Jack Gnocco Superstar Book Cover Jack Gnocco Superstar
Pietro Favorito
Animali
La Nave dei Sogni
07/2019
cartaceo
108

Dopo aver scoperto la tragica vicenda capitata al cane Gnocco, una famiglia prende la decisione di adottarlo.

Jack Gnocco, e la sua storia all'interno di questo testo, lancia un forte messaggio, che purtroppo oggigiorno è ancora necessario: il maltrattamento e l'abbandono degli animali.

 

Jack Gnocco, Superstar è un libro per bambini, ragazzi e, perché no, per adulti. Scritto da Pietro Favorito, e con la partecipazione di due youtuber: Martina del canale KeNoia e Adriana Splink . Il racconto è ispirato a una storia vera.

La storia è accompagnata da alcune illustrazioni ben fatte.

I protagonisti sono: Oronzo, un cane, Gino, una tigre, Martina, una giovane ragazza, i suoi genitori, ed infine Gnocco, che cambierà nome in Jack Gnocco.

L’ambientazione è attuale, di fatto si parla di Facebook, quest’ultimo social network è il luogo in cui la famiglia legge l’articolo su un povero cagnolino trovato in pessime condizioni, che necessita di una famiglia che gli possa donare affetto e amore.

“Gnocco è un cagnolino meticcio, nato a Napoli, dall’amorevole incontro tra un Spinone e un altro meticcio. Non è quindi uno di quei cani che vengono definiti di razza. Ma lo stesso è bellissimo. E molto dolce.”

La voce narrante, principalmente, è quella di Gino, la tigre, ed ogni tanto interviene Oronzo, un cagnolino un po’ “viziato”.

La storia di Gnocco è toccante: abbandonato dalla sua prima famiglia, trova compagnia in un barbone alcolizzato, la permanenza con quest’ultima non dura a lungo, Gnocco viene aggredito da dei ragazzacci che lo riducono in pessime condizioni.

“Jack (Gnocco) è un cagnolino di una dolcezza unica, e nei suoi occhi leggiamo tutti una grande paura. Quel genere di terrore che ti rimane dentro dopo essere stato vittima di violenze inaudite.”

Alla fine, la famiglia di Oronzo e Gino, decide di adottare Gnocco, anche se contro volontà di Oronzo. All’interno della nuova famiglia Gnocco viene battezzato Jack Gnocco, e finalmente, riceve amore e rispetto.

Con lo scopo di “vendicarsi” di chi ha fatto male a Jack, Martina, decide di creare di lui una Superstar, per dimostrare che nonostante il dolore inflitto al cane, lui sta bene, mentre chi sul momento si è sentito “forte e potente” in realtà è solo vigliacco e codardo.

“Sappiamo inoltre che ovunque si trovino, i ragazzi, o meglio quei delinquenti che volevano rovinare l’esistenza di Jack, presto o tardi sapranno che non ce l’hanno fatta. Anzi che da falliti quali sono, con la loro malefatta sono stati determinanti per fare di Jack Gnocco una Superstar. Mentre loro, al contrario, sono e rimarranno sempre, degli anonimi vigliacchi che sanno prendersela solo con i più deboli!!!”

Martina, infatti, porta i suoi piccoli amici (anche se la tigre non è poi tanto piccola) alle selezioni di un programma televisivo con animali, a questo punto tante cose sorprendenti e divertenti capitano a loro. E dopo una serie di spiacevoli fallimenti, Jack diventa una star, anzi una Superstar!

Testo semplice ovviamente, ma con un forte messaggio. Di fatto, consiglio di farlo a leggere ai bambini in modo tale da imparare che, in primis, non si trattano male gli animali poiché essere viventi, e successivamente che in un animale si trova un grande amico che può ricambiare il nostro amore con il triplo di affetto, giornalmente; consiglio di leggere il testo ai ragazzi, per le stesse ragioni; ed infine, consiglio di leggerlo agli adulti, che forse, ogni tanto, si dimenticano di come ci si sentiva ad amare e ad essere amati da un piccolo esserino pronto a farci festa in ogni momenti, ma soprattutto, e la cosa più importante, che gli animali non si abbandonano mai, in nessuna circostanza, e per nessuna ragione. MAI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: