Chick lit,  Humor/chick-lit,  Libri,  Narrativa contemporanea,  Recensioni,  Romance,  Romanzo Rosa

Recensione: “Io, te e il caos” di Joy Clare Madness, Self-publishing

Io, te e il caos Book Cover Io, te e il caos
Joy Clare Madness
Romanzo rosa
Self-publishing
13 aprile 2020
cartaceo, ebook
278

Sara Paselli deve sempre pianificare la sua vita. Anche quando fallisce, lei non demorde: ha sempre un piano B da poter attuare! Quando finalmente conquista la tanto agognata promozione, si troverà a dover affrontare degli imprevisti alquanto bizzarri. Proprio lei, “il Generale”, la donna che odia i cambi di programma, sarà oggetto di una sconvolgente sorpresa da parte del Destino.

Oscillando tra un passato ingombrante, una questione irrisolta di nome Tommaso e la ricerca del suo equilibrio, la nostra protagonista dovrà fare i conti con l’Amore. Tra colpi di scena e incontri del tutto sorprendenti la sua storia viaggerà più veloce del Frecciarossa 1000. Sara riuscirà a conoscersi davvero e ad avere il suo lieto fine?

Romanzo AUTOCONCLUSIVO

 

Merda secca! Lo sapevo! La solita SFIGA!!! Tocco i miei capelli, già crespi. Le dita però affondando in una cosa bagnata, molliccia. Decisamente non è lo shampoo al cocco. AAAAAAAAHHHHHH! Che schifoooooo!!!
Proprio oggi, che niente sarebbe dovuto andare storto, mi è caduta in testa la più grande pioggia di cacca della storia. Ma cosa ha mangiato questo piccione maledetto?! Altro che animalisti, in questo momento farei fuori tutti gli uccelli della città e non per sadismo, ma per pura sopravvivenza.

Partiamo dal titolo: “Io, te e il caos”. Caos, parola molto spesso utilizzata in diversi contesti e a volte anche in modo errato. Per i greci era il complesso degli elementi materiali senza ordine che preesiste all’universo ordinato, e in senso figurativo viene inteso come gran disordine, confusione.  Ci sono poi i significati assunti in matematica e fisica, ma diciamo che sono concetti molto complicati. Nel nostro caso si tratta della seconda accezione: la nostra protagonista ha seri problemi con l’Amore e da lì deriva tutto il suo “caos”.

Il libro nella prima parte, secondo me, è poco definito: si fatica a seguire il filo del discorso, sembrano quasi pensieri scollegati, da un luogo si passa ad un altro senza capirne il motivo. Potrei dire, parafrasando il titolo, che In certi passaggi il caos regna sovrano. Piano piano i tasselli vanno a posto e, da un puzzle di concetti, si arriva ad avere una nitida visione di insieme che crea una piacevole armonia e quindi ne deriva una lettura interessante.

Il giorno X è arrivato! Il fatidico momento dopo il quale sarò finalmente libera. Libera dai miei doveri, dall’obbligo morale nei confronti dei miei genitori che mi hanno sempre sostenuta, libera da un percorso di studi per terminare il quale ho dovuto lottare, libera dal finto interesse che dovevo mostrare, libera da libri e manuali. Ancora non ci credo! Da domani si inizia con la vita vera e mi piace pensare che d’ora in poi dovrò combattere solo per me stessa, per conquistare il mio futuro e nessuno è più determinato di me nell’ottenere qualcosa, quando si prefigge un obiettivo.

 

I personaggi non sono i soliti stereotipi da romanzo rosa, anzi! Sara  è una donna con mille sfumature: molto determinata ma anche insicura, si racconta alle amiche ma solo in parte. Tommaso all’inizio viene descritto come il classico bad boy, per il quale non si prova molta simpatia, ma ho dovuto ricredermi, i suoi numerosi lati nascosti lo renderanno un personaggio dolce e imprevedibile.

I continui conflitti interiori di Sara pongono il lettore a pensare di dirle: “svegliati, non precluderti la felicità… è una tua paranoia” ma fortunatamente le sue amiche e Davide faranno da sprone affinché Sara possa finalmente chiarirsi le idee. La trama è carina, anche se ho trovato, come ho già detto, alcune difficoltà nella lettura nella prima parte del romanzo, una volta superato queste pagine mi sono divertita, arrabbiata e ho provato empatia con i vari personaggi.
La scrittura dapprima è caotica poi più lineare e quindi più fluida e piacevole.

Se devo dare una valutazione complessiva del romanzo di esordio di Joy Clare Madness, direi che ci sono ottimi presupposti, a mio parere, per continuare nel mondo della scrittura.

“Puoi conoscere la persona perfetta, la tua ‘anima gemella’, ma la vita può essere bizzarra e crudele tanto da incasinare tutto. È fondamentale che il momento sia quello giusto. Amici, sempre più difficile questo rebus chiamato Amore!”

 

 

L’autrice

Joy Clare Madness (pseudonimo), è nata nel 1981 e cresciuta a Terracina(LT). Ha studiato Economia dei Mercati Finanziari a Siena e si è trasferita a Torino dove la ragazza nomade ha conosciuto il suo attuale compagno di vita. Lavora da molti anni per una società finanziaria coniugando il lavoro, vita familiare e passione per i libri.

Il bisogno di raccontare la storia di Sara e Tommaso e le loro disavventure porta alla stesura del suo primo romanzo. Esordisce con “IO, TE E IL CAOS” nel 2019 su Wattpad, nel 2020 pubblica in self publishing su Amazon.

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: