New adult,  Recensioni,  Romanzo Rosa

Recensione: È tutto qui di Melissa Pratelli. Dark Zone

È tutto qui Book Cover È tutto qui
Stronger Vol. 1
Melissa Pratelli
Romanzo rosa
Dark zone
19 aprile 2018
ebook, cartaceo
481

Amelia Hudson sta per iniziare il secondo anno di college e ha un solo obiettivo: ricominciare. Per questo decide di lasciarsi alle spalle la sua vecchia vita – e il pesante fardello che le ha lasciato in eredità – e di trasferirsi a San Diego, dalla sorella Cecilia.
Aidan Hale, coinquilino e migliore amico di Cecilia, è un tipo spiritoso, brillante e bello da togliere il fiato. Ma soprattutto, è decisamente fuori dalla portata dell’imbranatissima Amelia.
A dispetto di tutto, invece, l’iniziale amicizia tra i due si tramuta ben presto in attrazione e poi in qualcosa di ancora più profondo. Il destino, però, è sempre in agguato e rischia di far crollare il fragile sogno che i due ragazzi hanno faticosamente costruito. Perché Amelia non è l’unica a nascondere un segreto inconfessabile. E anche il passato di Aidan ha ancora qualcosa da dire…

Dopo Ancora un po’ di Charlie e Dillo alla luna, Melissa Pratelli torna con un nuovo romanzo carico di sentimento, imprevedibilità e quel pizzico di sensualità che l’ha resa una delle autrici romance più apprezzate dal pubblico italiano.

What doesn’t kill you makes you stronger

Melissa Pratelli sa coinvolgerti immediatamente in quello che scrive. I protagonisti di questo romanzo sono delicati, reali, alcuni si fanno amare subito, altri con il tempo, altri invece sono i classici prototipi degli str….
La scrittura è fluida, leggera e mai noiosa.
Amelia, nonostante la sua giovane etá ha avuto un passato “difficile” ma finalmente riesce a trovare il coraggio di uscire dal tunnel e iniziare una nuova esistenza, grazie anche alla vicinanza di sua sorella Cecilia che la incoraggia e la sprona.
Degni di nota sono i battibecchi tra Amelia e Aidan, protagonista maschile e coinquilino delle sorelle Hudson: la leggerezza insieme alla spontaneità degli screzi rendono il racconto frizzante al punto giusto.
La storia, che inizia con un tragico evento che porta molto scompiglio nella vita di Amelia, si snoda attraverso un continuo alternarsi di momenti divertenti e di attimi più seri sino a concludersi in un finale che non ti aspetti e che in un certo senso ti lascia senza parole.
Questa è una storia che fa emozionare e sperare, con una morale: tutti possiamo uscire dal “buio”. Le ferite si cicatrizzano e ci rendono più forti e coraggiosi. Tutti possiamo rinascere… come si suol dire “quello che non uccide rende più forti”.
Adesso non resta che attendere con fiducia il seguito del romanzo che sicuramente non deluderà.

Mi permetto di fare un appunto per quanto concerne la cover: mentre mi ritrovo nell’immagine in primo piano della ragazza, la nostra Amelia,  non mi convince lo sfondo. Il mare con la piattaforma non riesco a farli collimare con ciò che ho letto o mi ha lasciato il romanzo.

(A cura di Cristina)

AUTORE

Melissa Pratelli

Melissa Pratelli è nata a Pesaro, sulla riviera Adriatica. Dopo aver frequentato il liceo linguistico nella sua città, si è laureata presso la facoltà di lingue e letterature straniere di Urbino, perseguendo la sua passione per le lingue. Sin dalla tenera età, ha amato i libri e la lettura e la sensazione travolgente di perdersi dentro nuovi mondi e nuove storie.
Amante del genere fantasy, esordisce nel 2011 con il primo volume di una saga urban fantasy intitolato “I Figli di Danu: Il Richiamo”.
Altro romanzo pubblicato, appartenente a un altro genere che ama, il romance, è “Ancora un po’ di Charlie”, edito DZ edizioni.

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: