Il diavolo dentro Book Cover Il diavolo dentro
Roberto Ottonelli
horror
Delos Digital
13 giugno 2017
cartaceo
168

Un salto all'inferno, fin nelle sue viscere, al ritmo veloce e pesante del metallo assordante. Vi sentirete smarriti, ma non potrete fare a meno di arrivare fino all'uscita...sempre che esista. una storia molto più vera di quanto possa sembrare.

Manuela ed Andrea si conoscono in un istituto per minori che sembra superficiale e tipico di quell'età. La vicenda umana dei due ragazzini, che nel frattempo percorrono strade differenti, si intreccia con quella di tanti personaggi che conducono Manuela verso l'abisso morale e materiale, incapace di qualsiasi reazione, fino a convincersi di non poter meritare nulla di meglio. Entra a far parte di un gruppo dedito a rituali di ispirazione satanica, che sembra implicato in una serie di nefandezze orribili, da cui non riesce a liberarsi. Il male penetra in profondità nelle anime. Manuela è un essere disilluso e senza speranza, ma, proprio quando tutto sembra perduto, trova, inaspettata, una luce.

Per i temi trattati questo romanzo è destinato ad un pubblico adulto. 

 

Le bestie di Satana, raccontate da Roberto Ottonelli

 

Il Diavolo dentro è un libro liberamente ispirato ad un fatto di cronaca nera chiamato “le bestie di satana“, un gruppo di satanisti che sconvolse l’Italia intera fra la fine degli anni novanta e  gli inizi del duemila.

Racconta la storia di alcuni ragazzi, Andrea, Manuela, Michele, Pietro, ragazzi cresciuti in Istituti o in famiglie adottive, ragazzi difficili con passati difficili e vite difficili.

Maltrattati, abusati, vittime di un destino che spesso li ha messi in ginocchio, invece di cercare di rialzarsi e di cambiare la loro sorte cercano conforto nelle parole sgraziate di un metal pesante, nelle droghe, nell’alcol e nella violenza.

E proprio la musica li avvicinerà e li guiderà in una strada senza uscita, allontanandoli definitivamente da una normalità di provincia e portandoli ad inneggiare il diavolo con riti demoniaci, omicidi e sacrifici.

Senza sensi di colpa, compassione, o titubanza, tutto in nome di un qualcosa che punta al male, al dolore, alla morte.

Il mondo sta per finire. La catastrofe ci attende. Non c’è alternativa. Ho letto le dottrine che prospettano l’avvento di Satana prima della definitiva affermazione di Cristo e dei Santi. Prevarrà una sorta di interregno dominato da eventi tragici, violenti, sconvolgimenti disastrosi e dal momentaneo trionfo dell’Anticristo.

Il diavolo dentro è un libro molto difficile da leggere, non solo per l’argomento che tratta, a volte spiazzante a volte agghiacciante, ma anche per la scrittura molto serrata, fatta di frasi aggressive, esplicite e dirette.

Non si può leggere distrattamente sdraiati su una sdraio in spiaggia o mentre si aspetta l’autobus, si deve leggere con concentrazione in un momento di calma e con le giuste tempistiche. 

A volte si ha bisogno di fermarsi, sia per riflettere che per assorbire quello che si racconta, e questo perché l’autore ha la capacità di descrivere dettagliatamente anche le scene difficili, quelle che ti fanno irrigidire o terrorizzare, quelle che cerchi di non portare alla realtà ma relegate fra le pagine di un libro.

E questo risulta molto difficile proprio perché tutto  cosi vicino a fatti realmente accaduti.

Spesso mi sono trovata a incoraggiare Manuela ad uscire da quel giro, da quel gruppo di esaltati fedeli a Satana e contro tutti i valori umani, in fin dei conti aveva trovato una buona famiglia adottiva, ce la poteva fare, o a cercare di dare forza alla madre di Pietro, forse per lei sarebbe riuscito a tornare sulla retta via. E questo fra molteplici sensazioni spiazzanti e contrastanti.

Perché Il diavolo dentro riesce in questo, riesce a spiazzarti.

Credo sia ciò che l’autore voleva far provare, e ci è riuscito in pieno, ogni pagina è piena di tensione e sospetto.

Mi è piaciuto molto il fatto che il libro inizi con due dei protagonisti bambini e finisca sempre con loro ragazzi, perché è veramente la chiusura del cerchio, un cerchio di fuoco che racchiude messe nere e tutto il male che può uscire dalla profondità della cattiveria dell’uomo.

Come se fossero bestie, bestie di Satana, come se avessero il diavolo, il diavolo dentro.

Come se non ci fosse speranza ma solo un’inferno senza via d’uscita.

 

L’autore

Roberto Ottonelli nasce a Milano nel 1978. Completati gli studi di ragioniere programmatore, lavora come network engineer presso un’azienda di telecomunicazioni. Concluso il servizio civile presso la Lega Tumori di Milano si è reso conto dell’ importanza di aiutare persone in difficoltà e da allora si è dedicato a diverse forme di volontariato con minori. Questo è il suo primo romanzo.