Libri,  Libri per ragazzi e bambini,  Recensioni

Recensione: “Bufale Bestiali” di Graziano Ciocca, DeAgostini

Bufale Bestiali Book Cover Bufale Bestiali
Graziano Ciocca
libri per ragazzi
DeAgostini
2021
cartaceo, ebook
189

Gli elefanti vanno a morire nei cimiteri.

Non bisogna toccare gli uccellini caduti dal nido.

I conigli sono ghiotti di carote.

I cammelli hanno l'acqua nelle gobbe.

Le zanzare sono attratte dalla luce.

Giuste? Bé, no.

Parti per un viaggio curioso e sorprendente tra le panzane più diffuse sul regno animale assieme a un biologo e divulgatore scientifico che ti farà ridere a crepapelle!

 

 

“Il biologo è quel bambino che, cresciuto nel corpo, ha mantenuto la stessa meraviglia per la natura che aveva da piccolo.”

 

Bufale Bestiali” si potrebbe racchiudere così, con il grande amore e il grande stupore che l’autore ha per la natura. Per gli animali, nello specifico.

Ma sarebbe restrittivo, perché si, Graziano Ciocca è un biologo, letteralmente innamorato del mondo naturale che lo circonda, un divulgatore scientifico ed un eterno curioso, ma è anche un divertente narratore, spiritoso ed umoristico, che in semplici e brevi racconti riesce a spiegare tutte le bufale raccontate sul mondo animale.

E, già il caso che abbia scelto il titolo Bufale Bestiali per parlare di animali, chiarisce fin da subito il suo modo ironico e leggero di raccontare verità, spesso fraintese.

Per esempio, parliamo di qualcosa di concreto e popolare, di piccole certezze che abbiamo trapassato ai nostri figli, senza sapere chi ce le ha raccontate e dando per scontate che siano reali, quando, in verità, non lo sono per niente.

“Spegni la luce che si riempie la stanza di zanzare”

Quante volte abbiamo detto o abbiamo sentito dire questa frase? Migliaia. E passiamo le nostre estati al buio, per paura di essere punti da questi microscopici e fastidiosi insetti. I Ditteri, come ben specificato nel libro. 

Ma la luce non c’entra nulla, non è quella che attira le zanzare e ci fa pungere di continuo.

Non ci credete? Vi hanno sempre detto così? Beh anche a me. Ma è una bufala.

I Ditteri − eh si, qualcosa ho imparato leggendo queste pagine − sono guidate dalla nostra respirazione, captando anidride carbonica, a ben 35 metri di distanza; quando però arrivano abbastanza vicino, è l’odore della pelle che cercano.

Non la luce quindi, anche se sono certa che, nonostante sia scientificamente spiegata, sarà una di quelle informazioni che difficilmente potranno sostituire quelle acquisite nel tempo.

Un altro esempio?

Semplice.

“Per tenere lontani i gatti dai giardini bisogna mettere delle bottiglie di plastica trasparenti riempite d’acqua… perché i gatti odiano il riflesso, che appare nell’acqua”.

Bufala.

Ai gatti delle bottiglie di plastica non importa nulla, nessun problema con specchi, acque e cd.

Ci passano vicini, accanto o sopra, senza batter ciglio, o, come direbbe l’autore, in modo ironico, senza batter pelo.

Bufale Bestiali è, così, un viaggio fra il regno animale e le sue mille sfaccettature, analizzando le storie più assurde, raccontate da sempre, esaminando i motivi che hanno portato a crearle e spiegando, nel modo più semplice e divertente possibile, perché sono false.

Un bel percorso per scoprire qualcosa in più sulla natura, accompagnato da tante sorprendenti vignette, preparate ad hoc dal disegnatore Lorenzo De Felici, che allieta ogni pagina con le sue illustrazioni e spiega, con leggerezza e qualche battuta, questo affascinante mondo.

In fin dei conti non siamo anche noi degli animali leggermente più evoluti?

Forse si, visto che crediamo a tutti. E a tutto.

Questo libro ha catturato la mia attenzione dall’inizio alla fine, per il suo linguaggio scorrevole e per i mille collegamenti fatti con scienziati e zoologi di grande credito, come per garantire che quelle frasi così leggere hanno comunque basi scientifiche, facilmente riconoscibili.

Suddiviso in sei piccoli capitoli, che alleggeriscono una lettura già di per sé semplice, Bufale Bestiali rappresenta in modo chiaro un sistema attrattivo per i bambini e ragazzi che si avvicinano alla scienza ed alla zoologia, che vogliono conoscere gli animali e le loro caratteristiche più strane e particolari.

Un bel modo di scoprire la natura senza risultare noiosi o pesanti, un viaggio esplorativo divertente ed interessante.

Insegnamenti che fanno bene un po’ a tutti, che hanno sorpreso ed appassionato anche me.

E mai avrei immaginato che serpenti e cavallette mi avrebbero interessato in questo modo. Mai.

Graziano Ciocca ha il grande merito di aver trovato il modo giusto di approcciarsi a questi temi, raccontando le sue avventure da bambino e finendo sulle basi degli esperimenti scientifici, parlando di biologia e dello studio sugli animali, nello stesso modo in cui si parla di una partita di basket. Forse anche meglio.

Accostare scienza e fumetti divertenti funziona davvero. Ed appassiona davvero.

“Se anche voi vi sentite dei biologi in erba assecondate questa passione: non è necessario che diventiate scienziati, ma sicuramente svilupperete un sincero interesse per la natura che ci circonda, della quale noi stessi siamo parte.”

 

Ho letto davvero tanti libri per ragazzi della DeAgostini, e tutti mi hanno lasciato qualcosa su cui riflettere e di cui parlare.

Insegnamenti. Semplici e chiari insegnamenti.

O Bufale. Semplici ed incredibili Bufale.

Non ci credete? Provate a leggerli allora!

Non riuscirete più a smettere.

 

Gli autori

Graziano Ciocca è un biologo e divulgatore scientifico. È presidente dell’Associazione Culturale G. Eco, formatore docenti per DeaScuola, si occupa di diffusione della cultura scientifica nelle scuole e con il grande pubblico, e partecipa a manifestazioni e festival scientifici in tutta Italia. Con il suo primo libro, “I tori odiano il rosso”, ha vinto il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica nella categoria under 35.

Lorenzo De Felici lavora come colorista, scrittore e disegnatore di fumetti in Francia, Italia e USA. Nel 2013 disegna “Drakka” e nello stesso anno crea “Le geniali invenzioni del Professor Caspita!”, una serie di strisce umoristiche. Nel 2015 è la volta di “Infinity 8”, mentre dal 2017 è al lavoro sulla serie regolare “Oblivion Song” fumetto fantascientifico USA di cui è co-autore insieme a Robert Kirkman, il creatore di The Walking Dead.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: