Giallo,  Recensioni

Recensione: “Cadaveri a sonagli” di Christian Frascella, Mondadori

Cadaveri a sonagli Book Cover Cadaveri a sonagli
Christian Frascella
giallo
Mondadori
20 ottobre 2020
cartaceo, ebook
384

Metti una coppia di ladruncoli sgangherati, sicuri di avere in tasca il Grande Colpo; metti un marito fedifrago che non vede l'ora di liberarsi della moglie, tanto odiata quanto, purtroppo, ricca; metti un operaio indolente che si ritrova nel posto giusto al momento giusto. Lea, Nicola, Gianni e Rocco sono convinti di essere alla vigilia della vita che da sempre credono di meritare, ma usciti dalla villetta nelle Langhe in cui le loro storie si incrociano, proprio quel che sembra semplice e scontato innesca una valanga di imprevisti ed effetti collaterali che presto sommerge tutti. Complici un sovrintendente di polizia sotto esame, un accertatore dell'assicurazione senza niente da perdere e un mucchio di soldi di cui nessuno immaginava l'esistenza, questi nuovi, scurissimi Soliti Ignoti in due soli giorni scopriranno che il Destino ha molto più senso dell'umorismo e della perfidia di quello che crediamo.

Christian Frascella, creatore dell'iconico detective Contrera, esordisce nei Gialli Mondadori con una storia corale tra crime e comedy cinica e folgorante, in cui echeggiano i migliori Coen ed Elmore Leonard, un romanzo ambientato però nelle italianissime colline del Barolo. Perché il delitto non ha confine e il sangue scorre denso ovunque.

 

A volte va come deve andare

 

Le vite dei protagonisti di questo gustosissimo giallo si intrecciano un poco per caso e un poco per scelta intorno ad una villa e agli eventi che in essa accadono.

Una coppia di ladri maldestri, attirati dalla possibilità di raggiungere finalmente una bella vita facile, si ritrovano incastrati in qualcosa di più grande di loro e da complici diventano nemici.

Un marito infedele e sciocco, che ha vissuto come un parassita sulle spalle della moglie, non resiste alla tentazione di fare un gesto che si illude gli cambierà la vita ma che invece gli si ritorcerà contro.

Un ragazzo avido e senza scrupoli, che finge di essere diverso da quello che è rimarrà vittima della sua stessa dabbenaggine disonesta. Un impiegato delle assicurazioni, che non ha nulla da perdere, si gioca il tutto per tutto.

Le loro vite ruotano tutte intorno ad una donna morta ai piedi delle scale della sua villa.

Come in un effetto domino, le azioni di ognuno si ripercuotono sulle scelte degli altri e poi ritornano con un effetto boomerang contro l’attore iniziale.

Mi ha colpito come i personaggi inizialmente ti provochino il riso per come si comportano, in maniera stupida e superficiale. Poi, però, sotto la patina iniziale, progredendo con la storia, di ognuno di loro si scorgono dei dettagli più amari.Foto stock Donna detective, Immagini Donna detective royalty-free | Depositphotos®

Le loro azioni, di solito poco pensate se non addirittura casuali, provocano una serie di eventi a catena che li travolgeranno come una valanga. Meravigliosa l’entrata in scena della detective Dora, donna pratica e intelligente.

Una donna che viene da un momento difficile; quasi cerca di scappare da ciò che le è successo. Ma se, inizialmente, si trova per caso a dover sbrogliare il bandolo della matassa, saprà poi con molta responsabilità e capacità mettere tutto a posto e redimersi dal rimorso per gli errori passati.

Lo stile narrativo è veloce e ironico. Il ritmo è incalzante, l’intreccio ben ideato; si rimane tutto il tempo con la curiosità di sapere  cosa succederà nella pagina successiva.

Anche i personaggi sono tutti ben caratterizzati e realistici.

Davvero una  lettura entusiasmante dall’inizio alla fine.

 

L’autore

Christian Frascella vive e lavora a Torino. Ex militare nel Genio Ferrovieri, ex operaio di fabbrica (esperienza di cui scriverà), licenziato dal call center in cui lavorava, nel tempo libero cura il suo blog christianfrascella.wordpress.com.

Ha pubblicato: Mia sorella è una foca monaca (Fazi 2009), Sette piccoli sospetti (Fazi 2010), La sfuriata di Bet (Einaudi 2011), Il panico quotidiano (Einaudi 2013), La cosa più incredibile (Salani 2015), Brucio (Mondadori 2016), Fa troppo freddo per morire. La prima indagine di Contrera (Einaudi 2018) e Il delitto ha le gambe corte, Una nuova indagine di Contrera (Einaudi, 2019).

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: