Il coraggio del lupo Book Cover Il coraggio del lupo
Barbara Repetto
Fantasy
Self-publishing
agosto 2020
cartaceo, ebook
227

In questo nuovo viaggio colmo di avventure, ritroviamo il giovane Cederik ormai diventato un vero guerriero grazie ai duri allenamenti del suo maestro Ser Nemo, nelle pericolose foreste.

Il giovane cavaliere ha promesso al suo valoroso maestro di riportargli la sua amata Gwen sana e salva raggiungendolo ad Arienam.

 

 

“Il cielo rimane il medesimo, eppure, le cose sotto di esso cambiano di continuo”

 

In questo nuovo racconto, Cederik ha l’arduo compito di ricondurre la promessa sposa, Gwen, da Ser Nemo ma entrambi vengono fatti prigionieri dal malefico sovrano di Thaon, una terra molto distante dalla loro, il quale inaspettatamente si offre di aiutarli nel raggiungimento del loro Regno.

Malvolentieri Cederik accetta l’aiuto del sovrano per sottrarre se stesso e la dama Gwen da morte certa. Il cammino di tutta l’armata prosegue fino ad Arienam mentre il giovane cavaliere scortato dall’esercito dell’efferato sovrano, si chiede preoccupato se, a sua volta, il suo compagno e Maestro sia ancora vivo o in pericolo nell’intento di raggiungere il proprio Regno e organizzare la guerriglia.

Anche questo percorso si presenta difficoltoso, ormai molte terre sono in guerra e gli agguati sempre probabili; i rapporti fra il comandante e Cederik sono molto tesi e il giovane guerriero è costretto a tenere a bada il coraggioso lupo che risiede in sé, almeno fino all’arrivo a destinazione per il bene di Ser Nemo e della sua Dama.

Quante volte deve ringhiare un lupo prima di essere preso sul serio?

 

Tra i soldati dell’armata, Cederik si affeziona ad un ragazzino molto giovane che gli ricorda se stesso, quando Ser Nemo gli insegnò ad usare la spada per essere in grado di difendersi; e così decide, a sua volta, di addestrarlo. Entusiasmanti e perfettamente dettagliate le descrizioni dei numerosi addestramenti di combattimento tra i soldati; la perenne sfida tra Lupo e Drago. Duelli d’amore per il proprio Regno e prove di umanità da superare, fino all’epilogo tanto atteso.

 

 

L’emozionante narrazione prosegue senza mai diventare monotona; non mancano le sorprese, anche quelle deludenti a causa delle guerre che purtroppo devastano i regni attraversati dall’armata che accompagna il giovane cavaliere e Gwen. Il racconto riserva appassionanti sorprese, offrendo al lettore alcuni passi, particolarmente impeccabili, colmi di magia e d’introspezione, vissuti dal giovane cavaliere, momenti di gran raccoglimento in un luogo immerso nella luce e nella fede, di chi possiede un cuore di lupo e questo nobile aspetto viene spesso messo in risalto dall’autrice; l’animo orgoglioso del Lupo che dimora in Cederik, sempre un passo avanti allo spirito del Drago.

Lo stile narrativo adottato è fluido e nel contempo molto elegante.

I termini forbiti conferiscono grande valore al racconto, rispettando perfettamente il periodo storico narrato.

I dialoghi sono vigorosi, donando al racconto un ritmo avvincente e completando in modo eccellente la presentazione di ogni personaggio; inoltre perfezionano la trama aggiungendo realismo agli eventi e trasmettono al lettore ogni emozione vissuta dai personaggi.

In conclusione, un ennesimo successo di questa autrice grazie a tanti principi morali celati nelle frasi, nei dialoghi, per chi sa leggere fra le righe e dentro il cuore di un lupo.

Beatrice Castelli

 

L’autrice

 

Barbara Repetto sogna di fare la scrittrice da quando, ad appena tre o quattro anni, batteva tasti a caso sulla macchina da scrivere del padre, chiedendo trepidante: “Allora, che cosa ho scritto?!” Nata e cresciuta a Genova, dove ancora oggi vive, serba nel cuore l’amore incondizionato per la sua città, unito a un interesse profondo per la psicologia e l’occulto. È amante delle passeggiate nei boschi, della musica celtica e dei castelli.

Scritto da:

Beatrice Castelli

Béatrice Castelli vive a Torino, cresciuta a Parigi fino all’età di 17 anni, coltiva sin dall’età di otto la passione per la lettura e quella della scrittura.

A dieci anni leggeva Crime et Châtiment  di  Dostoïevski,  preso per caso dalla fornitissima  biblioteca di suo padre, senza sapere ancora nulla di questo scrittore.

A 17 anni, con tutta la famiglia si stabilisce in Italia a Torino, dove dovette imparare l’italiano. Lo studio per la letteratura italiana l’appassiona in fretta, come da piccola per quella francese, iniziai così a scrivere pensieri in entrambe le lingue.

Ha frequento l’interpretariato di Torino con il desiderio di tradurre libri per la sua casa editrice preferita: l’Adelphi. Purtroppo incontra sul suo cammino molte difficoltà per arrivarci e così si ritrova a tradurre testi tecnici per nulla entusiasmanti…

L’amore per la scrittura l’accompagna da sempre.  Non avendo mai nessuno a chi confidare i suoi pensieri, scrive per se stessa. Ha pubblicato, per due case editrici, poesie d’amore in due diverse raccolte, una per Segnidartos l’altra per Rupe Mutevole Ed. e una favola per bambini sempre per Rupe Mutevole. In alcuni siti letterari ha pubblicato inoltre dei racconti brevi.

In questo momento ha un romanzo già ultimato nel cassetto.