Recensioni

Recensione: “Il contratto reale” di Ilaria Merafina, O.D.E. Edizioni

il contratto reale Book Cover il contratto reale
Ilaria Merafina
narrativa romantica
O.D.E. edizioni
27 febbraio 2021
cartaceo, ebook
236

PRIMO VOLUME DI UNA TRILOGIA Lui non è il solito Principe Azzurro e lei non è la solita ragazza ricca, di buona famigliache mira a fama e potere.Henry è lo scapestrato della corona danese, un ribelle che non è mai stato interessato alle questionidi stato.Lady Selene è la pecora nera della famiglia. Ha un carattere impulsivo e non pensa prima di parlare,causando spesso imbarazzo ai suoi genitori.Cosa può succedere quando una persona che tenta di fuggire dal proprio destino e una che cerca disaldare i conti con il proprio passato, sono costretti a legarsi per tutta la vita?Un viaggio alla ricerca di se stessi, del coraggio e della fiducia, da affrontare con qualcuno che maiavrebbero voluto al loro fianco.Tra litigi, pregiudizi e attrazione, dovranno decidere se afferrare o no la mano che il destino hadeciso di porgere.

 

“Da quando gli era apparsa davanti, sbattendogli la porta addosso con la furia di un rinoceronte, si era soffermato a osservare quella bizzarra ragazza con un malcelato interesse. Non aveva mai visto una tipa simile girare per il palazzo…”

 

Henry Christian Alexander, il protagonista maschile del libro, è il secondo genito della stirpe reale di Danimarca, mentre Selene (protagonista femminile) è una giovane ragazza del ceto medio che sogna di potersi lasciare alle spalle il mondo che la circonda, per poter vivere degnamente la sua esistenza. Entrambi nascondono un doloroso segreto.

Il libro si apre con la descrizione della famiglia di Selene, per cui la ragazza prova sentimenti contrastanti poiché una vicenda passata la spinge a “sentirsi in debito” verso di essa. Già dalle prime pagine, l’autrice riesce, con pochi elementi, a catturare la mia curiosità di scoprire cosa possa essere accaduto alla giovane: infatti, disseminerà per tutto il libro qualche indizio… ma vi posso anticipare che, arrivati alla fine, non tutto è quello che sembra…

Spesso ci ritroviamo di fronte a libri che, facendo parte di una trilogia, procedono con la narrazione dando subito elementi che poi verranno ripresi nei libri successivi. Beh non è questo il caso, in quanto il finale aperto porta il lettore a ripensare e ragionare sui vari indizi disseminati per il romanzo e a chiedersi che piega prenderanno gli eventi.

I personaggi descritti fanno parte di una favola moderna, in cui non esiste un immediato e scontato lieto fine, ma una evoluzione introspettiva che porterà i ragazzi a maturare e a fare delle scelte per se stessi e gli latri.

Henry sembra un ragazzo immaturo e viziato ma, man mano che si procede con la narrazione, ci si affeziona a lui e si può comprendere il suo punto di vista. Ad essere sincera, fino a metà libro un po’ lo detestavo, in quanto il suo carattere forte ed impulsivo gli impediva anche solo di ascoltare la “povera” Selene. Quest’ultima, dal canto suo, cerca fin da subito di reprimere il suo carattere indipendente e schietto poiché fortemente convinta (in parte anche dai suoi genitori) che farsi vedere tranquilla e mansueta possa essere l’arma vincente per farsi ben volere dalla famiglia reale. Ho adorato come i personaggi “crescano” all’interno del romanzo, tra battibecchi e ripensamenti. Molto spesso cercano di reprimersi e di non darsi una possibilità proprio perché questo significherebbe prendersi delle responsabilità ed ammettere di aver sbagliato. I battibecchi tra i ragazzi mi hanno fatta divertire ed appassionare, dialoghi non scontati e dai risvolti tragicomici. Insomma hanno un bel caratterino tutti e due e sono veramente curiosa di vedere come l’autrice farà evolvere la loro storia.

I genitori di Henry hanno un ruolo marginale nel libro, anche se un oscuro e doloroso segreto si cela dietro alla scomparsa del primogenito reale, il principe Frederick. Per questo motivo, i reali impongono a Henry un matrimonio combinato che ovviamente lui non vuole accettare: il suo cuore appartiene a Isabel, personaggio non presente molto fisicamente, ma il suo “fantasma” tormenta Henry che, pur di non dare una possibilità a Selene, cerca di vedere il più possibile. Spero che nel secondo volume Isabel possa avere un ruolo di rilievo e devo dire che, leggendo il finale di questo volume, le premesse ci sono.

La narrazione è scorrevole e priva di dettagli troppo precisi che appesantirebbero la lettura. Mi sento di fare i complimenti all’autrice perché questa storia non è la classica da “matrimonio combinato”, ma è un vero viaggio alla scoperta di se stessi e di come due apparenti estranei possano essere vicini. ma allo stesso lontani dalla loro comfort zone… e nel momento in cui uno dei due è disposto a cedere, anche solo di un millimetro, dalla propria posizione di partenza, arriva l’elemento (in questo caso persona) sorpresa a ribaltare le carte in tavola. Per questo motivo mi sento di dare 4 stelline al libro.

 

L’autrice

Ilaria Merafina è nata a Roma nel 1990. Si è laureata in Lingue Straniere e ha poi conseguito un Master in Luxury Fashion Retail Management presso la Business School del Sole 24 Ore.

L’autrice è appassionata di lettura, musica, teatro e disegno. L’amore per la scrittura è scaturito soprattutto dai miti e dalle leggende del Ciclo Bretone, che l’hanno profondamente colpita e ispirata.

 

Appassionata di libri, soprattutto di romanzi rosa e fantasy. Mi piace immergermi in un libro e viaggiare con la fantasia. Per me la lettura è un modo per evadere dalla vita di tutti i giorni e imparare nuove cose.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: