Il Custode Book Cover Il Custode
Elisa Cassinari
urban fantasy
Le Mezzelane
14 gennaio 2020
ebook
200

Due misteriose società si contendono il segreto contenuto nella celebre opera del Guercino "Et in Arcadia ego". Isabella Morgan è lo strumento mediante il quale cercano di entrarne in possesso. Tra luoghi misteriosi e personaggi insoliti, con l'aiuto dell'affascinante Samuele, la ragazza giungerà a scoprire la sconvolgente verità nascosta nel dipinto.

 

“Camminava in fretta, ancora pochi isolati e sarebbe giunto alla dimora di Ludovico Carracci”

 

Il Custode, opera prima di Elisa Cassinari, sceglie l’arte come ordito misterioso della sua trama.

Il rapimento di un docente universitario dà il via agli avvenimenti narrati. La trama si infittisce e si ammanta di mistero quando nella vicenda si inserisce il famoso quadro del Guercino  con l’ormai famosa citazione “et in Arcadia ego”. 

Le vicende porteranno la protagonista, Isabella, allieva del Professore De Santis, in un caleidoscopio di avventure in giro per l’Italia, alla scoperta di un segreto millenario. Ad accompagnarla nella ricerca ci sarà il bel Samuele. Sarà in grado la giovane studentessa di sopportare il peso della scoperta che potrebbe salvare il mondo?

Il Custode

I personaggi

I personaggi de Il Custode, si affannano intorno ad un segreto che potrebbe essere sconvolgente, se rivelato. Ma la tensione non si avverte quasi mai all’interno della storia. Troppo “coloriti” nella loro descrizione visiva, sembrano piuttosto usciti dalla più infantile fantasia sulle società segrete. Non sono credibili nei loro ruoli, e non hanno molta forza. Isabella sembra fluttuare tra due personalità contrastanti tra di loro; Samuele non si rivela né misterioso né affascinante, ma solo molto semplicistico. Neppure il professore De Santis è un personaggio imponente.

In definitiva non vi sono né protagonisti né antagonisti.

L’ambientazione

Il Custode si muove in un’ambientazione scenografica molto variegata. Il ricorso ai tesori architettonici e culturali di Roma, Lucca, Torino sono senz’altro molto piacevoli.

La passione che l’autrice ha per l’arte si legge in ogni riga. Ciò non basta però a dare ritmo alla storia. La scelta di fare agire insieme Rosacroce, Massoneria passando per i Templari non è stata felice né dal punto di vista letterario né storico.

Conclusioni

Un fantasy scorrevole, ma nulla di più. Il testo ha il pregio di portare il lettore attraverso alcune delle opere d’arte più belle del nostro Paese. Fluido, di facile lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: