Senza categoria

Recensione: Il tempo dei mezzosangue di Roberto Camperchioli, bookabook

Per voi un fantasy: Il tempo dei mezzosangue di Roberto Camperchioli, bookabook

Ogni scelta comporta dei sacrifici…

  

Risultati immagini per il tempo dei mezzosangue

Titolo: Il Tempo dei mezzosangue –

L’ascesa della chimera

Autore: Roberto Camperchioli

Editore: Bookabook

Genere: Romanzo Fantasy

Formato: Ebook

Prezzo: € 7,99

Formato: Cartaceo

Prezzo: € 22,00

Link d’acquisto:

 

 

Scopriamo insieme la trama e la recensione…



Trama:


Nel continente erebiano la pace perdura da oltre cento anni, dopo la fine della

Grande Guerra dei Sei Popoli. L’imperatore Kedrax però decide di unificare

tutti i regni sotto il suo vessillo, dando inizio a una campagna di conquista, ma

nessuno sa che segretamente invia la sua consigliera e maga Lenara a reclutare

sei individui unici, dalle abilità straordinarie, per uno scopo completamente

diverso. Intanto nel reame di Kernak, re Bredon convoca i monaci e fratelli Alak

ed Ethan, caratterialmente opposti, per accompagnare i principi Telmeth e

Lorigan in un viaggio disperato, alla ricerca di alleati contro l’imperatore.

A loro si unisce anche lo stregone Jandar, padrone del gelo, ma gli eventi non

andranno come prestabilito, rimescolando i propositi di ognuno in un futuro

ben lontano dal previsto. Scelte morali, conflitti personali e desideri

individualistici porteranno a intrecciare percorsi e situazioni verso il piano più

ampio di un ingannatore.


Recensione:


In Erebia il mondo sta cambiando: dopo lunghi anni di pace va diffondendosi
l’ombra della guerra. Tale vento del cambiamento ci viene narrato da Roberto
Camperchioli (nome d’arte Rob Himmel) attraverso due storie parallele: quella
di Lenara, consigliera del re Kedrax, incaricata da quest’ultimo di radunare sei
pericolosi mezzosangue, che saranno utili strumenti nel dominio dell’intera
terra; quella dei fratelli monaci Ethan e Alak, i quali si uniscono al giovane
stregone Jandar e, insieme, vengono reclutati dal re Brendon per accompagnare
i suoi figli ambasciatori alla ricerca di alleati contro l’avanzata di Kedrax.
Il Tempo dei mezzosangue è senza dubbio un epic fantasy; secondo la mia
opinione, sono molto chiare delle somiglianze con il capostipite di questo
genere, vale a dire il Signore degli Anelli. Inoltre, sempre perfettamente in linea
con il genere, il romanzo presenta personaggi molto caratterizzati, anche se
questo vale solo per i protagonisti. Per l’appunto, non sono rare le sequenze
introspettive in cui i personaggi spiegano i loro pensieri e sentimenti. Tuttavia,
questa modalità di scrittura a volte si rivela fin troppo lenta e, nonostante a
me solitamente piaccia questo stile, non mi ha lasciato una sensazione positiva
.    
Credo che il motivo principale di questo mio pensiero sia la troppa precisione
dell’autore. Ma mi spiego meglio. Il romanzo segue alla perfezione tutte le
regole per la scrittura di un epic fantasy: si trovano gli amuleti magici, i doni
giusti consegnati al momento giusto, la figura del mentore severo ma capace di
insegnare e che al termine dell’addestramento si addolcisce con l’allievo…
insomma, ogni elemento si inserisce all’interno di una cornice vista e rivista.
Questo non fa altro che causare perdita di interesse da parte del lettore, che
sa già sempre cosa aspettarsi nella pagina successiva; non viene mai stupito.
Perlomeno, la buona caratterizzazione salva un poco il giudizio finale sul
romanzo, anche se in generale non lo consiglierei.
Questo, però, è solo il primo romanzo di una saga, difatti la trama rimane
ancora completamente irrisolta e, fortunatamente, presenta degli spunti
positivi per una buona continuazione. Spero che con il seguito Camperchioli
possa risollevare il mio pensiero sulla sua narrativa.
(Recensione a cura di Eleonora)


VALUTAZIONE



L’AUTORE

 

Rob Himmel

 

Roberto Camperchioli

Figlio di italiani, ma nato in Germania nel 1984, a 11 mesi di vita la sua

famiglia è tornata nel Belpaese, dov’è cresciuto nella florida terra d’Abruzzo,

tra montagne, mare e arrosticini. Fin dalla tenera età si è appassionato ai

fantasy, elaborando mondi e storie nelle ore di gioco infantili. Poi, crescendo,

ha dato sfogo alla sua creatività inventando giochi da tavola e cartacei. Con

l’avanzare del tempo, l’adolescenza l’ha condotto a conoscere l’apice creativo

di Tolkien, Il Signore degli Anelli, di cui si è innamorato e appassionato. Da

amante del fantasy, si è dilettato per più di una dozzina di anni nel famoso

gioco di ruolo Dungeons&Dragons, dove, in quanto Dungeons Master, ha

condotto i suoi amici in avventure straordinarie, in un mondo non creato

attorno a loro ma realistico. Tutta questa creatività è infine sfociata nella

scrittura, dove attende solo voi… Cosa aspettate?!


Altri libri dell’autore:

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: