E se fosse domani Book Cover E se fosse domani
Daniele Sbaraglia
Romanzo
YoucanPrint
21 giugno 2019
kindle/cartaceo
90

 Un racconto intenso, la ricerca della felicità celata dentro l’anima del protagonista, il rifiuto così intenso del presente da essere travolto e spazzato via dall'illusione fatta di sogni vissuti come fossero un bellissimo presente costruito a misura per imparare finalmente che la realtà e l’adesso vanno difesi e custoditi. Ma qual è la realtà di quest’uomo?  L'assillante ricerca della gratificazione, dell'amore...inseguiti in un mondo onirico.

 

“C’è un mondo, nel domani, e spero che sia domani che finiscano tutte le guerre. E che domani torni a splendere il sole…”

Il protagonista di questo romanzo è la voce narrante. Si tratta di un uomo insoddisfatto di se stesso e della propria vita, sentendosi spesso come sospeso tra il decidere di superare le proprie tristezze e indecisioni oppure mollare tutto e lasciarsi andare alla depressione.

Vorrebbe tanto innamorarsi ma anche questo argomento gli appare difficile da affrontare e inizia a chiedersi se l’amore è sempre un sentimento vero o no… in effetti potrebbe essere solo bisogno di qualcuno, paura della solitudine o addirittura volere sfruttare la persona. Inoltre riconosce di essere una persona molto gelosa e possessiva, il che non facilita affatto la sua vita sentimentale.

Infatti il protagonista si definisce timido, insicuro e addirittura senza fascino, dunque indifferente. La sua unica passione con la quale riesce a comunicare è il disegno. Raffigura scenari fantastici, colmi d’amore e bellezza che riescono a lenire le sue sofferenze. Il suo carattere difficile è poco propenso ad instaurare rapporti sociali, a meno che non siano legati alla pittura. Nel disegno riesce a trovare un suo mondo ideale: un mondo di pace, nel quale predominano colore e poesia conducendolo in un’altra dimensione.

Di conseguenza si costruisce un personaggio, con un altro nome, un altro aspetto, un’altra vita e inizia a vivere nel proprio sogno. Secondo lui, questo suo “avatar” possiede tutte quelle qualità che a lui mancherebbero e soprattutto i requisiti che servono per conquistare una donna.

Tuttavia, anche il disegno, un po’ alla volta non lo appaga più e scoraggiato dal poco interesse che suscita verso gli altri, lo abbandona per dedicarsi alla fotografia…

La sua vita è un continuo scappare, sia dai sogni che dalla sua realtà, sperando sempre di trovare qualcosa di meglio, inseguendo l’idea di un lieto fine… e se fosse domani…

 

“La vita è ciò che ti accade mentre fai altri programmi”

Ed ecco che nel suo domani appare una donna con una bambina, in un angolo della terra. In un attimo, quest’uomo si trova davanti a quello che per anni chiedeva all’universo: un nuovo amore tutto da “vivere”.

Curatissime le rappresentazioni dei luoghi, dei suoi molteplici viaggi, posti incantati dove trovar pace. Appare tutto come una chimera, un’illusione che ogni volta sfugge di mano.

La descrizione è pulita, scorrevole e perfettamente dettagliata. Con considerevole abilità, l’autore riesce a catapultare il lettore in una fantastica dimensione, guidandolo nell’essenza del suo formidabile racconto spaziando tra difficile realtà a sogno opprimente.

Benché la narrazione sia molto curata, soprattutto nella descrizione degli stati d’animo che invadono il personaggio, ho provato un gran senso di claustrofobia per tutta la lettura, a tal punto da voler trovare una via d’uscita per liberare il protagonista da questa tormentosa esistenza, oppure addirittura riuscire a svegliarlo…

L’autore esprime in modo ammirevole la difficoltà, per il protagonista, di relazionarsi in società, il quale, in conclusione predilige pensare che non importa trovare il perché ad ogni situazione vissuta col prossimo, l’importante è che ciò che viviamo ci renda felici. Inevitabilmente succede che a lungo andare, vivere la propria vita come fosse un sogno fa perdere a quest’uomo tutti gli avvenimenti della propria realtà, perché nei sogni egli può ottenere tutto ciò che desidera. Anche questo suo nuovo amore così tanto sospirato.

Un viaggio dentro un romanzo sognato, luoghi lontani, immaginati, desiderati e un amore fantasticato.

Un bravissimo autore che ci regala attimi avvolti di speranza, desideri e quel rincorrere affannosamente un domani che sembra purtroppo sempre più lontano, per sfuggire all’insoddisfazione del presente sperando che i propri sogni diventino realtà.

Beatrice Castelli

 

 

 

Daniele Sbaraglia nato a Roma il 04.02.1972 vive a Roma, Artista Autodidatta da sempre. All’età di 20 anni partecipa alla sua prima mostra e negli anni successivi espone in varie rassegne nazionali e internazionali. Appassionato di romanzi, di filosofia e psicologia, ama descrivere le proprie emozioni attraverso l’uso del colore o delle parole.

 

 

Scritto da:

Beatrice Castelli

Béatrice Castelli vive a Torino, cresciuta a Parigi fino all’età di 17 anni, coltiva sin dall’età di otto la passione per la lettura e quella della scrittura.

A dieci anni leggeva Crime et Châtiment  di  Dostoïevski,  preso per caso dalla fornitissima  biblioteca di suo padre, senza sapere ancora nulla di questo scrittore.

A 17 anni, con tutta la famiglia si stabilisce in Italia a Torino, dove dovette imparare l’italiano. Lo studio per la letteratura italiana l’appassiona in fretta, come da piccola per quella francese, iniziai così a scrivere pensieri in entrambe le lingue.

Ha frequento l’interpretariato di Torino con il desiderio di tradurre libri per la sua casa editrice preferita: l’Adelphi. Purtroppo incontra sul suo cammino molte difficoltà per arrivarci e così si ritrova a tradurre testi tecnici per nulla entusiasmanti…

L’amore per la scrittura l’accompagna da sempre.  Non avendo mai nessuno a chi confidare i suoi pensieri, scrive per se stessa. Ha pubblicato, per due case editrici, poesie d’amore in due diverse raccolte, una per Segnidartos l’altra per Rupe Mutevole Ed. e una favola per bambini sempre per Rupe Mutevole. In alcuni siti letterari ha pubblicato inoltre dei racconti brevi.

In questo momento ha un romanzo già ultimato nel cassetto.