Libri,  Recensioni,  Thriller

Recensione: “Il sogno” di Franck Thilliez, Darkside Fazi Editore

Il sogno Book Cover Il sogno
Darkside
Franck Thilliez
Thriller
Fazi Editore
2 luglio 2020
Kindle, ebook, cartaceo
436

Se non fosse per le sue cicatrici e le strane foto che tappezzano le pareti del suo ufficio, si direbbe che Abigaël sia una donna come le altre. Se non fosse per i momenti in cui sprofonda nel mondo dei sogni, si giurerebbe che dica il vero. Ma Abigaël, la psicologa che tutti si contendono per risolvere i casi criminali più intricati, soffre di una grave narcolessia che le rende tutto più difficile. Spesso per lei il confine tra sogno e realtà si confonde, ed è costretta a ricorrere a bruciature e tatuaggi per assicurarsi di essere sveglia e che quello che vede stia realmente accadendo. L’indagine a cui sta lavorando insieme al fidanzato poliziotto Frédéric riguarda un rapitore seriale di bambini, Freddy. I piccoli scomparsi finora sono tre, a quattro mesi di distanza l’uno dall’altro. Ogni rapimento viene annunciato con uno spaventapasseri che indossa gli abiti del bambino rapito precedentemente. Intanto, Abigaël è l’unica sopravvissuta a un terribile incidente d’auto di cui non ricorda nulla e dove hanno perso la vita suo padre e sua figlia. Presto capirà che molte cose di quell’episodio non tornano. E si renderà conto che Freddy sa più di quanto dovrebbe. E non è il solo. Ma per Abigaël il nemico più pericoloso rimane uno: se stessa.
Dopo Il manoscritto, apprezzatissimo da critica e lettori, un nuovo romanzo a matrioska zeppo di colpi di scena che fonde thriller, pulp e suspense psicologica: un labirinto ipnotico e perfetto in cui perdersi, per sbucare in un finale che riannoda tutti i fili.

Il sogno

Quando finisce il sogno ma la realtà è peggio

Vi parlo oggi del nuovo romanzo di Franck Thilliez “Il sogno”. Reduce già da altri romanzi apprezzati dai lettori e anche dalla critica come “Il manoscritto” e “Foresta nera”, Thilliez conferma la sua bravura con questo suo ultimo lavoro che vede unire il genere thriller a quello noir tutto intriso di colpi di scena e suspense.

 

 

 

 

 

Un vero colpo da maestro è l’uso della psicologia, non scontata ma davvero ben studiata ed applicata.

 

 

Ed ovviamente l’aver dato il ruolo di protagonista proprio ad una psicologa è stata la ciliegina sulla torta. Sì, perché i thriller in genere hanno come protagonisti detective, investigatori, poliziotti, che comunque sono presenti in questo thriller ma hanno un ruolo un po’ decentrato, fanno da contorno ad una psicologa, Abigael, che rende questo romanzo diverso dal solito.

La trama, infatti, gira tutta intorno alla vita di Abigael e ci ritroviamo in un vortice di avvenimenti. Tra il prima e il dopo, tra il sogno e la realtà, done non si capisce quale sia l’uno e quale sia l’altra.

Abigael si ritroverà a dover risolvere più di un caso. La sua vita sarà stravolta dagli eventi. Il suo mondo crollerà all’improvviso. Sarà costretta ad andare avanti nonostante tutto per riuscire a capire la verità delle cose.

 

Una trama davvero molto originale che fin dalle prime pagine mi ha coinvolta ed incuriosita a tal punto che ho finito di leggere il libro in un giorno.

 

Questo grazie anche alla bravura dello scrittore che con il suo stile semplice, essenziale ma allo stesso tempo ricco e preciso è riuscito a rendere la lettura veloce, scorrevole e mai noiosa. Con i suoi continui colpi di scena è capace di tenerti incollata alle pagine per ore come è successo a me.

 

I suoi dialoghi sono eccellenti, ottime le descrizioni dei vari luoghi e i personaggi sono raccontati così bene che è bastato poco per immaginarli. Molto efficace e chiaro è il modo in cui ha trattato le tecniche di indagine. Si nota la padronanza dell’argomento soprattutto dai tantissimi dettagli che ci sono nel romanzo.

 

 

La storia ha avuto un forte impatto in me sia per l’argomento sia per come è raccontata l’indagine. Il tempismo, i colpi di scena, la suspense: tutto ciò rende questo romanzo adrenalinico così  appassionante che ti porta ad immergerti nella lettura cercando di capire, ti porta a riflettere per trovare la soluzione all’enigma. Dove sono i bambini? Perché li ha rapiti?

                          “ ARTHUR, ALICE,

                VICTOR E ….. CENERENTOLA”

 

Insomma un romanzo da leggere assolutamente perché vi ritroverete davanti e dentro ad una storia che vi porterà in un mondo un po’ irreale, a volte surreale ma che vi affascinerà così tanto da restare dispiaciuti quando arriverete alla fine.

                                                                                     Buona lettura

Libri di Franck Thilliez

Franck Thilliez

È un ingegnere e scrittore francese. Informatico, è appassionato di tecnologie telematiche. Nel 2004 pubblica il suo primo libro Train d’enfer pour Ange rouge. Ha vinto i premi Prix des lecteurs Quais du polar 2006 e Prix sncf du Polar franc¸ais 2007 con il libro La Chambre des morts. Tra le sue pubblicazioni in Italia si ricordano: Foresta nera (Nord, 2008), La stanza dei morti (TEA, 2009), Il manoscritto (Fazi, 2019).

Sono sposata dal 2002 ed ho 2 figli. Sono una casalinga con la passione della lettura. Leggo di tutto ma adoro i thriller e i libri che raccontano la vita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: