Senza categoria

Recensione: Dietro la stronza di Diegus Varp, Odissea Digital

Recensione: “Dietro la stronza”, Diegus Varp, Delos Digital


Titolo: Dietro la stronza
Autore: Diegus Varp
Editore: Delos Digital
Genere: Thriller
Formato:Ebook
Prezzo: € 3,99
Pagine: 323
Data pubblicazione: 22 settembre 2015
link d’acquisto:
per voi trama e recensione
Trama
Pronti a tutto per i propri sogni. Nulla ha un costo troppo alto.
Una vincita favolosa da dividere in tre, ma è un grosso problema se una dei tre scompare con i soldi. Per una cifra da sogno si è pronti a tutto. Anche seguire la fuggitiva in un’isola dei Caraibi. E nessun ostacolo è abbastanza grosso da non essere superato per le giuste persone motivate e con pochi scrupoli. Centocinquanta milioni di euro sono davvero tanti…
Recensione
Il titolo di questo racconto ed il genere thriller, mi avevano incuriosita. Ho pensato: mah! Sarà un libro diverso dato l’incipit che mette subito in contatto lettore e protagonisti, ma ahimè, pagina dopo pagina l’entusiasmo iniziale è via via diminuito. Mi sono ritrovata a leggere un libro pieno di errori, grammaticali soprattutto, e secondo me che ha anche poco a che fare con il genere thriller; è un racconto a tratti confuso, gli eventi si susseguono veloci ma non sembrano ben amalgamati tra loro, non ho apprezzato nemmeno l’uso e la descrizione dettagliata degli effetti di diversi stupefacenti. Avrei preferito avere qualche informazione in più sui personaggi principali, conoscere meglio i loro profili, sapere qualcosa in più sulla “stronza” . Purtroppo la situazione non cambia nemmeno arrivando alla fine del libro che lascia l’intuizione che potrebbe forse esserci un seguito. Magari con le dovute correzioni ortografiche.
(Recensione a cura di Nadia C.)
                         Valutazione

Diegus Varp

Vicino al mezzo secolo d’età, Diegus Varp  vive, sogna e fantastica vicino a Venezia. Lo sopportano una moglie e due figli. Da quando ha memoria, i libri lo attirano magneticamente. Lo hanno aiutato, ispirandolo, Joe Lansdale, Tim Willocks, John Connolly, Stephen King e ancora Frank Miller, Mike Mignola, Howard Chaykin e ancora David Bowie, Dave Gahan, Brian Molko, Franco Battiato. Se è così è anche grazie o a causa loro. Ha molte idee che volano nella testa e si chiede quanto possano ancora restarci chiuse.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: