Giallo,  Giallo Storico,  Storia

Recensione: “La lingua segreta degli dei” di Barbara Frale, Mondadori

La lingua segreta degli dei Book Cover La lingua segreta degli dei
Barbara Frale
giallo
Mondadori
27 marzo 2012
cartaceo
372

Roma, 1938. Alessandro Borghesi, ingegnere minerario neolaureato e pieno di entusiasmo, viene assunto in una missione archeologica destinata a scavare nell'oasi di Siwah, nel deserto del Sahara, alla ricerca della tomba perduta di Alessandro Magno. Ma ben presto il giovane Borghesi viene a sapere che secondo un antico papiro a Siwah è nascosto un tesoro ben più prezioso, di valore inestimabile: la fonte di un potere misterioso, un segreto celato da quattro ideogrammi - una lingua arcana e sconosciuta - che nessuno studioso al mondo è ancora riuscito a decifrare. Arrivato al Cairo, Alessandro si rende conto che intorno alla missione archeologica ruotano enormi interessi economici e politici: il tedesco Hans Brunner, morto in circostanze sospette, aveva infatti individuato proprio dove sorge l'oasi di Siwah un giacimento di greggio, ora conteso tra gli italiani - che occupano la Libia - e gli inglesi che controllano l'Egitto. Nel seguire le tracce di questa scoperta, Alessandro incontra l'affascinante Elisabeth Rosenheim, egittologa allieva del defunto professor Brunner, e decide di inoltrarsi con lei tra i tanti, troppi misteri della missione. Giunto nel cuore del Sahara, scoprirà che nemmeno il recupero del giacimento di greggio è il suo unico scopo. Nel viaggio si nascondono un'altra verità e nuovi, inquietanti interrogativi: perché l'Ovra ha intercettato una telefonata tra il cardinale di Chicago e la Segreteria di Stato di Pio XI? E quale filo sottile lega i servizi segreti di Hitler all'Ambasciata italiana presso Il Cairo? Silenziosi e indecifrabili, intanto, i quattro enigmatici ideogrammi di Siwah continuano a custodire misteri millenari, capaci forse di mutare il corso della Storia... Attingendo a documenti originali custoditi nella Segreteria di Stato del Vaticano e dando vita a personaggi di profonda umanità, Barbara Frale costruisce un romanzo originalissimo, che con il passo incalzante del thriller ci conduce dai misteri mai svelati della storia antica fino alle zone d'ombra di quella più recente, quelle con le quali tutti i conti sono ancora aperti.

Un giallo storico dalla grande suspense…

Dalla penna straordinaria di Barbara Frale, che grazie alla sua ricerca ha portato alla luce la verità ‘scomoda’ di quel che accadde all’ordine cavalleresco dei Templari, è nato un bel giallo storico di grande suspense, come La lingua segreta degli dei. Grazie ai suoi libri abbiamo riscoperto il nostro amore per la Storia ma soprattutto, grazie alla sua passione e dedizione, l’autrice ha saputo ben guidarci verso un sentiero, alla ricerca della Verità.

Una ricerca non facile, per la quale sono necessari lo studio e l’intuizione: passare ore e ore china in mezzo a centinaia di documenti inediti è proprio di un vero ‘cercatore di verità‘. E questo romanzo, scritto in maniera impeccabile, come ogni libro che scrive, ci guida attraverso uno stupefacente viaggio in Egitto.

Il fascino della suspense e dell’avventura catturano anche un semplice e ingenuo geologo, Alessandro Borghese, che ignora tutto il mondo legato all’archeologia.

Purtroppo, il protagonista si ritroverà coinvolto in mezzo ad una cospirazione che non ha niente a che fare con uno scavo archeologico. Soprattutto nel periodo storico in cui vive, che è il 1938, dovrà attingere a tutto il suo coraggio per riuscire a tornare a casa. Eppure proprio in Egitto troverà l’amore.

Eppure il libro non si limite a narrare una semplice storia, ma è molto di più: un vero giallo storico che cerca di avvicinarci un pochino ai grandi misteri della vita.

Da storica, anch’io, nel mio piccolo, sono una ricercatrice di verità: quando ho dovuto redigere la tesi di laurea, proprio grazie ai libri della Frale, ho potuto portare a termine il mio lavoro nel migliore dei modi.

Grazie a questo romanzo, riusciamo a vivere con il protagonista le avventure che vivrà, appassionandoci a tal punto da porre domande di cui non potremo fare a meno di cercare le risposte.

 

 

Nata a Viterbo nel 1970, Barbara Frale è una storica medievista dell’Archivio Segreto Vaticano.
Esperta di scritture e documenti antichi, ha pubblicato diversi saggi scientifici sui Templari, la Sindone di Torino e le discusse dimissioni di papa Celestino V. È anche autrice di romanzi storici ispirati alle fonti originali che rappresentano il suo normale ambito di lavoro. Fra i suoi libri si citano: I Templari e la sindone di Cristo (2009), Il principe e il pescatore. Pio XII, il nazismo e la tomba di San Pietro (2011), La lingua segreta degli dei (2012), La guerra di Francesco. Gioventù di un santo ribelle (2016), Il gioco degli arcani (2016).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: