Senza categoria

Recensione: “Brave persone” di Cosimo Buccarella, Ed. Ioscrittore

Brave persone Book Cover Brave persone
Cosimo Buccarella
Narrativa contemporanea
Edizioni Ioscrittore
28 novembre 2019
cartaceo, ebook
287

Un racconto triste dai toni molto forti, violenti e disperati. Una coppia come tante altre, Matteo e Maddalena (Lena) insieme dai tempi della scuola. Un amore nato con tutti i migliori propositi, purtroppo sgretolatosi per mancanza di dialogo, di coraggio e l’enorme sbaglio di pensare che un figlio potrebbe salvare il loro rapporto già malato. L'incoscienza di un maschio che per strafottenza e meschinità farà soffrire le persone che lo circondano.

 

“Anche normale è un’etichetta. E il più delle volte la assegniamo alle cose per non pensarci troppo su. In certi luoghi del mondo è normale che ci sia ancora un muro che separa i buoni dai cattivi.”

Costretto in un letto d’ospedale a seguito di un grave incidente, Matteo si ritrova a considerare la sua miserabile esistenza. Durante la lunga degenza, l’autoanalisi è l’unico modo per non pensare alle interminabili giornate in quel luogo dalla fredda atmosfera e riconsiderare i veri valori della propria vita. Matteo vive un matrimonio ormai sull’orlo del baratro, come d’altronde lo è tutta la sua esistenza, con Lena.

Matteo e Lena si conoscono da sempre, il loro incontro risale ai tempi della scuola; sono trascorsi talmente tanti anni che Matteo non si ricorda neanche più se la loro unione fosse stata mai felice. Tanti ricordi del periodo del Liceo riaffiorano nella sua mente. L’infatuazione per Maddalena, il loro primo bacio. Purtroppo nel corso degli anni la quotidianità pesa sul loro rapporto, l’atmosfera della coppia si dissolve e l’empatia svanisce.

Ecco che come sempre capita, per paura di confrontarsi, di parlarsi magari anche scontrandosi, la coppia “inciampa” nel misero mondo del tradimento, costruito su vigliaccheria e irrispettosità. Automaticamente Matteo si trasforma in uno di quella maggioranza di uomini inutili, i quali, in un’amante cercano solo il coinvolgimento sessuale tentando nel frattempo di preservare il matrimonio.

Eccolo adesso fra due donne, Lena e Arianna ognuna con il proprio passato… ognuna con i propri dolori nell’anima e nel corpo; alcuni, i peggiori, procurati dal viscido genere maschile, immondi personaggi che popolano purtroppo questo pianeta.

 

 

“Perché solo se puoi aiutare qualcuno a esprimere se stesso, se puoi spingerlo a vivere la vita che sa di voler vivere, allora la tua esistenza ha uno scopo.”

 

Lo squallore della scelta di Matteo… una scelta non solo sbagliata ma anche disumana, unicamente per ripulirsi la coscienza di un atto già di per sé indifendibile, senza scrupoli di alcun genere rischiando così di distruggere la vita di tante persone.

L’unica Brava persona in questo romanzo è Franco, il vicino di letto di Matteo in ospedale. Franco, persona molto semplice con l’hobby delle parole crociate instaura con Matteo un’amicizia sincera e senza volerlo gli farà capire le vere ricchezze che la vita ci offre, confidandosi con lui.

L’autore affronta temi dolorosi come la violenza fisica e psicologica nella coppia, la mancanza di coraggio nell’affrontarsi e l’enorme sbaglio di troppe donne di annullarsi, di perdere totalmente la propria dignità per tenersi stretto un essere viscido e subdolo di genere maschile, unicamente in grado di far soffrire il prossimo.

Lo stile adottato da questo bravissimo autore è pulito, scorrevole e intelligentemente ironico soprattutto   nel descrivere momenti psicologicamente difficili da superare da parte del protagonista.

Con estrema bravura, l’autore descrive ogni sfumatura caratteriale ed emotiva di ogni personaggio, riuscendo a catapultarci nella scena, soffrendo e subendo insieme a loro.

Un racconto intenso, narrato magistralmente, perché ogni emozione nascosta fra le pieghe dell’anima, viene analizzata, scrutata, sviscerata.

Sono stata particolarmente colpita dalla cura dei dettagli e di come l’autore abbia proseguito ad averne cura usando anche il protagonista, il quale afferma che spesso in un rapporto, i dettagli sono molto importanti poiché avvicinano intensamente all’altra persona.

Il tema dell’adulterio e della violenza nella coppia viene trattato in modo molto esplicito da provocare nel lettore un miscuglio di rabbia e sofferenza.

Tutto il ritmo del romanzo è trascinante e perfettamente sincronizzato alle emozioni che suscita. Sorprendentemente mirata, la scelta della terminologia degli stati d’animo che affascinano, arrivandoci dritti al cuore.

Personalmente ho letto questo racconto col tormento nell’animo e tanta rabbia, avendo già una immensa e totale avversione verso il genere maschile, questo mio sentimento si è ulteriormente rafforzato…

Consiglio comunque questo romanzo per la sua perfetta esecuzione ma con un’avvertenza alle persone troppo sensibili.

Beatrice Castelli

 

 

 

Cosimo Buccarella è autore di romanzi e racconti. Vive a Lecce. Quando non è impegnato con la scrittura, progetta e realizza Escape Room per LeccEscape.

Béatrice Castelli vive a Torino, cresciuta a Parigi fino all’età di 17 anni, coltiva sin dall’età di otto la passione per la lettura e quella della scrittura. A dieci anni leggeva Crime et Châtiment  di  Dostoïevski,  preso per caso dalla fornitissima  biblioteca di suo padre, senza sapere ancora nulla di questo scrittore. A 17 anni, con tutta la famiglia si stabilisce in Italia a Torino, dove dovette imparare l’italiano. Lo studio per la letteratura italiana l’appassiona in fretta, come da piccola per quella francese, iniziai così a scrivere pensieri in entrambe le lingue. Ha frequento l’interpretariato di Torino con il desiderio di tradurre libri per la sua casa editrice preferita: l’Adelphi. Purtroppo incontra sul suo cammino molte difficoltà per arrivarci e così si ritrova a tradurre testi tecnici per nulla entusiasmanti… L’amore per la scrittura l’accompagna da sempre.  Non avendo mai nessuno a chi confidare i suoi pensieri, scrive per se stessa. Ha pubblicato, per due case editrici, poesie d’amore in due diverse raccolte, una per Segnidartos l’altra per Rupe Mutevole Ed. e una favola per bambini sempre per Rupe Mutevole. In alcuni siti letterari ha pubblicato inoltre dei racconti brevi. In questo momento ha un romanzo già ultimato nel cassetto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: