Fantasy,  Recensioni

Recensione: “Aotheria: Il destino di Shyn” di Flavio Rosa, Self-publishing

Aotheria: Il destino Shyn Book Cover Aotheria: Il destino Shyn
Flavio Rosa
fantasy
Self-publishing
dicembre 2020
cartaceo, ebook
332

Aotheria, un continente un tempo pacifico e ordinato, oggi sull’orlo del collasso.
Un territorio inesplorato per Shyn, che nel giorno del suo ventesimo compleanno, stufo di una falsa verità, scopre il suo passato andato perduto.
Una scelta difficile da accettare lo porterà ad esplorare nuove frontiere, per lui considerate inaccessibili. Nuovi e vecchi compagni si uniranno al suo viaggio, facendogli scoprire il resto del mondo, molto più complesso di quello che poteva immaginare.
Potrà fidarsi o lo tradiranno alla prima occasione? Il duro addestramento sarà sufficiente per affrontare i pericoli a cui andrà incontro? Riuscirà a compiere il suo destino?
Queste e molte altre domande tormenteranno le sfide che si presenteranno sul suo cammino.

 

«La passione per la letteratura, in particolare per il genere fantasy, mi accompagna sin dall’adolescenza – ci racconta Flavio – Si tratta di una realtà molto diversa da quella che ho vissuto con i miei studi, strettamente connessa al mondo scientifico. Tuttavia, questo divario non mi ha mai spaventato; anzi, è stato per me l’input per sperimentare qualcosa di nuovo, la scrittura, e tentare di realizzare un mio grande sogno».

 

Inizio la recensione di Aotheria: Il destino di Shyn di Flavio Rosa proprio con le parole di questo giovane autore, che ha fatto della sua passione per il fantasy, un mezzo per relazionarsi ai lettori altrettanto amanti del genere. E, a mio parere, il lavoro è stato ben fatto. Ma diamo inizio alla recensione, per comprendere qualche aspetto in più di questa storia, che mi ha molto entusiasmata.

Il Mondo di Shyn, da sempre creduto luogo pacifico e bello, sta per frantumarsi in mille pezzi. La verità sul suo mondo non è quella che ha creduto fin dall’inizio.

Nel giorno del suo compleanno, giorno che non dimenticherà mai perché sarà il giorno in cui la sua vita cambierà per sempre, verrà a conoscenza di una terribile verità che lo condurrà oltre il mondo da lui conosciuto, e non per iniziare un’incredibile avventura.

Aotheria rappresenta un nuovo mondo fantastico, molto diverso, da quello che conosciamo o di cui abbiamo letto sui libri. Ciò che ci colpisce molto è la sua bellezza mozzafiato, che si scandisce su diversi piani, man mano che si va avanti con la storia.

Le descrizioni dei paesaggi, che l’autore ci regala, sono così dettagliate e intense da suscitare nel lettore l’irrefrenabile desiderio di voler visitare questo mondo anche nella via reale. E non è tutto: la “realità” con cui queste descrizioni vengono portate avanti fa immedesimare a tal punto il lettore che si ha l’impressione di essere stati effettivamente catapultati in questi ambienti grazie ad una macchina del tempo.

Lo stile dell’autore è molto piacevole: semplicità e chiarezza sono le sue armi migliore, unitamente alla fantasia ovviamente! E ringrazio Flavio Rosa per l’epilogo che mi ha lasciata non sulle spine… di più!

Spero, infatti, di poter leggere il prima possibile le avventure di Aoetheria, Shyn e degli altri protagonisti in un secondo volume, dato il gran numero di domande che ci ha lasciato il finale! E in attesa del secondo capitolo (si spera!!!!) non ci resta che conservare Aotheria nel cuore e nella nostra mente, in attesa di tuffarci nuovamente al suo interno

Aotheria è tutto: avventura, tradimento, verità, pathos e molto altro ancora. Vi piacciono storie del genere?

 

 

L’autore

Flavio è laureato in Ingegneria energetica nucleare, ma da molto tempo coltiva la passione per la scrittura (e la lettura). Insegnante di sostegno al Baldessano-Roccati di Carmagnola e animatore all’oratorio di Salsasio, è amante dei viaggi e delle belle avventure, che condivide con sua moglie, Jessica. L’ultima, durata sette mesi, è stata in Nuova Zelanda, nel 2018, in cerca di un nuovo lavoro. È lì che Flavio, liberamente ispirato dal paesaggio e dall’incontro con una cultura diversa, capisce che la letteratura e l’insegnamento sono la sua vera strada…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: