Il cadavere nel fiume Book Cover Il cadavere nel fiume
Brian McGilloway
Thriller
Newton Compton Editori
10 aprile 2019
ebook, kindle, cartaceo
310

Il cadavere nel fiume

«I suoi romanzi sono tra i migliori thriller che siano stati scritti.» Lee Child
Bestseller del New York Times
Derry, Irlanda. Il cadavere di un ragazzo viene rinvenuto in un parco lungo il fiume, con il cranio spaccato da una pietra. C’è solo un indizio per identificarlo: il timbro di un locale gay che si trova nelle vicinanze. La detective Lucy Black, incaricata di seguire il caso, comincia a fare ricerche all’interno della comunità in cui il ragazzo viveva. Le tensioni non tardano a manifestarsi perché, nei giorni precedenti l’omicidio, un predicatore locale aveva abbracciato l’ipotesi della lapidazione per gli omosessuali. Il gruppo in difesa dei diritti dei gay insorge. Le cose si complicano ulteriormente quando un’organizzazione di estrema destra prende di mira una famiglia rumena che vive in un quartiere popolare. Mentre gli attacchi si intensificano, Lucy e il suo capo, Tom Fleming, devono anche gestire i dissidi tra un vecchio paramilitare e il suo vice, che minacciano di infiammare ulteriormente una situazione già instabile. Tutto sembra opporsi alla risoluzione del caso…
Un’altra avvincente indagine della detective Lucy Black
«L’azione si svolge poco prima del voto sulla Brexit, facendo emergere importanti questioni di identità nazionale. McGilloway evita risposte facili regalandoci un romanzo poliziesco teso e splendidamente scritto, che getta una luce su alcune vite poco indagate.»
Ann Cleeves
«McGilloway costruisce un mondo realistico in cui ogni azione nasconde pericoli.»
Publishers Weekly

Il cadavere nel fiume

Un’indagine tra punti di vista e riflessioni

L’autore Brian McGilloway torna con un altro accattivante thriller “Il cadavere nel fiume” e racconta minuziosamente gli avvenimenti che accadono a Derry nell’Irlanda del Nord. A capo dell’indagine ritroviamo la detective Lucy Black e il suo capo Tom Fleming che tra vari accadimenti riescono a portare a termine il loro lavoro egregiamente.

Questa, come le precedenti dei thriller dell’autore, è una trama molto coinvolgente e ricca di sviluppi che terrà il lettore inchiodato al libro riuscendo ad incuriosirlo sempre di più. La sua abilità nel descrivere le indagini, il loro sviluppo tra interrogatori, prove e testimonianze rende tutto molto veritiero e reale.

L’autore con il suo stile molto fluido, semplice ma coinvolgente ed appassionante allo stesso tempo riesce a portare il lettore ad essere coinvolto così tanto da non riuscire a smettere di leggere. La voglia di scoprire la verità porta ad immergersi nella lettura in modo totale. Ma la verità che si scoprirà non sarà così scontata come potrebbe sembrare.

Un thriller questo ricco di personaggi che si muovono in una società divisa e che fa da sfondo al movente dei vari omicidi. Ed è proprio il movente al centro di tutto. Ed alla base di esso troviamo il razzismo e l’omofobia, argomenti questi che vengo trattati dall’autore in maniera eccellente che porterà chi lo leggerà a riflettere su tematiche che sono all’ordine del giorno. Ciò che scrive l’autore è in effetti la realtà che, purtroppo, vivono molte persone nel mondo che vengono discriminate per quello che sono. Non è stato facile per me leggere alcuni passaggi duri e crudi ma che servono per riuscire a capire tutto il contesto.

Non si legge “Il cadavere nel fiume” semplicemente per riuscire a scoprire chi è l’assassino ma anche per tutto il resto. Ed è per questo che consiglio di leggere questo thriller che, come i precedenti, lasciano al lettore anche tanti spunti di riflessione.

Buona lettura

 

Brian McGilloway, è nato nel 1974 in Irlanda del Nord, dove oggi insegna Letteratura inglese. I suoi romanzi hanno ottenuto importanti riconoscimenti. Non parlare, il primo thriller della serie sulle indagini della detective Lucy Black, ha vinto il premio letterario University of Ulster’s McCrea nel 2011 ed è stato per settimane ai primi posti delle classifiche inglesi e americane. Prima di Il cadavere nel fiume, la Newton Compton ha pubblicato Urlare non basterà e Non entrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: