Erotico,  Libri,  Recensioni

Recensione “Black light” di Melanie Breath, Salani editore

Black light Book Cover Black light
Light Dilogia
Melanie Breath
Erotico
Salani editore
ebook
296

E’ più facile comprarmi che amarmi. Conquistarmi poi, una missione suicida. Ho solo ventun’anni ma so perfettamente cosa voglio dalla vita. Ricchezza e potere, a questo miro. L’amore lo lascio a chi non ha obiettivi da raggiungere. Sono cinica, lo so, e ne vado fiera. Ho aperto gli occhi cinque anni fa e nessuno riuscirà a farmeli chiudere di nuovo. Non abbasserò lo sguardo neppure per guardarmi le scarpe perché basta un attimo a cambiarti la vita. E io ne so qualcosa. Mi hanno resa fredda, calcolatrice, diffidente, però, non lasciatevi ingannare dalle apparenze perché sono anche peggio. “Luce” è il mio nome ma la mia anima è nera come la notte, come il buio che mi compone. Starete pensando che sia meglio starmi lontano, non sbagliate. Troverò un modo per distruggervi. Fosse l’ultima cosa che faccio. Perciò, cari signori, vi consiglio di stare alla larga. Sarò io a cercarvi quando e se ne avrò bisogno. E una volta usati vi getterò senza pietà.
Uomo avvisato mezzo salvato, ma non fate affidamento sulla mia clemenza.

 

“Luce è il mio nome ma la mia anima è nera come la notte, come il buio che mi compone….”

Difficile fare la recensione: mi ha entusiasmato la storia, ben pensata e narrata, ma mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca il finale.

L’incipit parla di un romanzo con scene di sesso molto esplicite, ma sinceramente non ho trovato così sconvolgente quanto veniva descritto.

Daniell e Luce, i protagonisti, sono ben delineati e, nonostante un passato fatto di luci ed ombre, si fanno amare dal lettore.

Mi hanno dato un leggero “fastidio” l’alternarsi, ad un certo punto del libro, le vicende narrate al presente con i flashback relativi alla vita di Luce; sicuramente sono serviti a delineare il personaggio e a spiegare il perché di alcuni suoi atteggiamenti verso gli uomini che in questo modo sono apparsi più chiari.

Avrei preferito una maggiore interazione con i personaggi, anche se secondari, che si incontrano nei primi capitoli e che ogni tanto, ma sporadicamente, fanno nuovamente capolino tra le pagine; comprendo che alcuni di essi non sarebbero stati di facile collocazione nel dipanarsi della trama.

Una storia d’amore atipica e, anche se nel complesso possiamo definirla “romantica”, non è la solita manfrina stucchevole ma anzi è molto dinamica e varia.

(Recensione a cura di Cristina)

AUTRICE
Melanie Breath

Melanie Breath nasce nel 1990 in un piccolo paese della Campania, in cui vive tutt’oggi insieme al suo compagno e alla sua inseparabile cagnolina. Ha da sempre una passione smisurata per la lettura, in particolare dei romanzi rosa, e grazie a “Black Light” ha intrapreso il suo percorso come scrittrice. È molto legata alla sua famiglia e ama cucinare.

Leggo per diletto qualsiasi genere; è sempre stata una mia grande passione. Di una lettura mi colpisce sia una bella trama che una scrittura ricercata. Un romanzo rosa, un romanzo storico, della narrativa contemporanea non importa basta che non sia... fantasy! Il mio primo libro è... Eterno

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: