Libri,  Narrativa,  Recensioni,  Romanzo,  Romanzo storico,  Saga familiare

Recensione: “Cinque sorelle. La saga della famiglia Fendi” di Cinzia Giorgio, Newton Compton Editori

Cinque sorelle. La saga della famiglia Fendi Book Cover Cinque sorelle. La saga della famiglia Fendi
Cinzia Giorgio
Romanzo storico, saga familiare
Newton Compton
1 aprile 2021
cartaceo, ebook
288

Quando Maddalena Splendori entra per la prima volta nella boutique della famiglia Fendi, in via Piave, Adele Casagrande Fendi la riconosce subito. Maddalena è una donna nota alle cronache per uno scandalo di cui è stata protagonista prima del matrimonio. Sin dal primo scambio di parole, però, le due donne sentono che qualcosa le lega: è lo spirito anticonformista e passionale che le anima entrambe. Quello spirito che ha consentito a Maddalena di emanciparsi dalla miseria in cui è nata e frequentare ora i salotti buoni di Roma, di ospitare in casa sua scrittori dell'importanza di Luigi Pirandello. Lo stesso spirito che ha spinto Adele Fendi, nella Roma degli anni Venti, ad aprire un negozio di moda insieme al marito, realizzando il suo sogno e diventando una stimata e affermata imprenditrice. Ben presto, infatti, grazie alla sua determinazione, le raffinate pellicce e gli accessori in pelle con il marchio Fendi diventano famosi anche all'estero, nonostante il conflitto mondiale.

È solo l'inizio di un successo inarrestabile: l'amore per la produzione artigianale e per la tradizione, unito alla capacità visionaria, si trasmetterà dalla madre alle cinque incredibili figlie. Con loro e grazie al duraturo sodalizio con Karl Lagerfeld, il marchio diventerà una vera e propria icona del lusso internazionale.

Tra le pagine di questo romanzo rivive la storia di un'amicizia così profonda da legare più generazioni, insieme a quella di una famiglia il cui nome è in grado di evocare eleganza e bellezza. Un viaggio nel mondo della moda...

 

“Il nome Fendi diventerà famoso perché è breve, musicale e si pronuncia facilmente in tutte le lingue del mondo.”

 

Cinque sorelle è il nuovo imperdibile romanzo storico di Cinzia Giorgio. Si tratta di una saga familiare che racconta la storia della nascita e dell’ascesa della Maison romana Fendi.

Il romanzo si apre a Roma nel 2016, durante la spettacolare sfilata davanti alla fontana di Trevi, in occasione dei festeggiamenti per il novantesimo anniversario della casa di moda.

Il primo capitolo ci riporta, tuttavia, indietro di più di ottant’anni, nel 1933, presentandoci quelle che saranno le principali protagoniste del romanzo: Maddalena Splendori e Adele Casagrande Fendi. Due donne molto diverse, entrambe dalle umili origini, ma con grande intraprendenza e una determinazione tale da portarle infine a realizzarsi, ciascuna a modo suo.

La loro amicizia durerà a lungo e rappresenterà il filo conduttore della storia, perché i personaggi che popolano le pagine del romanzo sono tutti legati a Maddalena e ad Adele.

Realtà e finzione sono perfettamente ponderate e le vicende sono raccontate attraverso numerosi flashback che spostano l’azione in diversi momenti cruciali del secolo scorso: dagli anni ’30 agli anni ’60, passando per il secondo dopoguerra, per poi tornare al presente dopo una breve incursione negli anni ’90.

Il romanzo è suddiviso in tre parti: la prima incentrata su Maddalena e Adele, la seconda su Clelia, la figlia di Maddalena, mentre la terza è dedicata alle cinque figlie di Adele e al racconto di come si è sviluppata la collaborazione tra la casa di moda e Karl Lagerfeld.

Ancora una volta, Cinzia Giorgio mette in risalto il tema dell’emancipazione femminile, cui è dedicato molto spazio nella seconda parte del romanzo. È qui che, tra le altre cose, viene presentato il personaggio di Armida Barelli, una femminista cattolica molto attiva nei primi decenni del ‘900.

“Dalle ragazze borghesi alle contadine, tutte sono coinvolte, tutte devono mettersi in gioco, talvolta anche lasciare le proprie famiglie, per impegnarsi concretamente. Noi donne non siamo state abituate a vivere e soprattutto a lavorare fuori dalle mura domestiche, ma chi mi segue si butta a capofitto nell’azione.”

Moda anni '40La forza di non arrendersi mai davanti alle difficoltà e il coraggio di guardare al futuro con idee nuove e rivoluzionarie sono gli elementi che caratterizzano le protagoniste di questo romanzo, donne da cui possiamo ancora trarre ispirazione, pur vivendo in un contesto storico differente.

L’eleganza e la delicatezza che contraddistinguono la penna dell’autrice rendono la lettura piacevolmente scorrevole, e le descrizioni – soprattutto quelle delle boutique dei Fendi – sono talmente vivide da trasportare chi legge in un’altra dimensione.

Un libro consigliato agli amanti dei romanzi storici, delle saghe familiari e soprattutto della moda. La storia del marchio Fendi è già di per sé  interessante, ma conoscerla attraverso le pagine di questo bellissimo romanzo la arricchirà senz’altro di fascino.

Pronti ad immergervi nella storia, tra soffici organze e preziose minaudière?

Buona lettura!

Arianna

 

L’autrice

Cinzia Giorgio È dottore di ricerca in Culture e Letterature Comparate. Si è specializzata in Women’s Studies e in Storia Moderna, compiendo studi anche all’estero. Organizza salotti letterari, è direttore editoriale del periodico «Pink Magazine Italia» e insegna Storia delle Donne all’Uni.Spe.D. È autrice di saggi scientifici e romanzi. Con la Newton Compton ha pubblicato Storia erotica d’Italia, Storia pettegola d’ItaliaÈ facile vivere bene a Roma se sai cosa fare e quattro romanzi: La collezionista di libri proibitiLa piccola libreria di VeneziaLa piccola bottega di ParigiI migliori anni e Cinque sorelle.

Appassionata lettrice sin dall'infanzia, prediligo i romanzi storici e i saggi. Adoro l'Ottocento inglese e tutto ciò che lo riguarda. Le mie scrittrici preferite sono ovviamente Jane Austen ed Elizabeth Gaskell. Nonostante i miei hobby umanistici studio tutt'altro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: