Il festival di Sanremo. 70 anni di storie, canzoni, cantanti e serate Book Cover Il festival di Sanremo. 70 anni di storie, canzoni, cantanti e serate
Eddy Anselmi
Musica
DeAgostini
14 gennaio 2020
Cartaceo e eBook
720

Dall'esordio nel 1951 all'edizione 2019. Tutto - ma proprio tutto - quello che c'è da sapere sul festival più amato dagli italiani: le serate, le canzoni, gli autori, gli interpreti, le classifiche, le curiosità, i vincitori e i vinti, la televisione, i presentatori e i dietro le quinte. E quel "Sanremo d'Europa" che è l'Eurovision Song Contest. Un viaggio nel tempo, nella musica, nella storia, nei ricordi e nelle emozioni di tutti noi.

 

 

Perché un libro su Sanremo? Perché un altro libro su Sanremo? E soprattutto cosa ci spinge ogni anno a sacrificare una settimana di mezza stagione davanti alla televisione sopportando interruzioni pubblicitarie, intermezzi comici non sempre divertenti, rivalità tra vallette e noiosi dibattiti su listini pubblicitari e indici d’ascolto? Signore e signori, tutto questo lo facciamo a tutela e salvaguardia delle nostre memorie future.

Il Festival di Sanremo è come tutti sappiamo il più importante e longevo concorso italiano di canzoni. Ma non solo: è una vetrina per cantanti, e discografici; è un programma nato per la radio che con l’avvento della televisione ha saputo trasformarsi e diventare un evento di punta del palinsesto di Rai1; è, non meno importante, un programma “nazional-popolare” che ha saputo abilmente attirare l’attenzione di tutti noi italiani che, volenti o meno, per una settimana all’anno, tendenzialmente la prima di febbraio, ci vede divisi tra Pro Sanremo o negazionisti e che quindi boicottano la visione dello stesso.
I sostenitori del concorso (coloro i quali non si perdono una serata, commentando sui social qualsivoglia piccola sbavatura o esaltando questo o quel cantante, buttando in alcuni casi fior di quattrini per votare al televoto affinché il proprio beniamino possa arrivare in finale e magari vincere anche il contest, non sono una fascia di età ben definita, anche se negli ultimi anni la loro l’età media si è notevolmente abbassata da quando partecipano rapper o cantanti provenienti da Talent, poco “sanremesi” ad essere sinceri, che però incontrano l’approvazione del pubblico giovanile, che è quello che più interagisce con i social, e che quindi contribuisce a una maggior diffusione del brano festivaliero) ameranno sicuramente leggere questo volume per meglio approfondire la conoscenza della kermesse canora per eccellenza.

 

Sanremo è vario, come la vita. Sanremo è spesso scontato, a volte imprevedibile, a volte ti colpisce, a volte ti lascia apatico; a volte delude, a volte sorprende: Sanremo ha più voci, come la vita.

 

In questo tomo, e non possiamo definirlo in altro modo visto il numero di pagine, ben 720, l’autore Eddy Anselmi, giornalista, Storico della musica leggera e del costume, nonché autore televisivo, ripercorre 70 anni di canzoni, di storie e di piccole curiosità o aneddoti.
Il racconto delle canzoni, degli accadimenti è molto “tecnico”, diciamo che, a mio modesto parere, è quasi più una narrazione per gli addetti ai lavori che per un profano come me. Fortunatamente non essendo, per ovvi motivi, un romanzo con un filo conduttore al suo interno, si può tranquillamente interrompere la lettura o saltare parti che possono risultare noiose o pesanti senza che questo causi alcuna difficoltà al lettore.
Possiamo quindi definirla una piccola “enciclopedia” della Canzone italiana nella quale viene dato spazio anche all’Eurovision Contest (concorso canoro europeo a cui prendono parte i vincitori delle principali competizioni canore europee), non mancano il “dizionario dei presentatori” con brevi biografie degli stessi, l’elenco dei direttori d’orchestra, la descrizione delle giurie, una breve sezione con dati statistici delle varie edizioni, l’elenco tassativamente in ordine alfabetico delle 2003 canzoni presentate dal 1951 al 2019. Conclude questo lungo excursus sul Festival di Sanremo una carrellata di foto che ritraggono alcuni dei momenti più salienti della kermesse canora.

Poi il tempo passa, le cose cambiano, si stravolgono o si consolidano, le canzoncine passano, ma all’improvviso uno zapping radiofonico o l’algoritmo di un servizio di streaming ci ripropone Follia d’amore di Raphael Gualazzi e ci riporta seduta stante nel 2011, come la DeLorean di Marty McFly in Ritorno al futuro. Bella cosa, le canzoncine.

 

Eddy Anselmi è nato a Bologna il 16 novembre 1969. Dopo gli studi in diritto e scienze internazionali fra Europa e USA si dedica alla storia della musica e del costume. E’ conduttore radiofonico e autore televisivo, coordinatore di comunicazione e immagine, storico e ricercatore. Suo l’Almanacco Panini del Festival di Sanremo. Scrive sul Corriere di Bologna.

 

Scritto da:

Cristina Marangio

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.