La Bottega è...,  Romanzo Rosa

Recensione: Alla fine dell’orizzonte di Stella Bright, Triskell Edizioni

Alla fine dell’orizzonte Book Cover Alla fine dell’orizzonte
Stella Bright
Romanzo rosa
Triskell Edizioni
8 febbraio 2015
Kindle
83

Una vacanza in Scozia, due giovani donne in cerca di avventura in un luogo che è il sogno di una vita.
Destino, predestinazione, fortuna? Chissà. Fatto sta che faranno un incontro inaspettato.
Due storie d’amore diverse, come diverse sono le personalità dei protagonisti, ma con lo stesso epilogo sullo sfondo dei suggestivi paesaggi di Scozia dove passato e presente sembrano confondersi.

Stella Bright  fin da bambina, quindi tanto tempo fa, ha sempre riservato ai libri un posto speciale; merito del suo papà che le ha trasmesso questo amore. Scrivere quindi era un sogno nel cassetto che a lungo ha tenuto nascosto, ma che ultimamente ha osato realizzare e per fortuna l’ha fatto cosicché il papà ha potuto vedere almeno l’inizio della sua avventura, prima di andarsene.
Siccome è sempre stata un maschiaccio, adora il rugby che consiglia vivamente a chiunque soprattutto alle donne; se non altro potranno godersi la vista di autentici Bronzi di Riace semoventi su un campo d’erba! Ma c’è una vena romantica in lei: Stella è scozzese nel cuore e nell’anima. La Scozia, inspiegabilmente, è parte di lei… ma questa è un’altra storia.

“Un battito di ciglia e stavano sorvolando le Alpi che da lassù sembravano enormi pandori appuntiti ammassati su di un immenso piatto di portata, cosparsi da un’incredibile quantità di zucchero a velo e panna montata. Allettanti. Magnifiche.”

Alla fine dell’orizzonte è un libro totalmente diverso da quelli che ho letto precedentemente di Stella Bright, mentre negli altri vi era una storia più articolata con numerosi comparse a gravitare intorno ai protagonisti, in questo romanzo i personaggi sono solo quattro.
Francesca molto femminile: alta con curve morbide, la pelle di alabastro che contrastava i lunghi capelli neri. Una ragazza spontanea ma che nasconde uno spirito guerriero, è testarda e determinata e poco incline allo scherzo, essere presa in giro non lo sopporta. In un certo senso mi ricorda molto Glenna di “Perché proprio a me” sempre della Bright.
Senna, sembra un folletto: esile e minuta, i corti capelli rossi sempre spettinati, “il naso spruzzato di efelidi, le orecchie trafitte da numerosi orecchini in acciaio, ma sotto la corazza scorreva una vena romantica e appassionata che concedeva solo a pochi privilegiati” mi permetto di utilizzare le stesse parole del libro in quanto descriverla con altri termini non renderebbe l’idea.
Roran: “Alto e imponente, i capelli di un rosso cupo raccolti in una coda; persino le sopracciglia sottili erano rosse come la chioma, e i lineamenti del viso così decisi da sembrare scolpiti.”
Ian: atletico, muscoloso al punto giusto, i capelli biondi “sembrava uscito da una torrida fantasia femminile, quelle in cui il maschio di turno è un virile carpentiere o un cowboy o un pompiere, insomma quelli che fanno sciogliere ogni donna appena muovono un muscolo.”
Come potete ben immaginare il loro incontro “fortuito” genererà scariche elettriche molto intense.
È un libro pregno d’amore e di dolcezza ma sinceramente ho preferito la descrizione, quasi dipinta, del paesaggio e dei luoghi visitati che fanno innamorare il lettore della Scozia rispetto alla storia, che non me ne voglia Stella, non mi ha entusiasmato più di tanto.

 

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: