romance

Recensione: “La mia Venezia – il mio amore vive in viaggio oltre la vita stessa” di Monica Pasero, Self-publishing

La mia Venezia - Il mio amore vive in viaggio oltre la vita stessa Book Cover La mia Venezia - Il mio amore vive in viaggio oltre la vita stessa
Monica Pasero
Narrativa
Self.publishing
2018
cartaceo, ebook
223

In cerca dell’idea giusta, per il suo articolo, Veronica  giornalista strampalata, e  sempre con la testa fra le nuvole, incapperà in un ritrovamento misterioso: un piccolo quaderno di Poesie risalenti al 1500.  Leggendole  si aprirà in lei  la porta del ricordo che la condurrà nel passato,  inconsapevolmente rivivrà  la sua vita passata in cui  emergerà in tutto il suo fascino la bella Venice ambita e audace cortigiana  vissuta nel 1500 a Venezia,  portando  così a compimento un  destino scritto secoli prima. Veronica comprenderà i suoi  suo strani sogni e l’innata   curiosità per la bella città sull’ acqua.

Mistero, passione, ironia e infinita tenerezza in questa  narrazione  in cui tutto è possibile in cui  passato e presente si fondono in forti e audaci  emozioni  e dove due  viaggiatori  fanno  ancora una volta ritorno  nella sua vita e anima. Perché  nulla ha davvero una fine ma sempre solo un nuovo inizio. E l’amore di Veronica e di Venice vive in viaggio. Perché  in fondo la vita è un incontro.

 

“Sapeva leggere! Ma la cosa più incredibile che non era mai sola, spesso, accanto a lei, animali di varie specie le facevano compagnia: dagli uccelli, ai cani, gatti cavalli, capre. Qualcuno sostenne di averla vista con un grande falco sulla spalla. L’ignoranza in quel periodo dilagava ed erano solo pochi facoltosi, in quelle misere zone, a saper leggere e nessuno era mai riuscito ad addomesticare animali in quel modo. Tutto questo spaventò la povera gente che iniziò a pensare che nella bella giovane, dagli occhi neri come la pece, vivesse il demonio”.

 

Amo Venezia e tutto ciò che riguarda questa “decadente” località  ricca di fascino e di storia. Non appena ho visto la segnalazione di questo libro sul nostro blog, l’ho richiesto e pochi giorni dopo, a sorpresa, l’autrice me ne ha inviato una copia cartacea autografata!

La lettura inizialmente è stata lenta: un contenuto un po’ troppo caotico, anche se alla fine tutti i pezzi del puzzle troveranno una loro collocazione; l’editing sommario, un uso indiscriminato e inappropriato di virgole, alcuni errori grammaticali da far accapponare la pelle, insieme a numerosi errori sintattici, hanno causato non poche difficoltà nella lettura e nella comprensione del testo.

La trama è interessante: la storia che è ambientata tra presente e passato, a Venezia, protagonista indiscussa, viene raccontata attraverso un excursus temporale molto ampio, circa cinquecento anni, sino ai giorni nostri.

Le minuziose descrizioni coinvolgono il lettore che ha quasi l’impressione di trovarsi a passeggiare tra le calli, attraverso sestieri, che costeggiano il Canal Grande.

Vi sarà un tempo
in cui la sua vita emergerà dalle ceneri,
un tempo in cui il suo corpo
sarà nuovamente amato
passeranno lune e stagioni
e molta acqua lambirà le sue amate calli.
Tutto muterà,
ma nei suoi versi il ricordo
la condurrà a lui.
Nulla cambia un destino già scritto per l’eterno

Tanti sono i temi trattati: un amore eterno, che va oltre  le barriere del tempo, l’amicizia tra uomo e donna, gli intrighi e i complotti che circondano i nostri protagonisti nei vari secoli in cui la storia si snoda.

Protagonista principale, oltre alla città di Venezia, è la bellissima cortigiana Venice. Costei è una donna intelligente, testarda che si troverà imbrigliata in situazioni particolari che non le faranno vivere appieno il suo amore per Giovanni.
Con la loro storia si intrecciano le vite di altri personaggi, alcuni più recenti altri contemporanei di Venice: David e Ines, Ligio e Ina, Veronica e il giudice De Nico che saranno indissolubilmente legati alla storia di Venice.

Il romanzo scritto con un linguaggio semplice, fluido e scorrevole ma i vari errori  rallentano la lettura.
Un romanzo “particolare”, con un finale strano (ma non vi dirò altro).
Un libro ambientato in una delle città più bella e romantica del mondo.

Vi lascio con una frase contenuta nel testo, alla quale mi piacerebbe ricevere un vostro commento:

“Gentilissimo, so che questa mia richiesta le sembrerà alquanto bizzarra, ma vorrei sapere se lei conosce Venezia?”

 

 

 

L’autrice

Monica Pasero è nata nei primi anni settanta, cresciuta tra lacrime e sogni. Si è rifugiata spesso nella fantasia che le ha fatto da mamma e da maestra aiutandola nei momenti bui del suo percorso. Nella scrittura ha trovato la sua dimensione, il suo portale, un luogo dove ripararsi da una vita non sempre facile… Nei suoi libri racconta un mondo nuovo, dove l’amore è il protagonista, dove lo spirito e il sogno sono le grandi forze che lo governano. Scrivere le ha salvato la vita tante volte e continua a farlo, è  convinta che tutti abbiano una missione, nella scrittura lei sta compiendo la sua. In questi dieci anni sono nate 12 pubblicazioni a oggi non tutte disponibili.  Ogni libro le ha insegnato qualcosa, l’ha portata a migliorarsi  e a comprendere che “ogni volta che una storia termina, la vita ti mette innanzi altre storie da raccontare, in fondo tutti noi facciamo parte di una grandiosa e unica prima edizione.“

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: