Giallo

RECENSIONE di Le Anime Pure di Elisa Mura

Credo di più nel destino o al fato che nella potenza divina. Accadrà quel che accadrà. Elisa Mura

 

51609za9mXL._AC_US218_.jpgTitolo: Le Anime Pure
Autore: Elisa Mura
Editore: Self Publishing
Genere:  thriller/giallo
Formato: Ebook
Prezzo: 5,49
Formato: Cartaceo
Prezzo: 19,99
Data di uscita:  30 Dicembre 2016                              
Link d’acquisto:

 

Edward, un’instancabile uomo votato ad aiutare il prossimo, perde casa e lavoro da un giorno all’altro ed è costretto a trovarsi una sistemazione al più presto. Durante il suo cammino, viene a conoscenza di Southfield Park, una tenuta di campagna bisognosa di aiuto dove, frequentemente, appare il fantasma di una donna. Tutti sembrano scappare da quella casa, ma Edward decide di andare a indagare, proponendosi come domestico e la sua storia si intreccerà con quella di Sebastian: un uomo tormentato dalla scomparsa della moglie, morta in tragiche circostanze. Grazie a sua figlia Adele, Edward riuscirà a capire piano piano i misteri che si nascondono dietro a queste apparizioni.

 

Recensione:

 

Le Anime Pure è un romanzo che unisce intrecci differenti tra di loro: il sentimento romantico, il mistero, il sovrannaturale e il tormento per la perdita della persona amata. Elisa Mura

 

Premettendo che Le Anime Pure di Elisa Mura rappresenta il primo Thriller che leggo devo dire che ne sono rimasta piacevolmente colpita.
Il romanzo è scritto bene, la punteggiatura inserita nei punti giusti consente una facile lettura e il mistero che impregna ogni singola pagina ti fa venire voglia di divorare il romanzo per arrivare alle conclusioni finali.
Cercando di non fare nessuno spoiler vado a raccontarvi ciò che più mi ha colpito di Le Anime Pure.
Parto col dirvi che pur essendo io una “fifona” che non ama troppo i romanzi che trattano il sovrannaturale Le Anime Pure non mi ha inquietata. Forse ciò è dovuto al fatto che in questo romanzo, come fa notare nella Prefazione la sua autrice Elisa Mura, non c’è solo una componente legata al mistero, ma anche una componente legata ai sentimenti che mi ha ricordato i romanzi storici rosa e sicuramente ha un qualcosa che lo riconduce ai Fantasy.

 

La storia è ambientata nell’Inghilterra degli anni 80-90 del 1800 e nella narrazione si dipana un intreccio di vite: quella di Sebastian Ash un ricco commerciante che porta avanti il lavoro della sua famiglia e quella di Edward Ferrant un maggiordomo rimasto senza lavoro.

 

Il romanzo si apre con l’omicidio di Charlotte, moglie di Sebastian, uccisa mentre era incinta.
Sebastian inizialmente viene accusato dell’omicidio della moglie e anche del figlio che Charlotte portava in grembo, ma mentre è in carcere si presenta un suo giovane dipendente, William che dichiarandosi colpevole viene arrestato al posto di Sebastian.
Tuttavia Sebastian non crede nella colpevolezza di William e quando ritorna presso la tenuta della sua famiglia a Suthfield Park, dove vive assieme alla sorella Louise e ai suoi domestici, inizia ad avere delle apparizioni del fantasma della moglie.
Le apparizioni non colpiscono solo Sebastian, ben presto anche i domestici iniziano a vedere il fantasma e così Suthfield Park si trova presto senza personale e acquista la nominata di “tenuta infestata”.
Ma non sono certo delle stupide voci paesane a intimorire il coraggioso Edward Ferrant, un uomo molto devoto al lavoro, ma che per tristi circostanze si trova disoccupato e, venuto a sapere che presso Suthfield Park c’è una grande carenza di personale in un giorno grigio e tempestoso andrà a bussare alla porta di Sebastian Ash e da qui in poi la nostra storia prende una serie di pieghe completamente inaspettate.
Sarà realmente colpevole William? Cosa nasconde la fragile Louise? Cosa c’è dietro le apparizioni di Charlotte?
Non vi resta che leggere Le Anime Pure per scoprirlo.
E vorrei concludere con un altro apprezzamento a Le Anime Pure: da inguaribile romantica quale sono, ho molto apprezzato le storie d’amore che si intrecciano nel racconto, ma di sicuro non sarò io a svelarvi nessun dettaglio a riguardo.
Complimenti a Elisa Mura che mi ha tenuto col fiato sospeso fino all’ultima riga.

 

(Recensione a cura di Cristiana)



VALUTAZIONE

 

 

C:UsersCristianaDesktoplibroarticoliSogni di CartaIntervista a Elisa Mura20170414_135835.jpg

 

Elisa Mura

Nata e cresciuta a Genova. Sin da piccola i miei genitori mi hanno trasmesso la passione per il cinema e il teatro. Leggo un libro dietro l’altro e sono un’appassionata di fantasy e manga, ma mi approccio a qualsiasi genere letterario. Scrivo riassunti di tutti i libri che seguo e invento spesso delle storie che rimangono nella mia testa. Vorrei lasciare un segno del mio passaggio a coloro che verranno.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: