E le stelle brillano ancora Book Cover E le stelle brillano ancora
Mattia Cattaneo
Narrativa
Self publishing
14.11.2018
pdf
100

Elsa lavora in uno studio legale a Berlino. Dopo una relazione conclusa decide di rilassarsi ed allontanarsi dalla città andando a Schwerin, dalla sua nonna materna Hildegard. Durante il soggiorno nella fattoria la vita di Elsa cambia drasticamente. Conosce un uomo per il quale prova immediatamente teneri sentimenti, Thomas. Non solo, sin da subito, il mistero sembra essere ovunque. Ci sono delle verità non dette, delle storie mai raccontante, che piano piano verranno fuori durante la narrazione del testo.

Elsa, è la protagonista. Una donna con un passato che le ha lasciato il segno: la madre l’ha abbandonata  in una casa famiglia quando ancora era piccola, e il padre non sapeva chi fosse. L’unica cosa che le era rimasto della famiglia è sua nonna Hildegard.

Elsa è un avvocato di Berlino, ma dopo la fine della relazione con Andreas decide di prendersi una pausa e raggiungere la nonna nella fattoria a Schwerin:

“Nonna Hildegard era la mia ancora sicura, il mio approdo al quale potevo aggrapparmi.”

Quello che doveva essere un soggiorno di relax e pace diventa, dalle prime pagine, un doloroso viaggio nel passato. Il problema da cui tutto parte è Ludwig, un vicino che afferma che la fattoria in realtà è sua e non di Hildergard.

Mistero è la parola chiave. E’ così che inizia il percorso che il lettore fa assieme ad Elsa, attraverso il racconto di nonna Hildergard.

Durante la narrazione sono tanti i segreti che vengono svelati, e sono altrettante le verità che vengono alla luce. Le vicende sono narrate in modo veloce, forse troppo. La narrazione si concentra molto sulle azioni dei personaggi e non su dove queste azioni avvengono: si nota una certa frettolosità narrativa. Nonostante ciò, le descrizioni dell’ambientazione, soprattutto inerenti al clima o al paesaggio esterno, sono eccezionali:

“La luna volgeva al cospetto del cielo, i miei occhi si posavano in lontananza come rime di una poesia fuori da un verso. L’incanto della tristezza si ergeva a baluardo della mia anima.”

La narrazione è in prima persona, in alcuni passaggi, purtroppo, diventa in terza persona, e ciò confonde il lettore. Una confusione è creata anche dai tempi verbali utilizzati: spesso sono al presente, altre volte al passato.

La verità svelata ferisce e disorienta Elsa. Tante nuove persone entrano a far parte della sua vita: Thomas, di cui si innamora; Ludwig, il cattivo vicino che in qualche modo fa parte del passato della famiglia di Elsa; e Hans, il padre di Elsa. Con l’aiuto di Thomas, Elsa riesce infine a scoprire tutto quanto: cosa è veramente accaduto a sua madre, Sofia, che cosa ha fatto e ha dovuto fare sua nonna Hildegard, e tanto altro.

Parlando del passato, sono interessanti anche i riferimenti storici in cui si svolgono le vicende: la seconda guerra mondiale, la guerra fredda e il muro di Berlino. Ben esposta è la diversità tra la parte Est (in cui vivevano Hildegard e Sofia) ed Ovest (in cui viveva il padre di Elsa, Hans Mader) della Germania.

“Non ci sono confini, cortine di ferro che possano separare la forza dell’amore umano e la sua straordinaria bellezza”. 

Si tratta di una lettura piuttosto veloce, ma intrigante. La trama è buona, funzionale ed interessante. Peccato che alcuni piccoli errori tolgono credibilità al testo. I paragrafi sono scritti a mo’ di scena di un film, tanti passaggi delle vicende vengono saltate e lasciano all’immaginazione. Ma dall’altra parte le intenzioni e i sentimenti dei personaggi sono espliciti e chiari.

Il testo si conclude con una frase che mi ha colpito molto:

 “perché, nonostante tutto, siamo noi, poesie evanescenti. E le stelle? E le stelle brillano ancora.”

Lettura consigliata a chi ama il passato, la storia, il mistero e i segreti familiari. A chi si annoia durante un viaggio e vuole scappare in Germania, in una fattoria circondata dal verde, dai panorami mozzafiato ed ovviamente dalle stelle.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: