Romanzo Rosa

RECENSIONE di Always, love Forever di Paoletta Maizza per Lettere Animate

La forza delle donne: così Cristiana descriverebbe il romanzo Always, love forever di Paoletta Maizza


Eh cara! Ti amerò fino a quando non avrai settanta anni. Eh baby! Il mio cuore potrà innamorarsi come a ventitre. E sto pensando a come le persone si innamorano in modi misteriosi…
Oh! Io mi rinnamorerò di te ogni singolo giorno.
Ed-Sheeran   


paoletta.jpgTitolo: Always, love forever
Autore: Paoletta Maizza
Editore: Lettere animate
Genere:  Romanzo Rosa
Formato: Ebook
Prezzo: 1,49
Formato: Cartaceo
Prezzo: 16,49
Data di uscita: 9 settembre 2016
Link d’acquisto:
per voi la trama e la recensione



Trama:


Penelope, una donna che ha appena compiuto trent’anni e due uomini, uno il suo ex ancora innamorato e l’altro, l’amico da sempre cotto di lei. Una donna testarda, spiritosa e ironica capace di cambiare la sua esistenza con un sorriso. Ma chi dei due pretendenti la conquisterà? Nella Londra caotica e in una romantica campagna inglese, una storia d’amore avvincente, fuori dal comune e piena di tante sorprese che lasceranno il lettore col fiato sospeso fino all’ultima riga.


Recensione:


Inizio con il ringraziare la mia collega e amica Paoletta Maizza per avermi concesso di leggere il primo dei suoi romanzi Always, love Forever.


Ho avuto il piacere di conoscere Paoletta Maizza grazie alla casa editrice Lettere Animate e ho incontrato una persona squisita che ha saputo realizzare uno dei suoi sogni: scrivere, pubblicare un romanzo e iniziare così una nuova vita che l’ha portata a diventare una Scrittrice e una Blogger.


Always, love Forever rispecchia un po’ la personalità della sua scrittrice. E’ un romanzo dolce, romantico, che a tratti sa commuovere, ma che non manca di una sottile ironia che fa sorridere il lettore.
Ispirato al celebre romanzo di Jane Austen “Orgoglio e Pregiudizio” per alcuni punti può essere assimilato a questo.
L’ambientazione di entrambi i romanzi è la campagna Inglese, anche in “Always, love Forever” abbiamo la presenza di un triangolo amoroso tra la protagonista Penelope soprannominata simpaticamente Penny e i suoi due “pretendenti” Saimon, l’ex fidanzato con cui ha avuto una relazione durata otto anni, e il miglior amico di sempre Tony che non si è mai dichiarato innamorato di Penelope, ma che finalmente decide di mostrare le sue carte.
E infine vorrei annoverare tra questi punti la scelta da parte dell’autrice di trattare l’amore da un punto di vista ormai caduto in disuso dalle altre scrittrici sue contemporanee, un “amore romantico”.
Da questa scelta, mi ha confidato la Maizza, è nata la cover del romanzo in cui è visibile un ragazzo che bacia sulla fronte la sua fidanzata.
La scelta di usare una copertina che illustri la purezza di un bacio è stata fatta proprio per esplicare questo suo intento.
Altri punti differenziano invece “Always, love forever” da “Orgoglio e Pregiudizio” e lo rendono più attuale, come la scelta di usare una prima persona, infatti la vicenda è narrata come se fosse stata scritta da Penelope su di un suo diario personale e in alcuni punti la scrittrice si relaziona con il lettore esponendo i dubbi della protagonista.
Il linguaggio è semplice e ironico il che rende il romanzo molto fluido.


Ma veniamo alla storia ora.
Penelope Poggi giovane trentenne si trova a un punto cruciale della sua vita.
Durante il suo trentesimo compleanno si accorge che nulla è andato come aveva progettato: ha perso il lavoro e si è lasciata con Saimon, il suo fidanzato con cui aveva avuto una relazione storica tanto da arrivare quasi a sposarlo.
Si trova così sola, spaesata e si fa largo nel suo cuore la paura di ritrovarsi una vecchia zitella insoddisfatta della sua vita, ma al posto che arrendersi decide di darsi da fare.
E così per caso il destino bussa alla sua porta, incontra Tony il suo miglior amico da sempre che finalmente trova il coraggio di annullare la sua timidezza e farsi avanti per conquistare il cuore di Penelope.
Penelope accetta di diventare la sua fidanzata, ma Saimon dopo quasi un anno torna a farsi vivo e non vuole perdere Penelope e a questo punto ne succedono delle belle.


E’ inutile dirvi che, anche se sarò controcorrente, il mio personaggio preferito è proprio Saimon. Infedele, arrogante, uno scherzoso latin lover che più volte mi ha ricordato Hugh Grant nel personaggio di Daniel Cleaver in Bridget Jones.
E ho apprezzato la scelta di Penelope che dalle difficoltà esce rafforzata e capisce che l’essenziale è sapersi amare un po’ di più e con questa nuova acquisita consapevolezza può abbracciare il dono più bello che la vita possa fare a una donna: la nascita di una deliziosa bambina.


Chi sarà il padre di questa bambina? Chi avrà scelto Penelope tra Saimon e Tony? Non siete curiosi?
Non vi resta che leggere Always, love Forever e il suo sequel Forever, fall in love.


(Recensione a cura di Cristiana)


VALUTAZIONE


foto-60410_26606_19019_t.jpg


Paoletta Maizza


Mamma di due meravigliosi bambini, ha un amore innato per l’arte e la scrittura. Nel tempo libero dipinge e fin da adolescente conservava nel cuore il sogno di diventare scrittrice. Sogno che si è avverato con Always, love Forever, Forever, Fall in love e Con la pioggia d’autunno.
Ha da poco riaperto il Penny Lane caffè e libri un blog con cui collabora con altre blogger.


Altri libri dell’autrice

valerio-massimo-manfredi-riquadro.jpg

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: