Narrativa,  Recensioni,  Romanzo contemporaneo

Recensione: “La mia fantastica vacanza in Spagna” di Karen Swan, Newton Compton

La mia fantastica vacanza in Spagna Book Cover La mia fantastica vacanza in Spagna
Karen Swan
narrativa
Newton Compton
25 giugno 2020
cartaceo, ebook
384

Uno degli uomini più ricchi di tutta la Spagna, Carlos Mendoza, sta mo­rendo. Ma i familiari scoprono con orrore che ha intenzione di donare tutto il patrimonio a una giovane donna di cui non hanno mai sen­tito parlare. Chi è, e in che modo l’anziano è legato a lei?Charlotte Fairfax è una consu­lente legale e, quando le viene chiesto di sistemare la faccenda, accetta di lasciare l’Inghilterra alla volta di Madrid, nonostante manchi solo una settimana alle sue nozze. È sicura, infatti, che non ci vorrà molto per chiudere la questione: ha visto decine di uo­mini intestare tutto a una donna giovane e bella per poi ravve­dersi…
Una volta giunta a destinazione, però, Charlotte si accorge che le cose sono più complicate di quello che aveva immaginato. Perché la ragazza dice di non sapere nulla dei piani dell’anziano. Sta forse mentendo? Decisa a scoprire la verità, Charlotte scava nella sto­ria della famiglia Mendoza, alla ricerca di indizi che possano aiu­tarla a capire.
Ben presto emerge una realtà sconvolgente, taciuta per anni, che le impartirà una lezione im­portante sul vero significato dell’amore...

«La cosa più difficile è non sapere,niente. Perché dovrebbe dare tutto a una donna che nessuno ha mai conosciuto, o sentito nominare.

Trama

La famiglia Mendoza è una delle più ricche e potenti famiglie della Spagna. Quando Carlos Mendoza si ammala gravemente, i parenti più stretti scoprono con sommo stupore che la fortuna della famiglia verrà lasciata ad una donna sconosciuta a tutti: Marina Quincy.

Vacanze a Madrid 2020 - Skyscanner

Così la banca decide di scoprire chi è la sconosciuta beneficiaria, mettendo in campo la sua più valida consulente, Charlotte Fairfax. La donna dovrà capire chi è la beneficiaria della fortuna dei Mendoza e che ruolo ha nella vita di Carlos Mendoza.

Ad una settimana dalle nozze, Charlotte dovrà volare dall’Inghilterra fino a Madrid per scavare nella storia  della famiglia. E questa non sarà soltanto una ricerca nel passato dei Mendoza, ma anche una ricerca dentro se stessa. Nathan, professore di storia, affiancherà  Charlotte nella sua ricerca; la passione tra i due sarà palpabile e le sicurezze di Charlotte cominceranno a vacillare…

«La guerra rende straordinarie delle vite ordinarie, in modi che in tempi di pace è difficile comprendere.»

Commento personale

Ma ciao a tutti! Eccomi ancora qua, stavolta per raccontarvi “La mia fantastica vacanza in Spagna“, che ho appena finito di leggere.

Lo definirei innanzitutto intrigante! La protagonista del romanzo non è una donna sola; ne sono ben due.

Diverse tra loro  per epoca vissuta , ma con un carattere forte e indipendente che le accomuna. Marina Quincy, di cui ovviamente non posso rivelarvi il ruolo e la sua connessione con la famiglia Mendoza, ha un carattere molto forte, indipendente; non scende a compromessi nonostante la famiglia Mendoza sia molto potente e temuta da tutti. Anzi, rinuncia alla ricchezza e agli agi pur di trovare il suo amore di gioventù. Vuole ritrovare se stessa, percorrere la  strada scelta e non quella imposta dalla famiglia.

Qualcosa di vecchio, di nuovo, di prestato,di blu. La tradizione di spose e principesse - VintachicVintachic

La vita di questa donna si incrocia dopo molti anni con quella di Charlotte Fairfax, consulente di fiducia della banca, che deve indagare sulla vera identità di Marina. La Fairfax non è un tipetto da meno: carattere forte e determinato , disposta a tutto per far carriera, per niente entusiasta di sposarsi. Ma,  nonostante tutto ciò, anche lei nasconde un  segreto che la porterà a scontarsi faccia a faccia con il professore Nathan.

La lettura è scorrevole: ho molto apprezzato questo alternare la vita moderna di Charlotte con spezzoni di storia su Marina. Non mi sembra di aver letto altro di questa autrice, ma sono curiosa di conoscerla meglio, magari con qualche altro suo successo. L’unica cosa che non ho apprezzato molto è stato il titolo, a mio parere poco descrittivo, o meglio comprensivo, della storia che si andrà a leggere.

Il romanzo tuttavia non è per nulla monotono, anzi: i colpi di scena non mancano affatto. Ti tengono inchiodato fino alla fine del libro per scoprire la storia come si snoderà e come si concluderà.

E, se posso fare una riflessione personale, una volta giunti alla conclusione del romanzo, si pensa davvero che ognuno di noi, per una storia bella o brutta che sia, possa avere degli scheletri nell’armadio… e che, prima o poi, lo vogliamo o no, il passato torna sempre a galla. Le nostre radici non possiamo negarle ….

La vita non scorre linearmente. Procede invece ondeggiando, creando anelli che a volte si chiudono a formare un cerchio completo, e che ci mettono in contatto con punti importanti del nostro passato. A volte ovviamente non succede, e la vita serpeggia via… Una serie di colpi mancati, se preferite. Ma il professore mi ha detto che, a volte, se siamo fortunati, quei punti vanno a toccarsi e abbiamo l’opportunità di chiudere un ciclo. Io credo che sia questo ciò che ha fatto mio padre quest’estate. Era il suo ultimo atto di volontà

L’autrice

Karen Swan ha iniziato la carriera di giornalista di moda, prima di rinunciare a tutto per prendersi cura dei suoi tre figli e realizzare il sogno di diventare una scrittrice. La casa in cui vive si affaccia sulle splendide scogliere del Sussex. Con la Newton Compton ha pubblicato numerosi bestseller tra cui Un diamante da Tiffany (numero 1 nelle classifiche italiane), Un regalo perfetto, Natale a Notting Hill, Il segreto di Parigi, Natale sotto le stelleUna questione di cuore,Un regalo sotto la neveUna fantastica vacanza in GreciaLe incredibili luci delle stelle e La mia fantastica vacanza in Spagna

Ciao a tutti sono Caterina da Mirandola,ho 41 ,un figlio di 20 anni. Amo gli animali,infatti ho 4gatti  adoro leggere ......Secondo me in un tempo lontano ero un piccolo topino di biblioteca.  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: