Libri,  Recensioni

Recensione: Alchimia di Anna Pulinaro

Alchimia Book Cover Alchimia
Anna Plinaro
Romanzo rosa
self published
2 maggio 2018
ebook, cartaceo
126

"Sono così stanca di starmene qui, schiacciata dalle mie paure. Te ne sei andato senza dirmi niente...ma continuo a sentirti in questa casa, e non fai altro che ferirmi con il ricordo della tua voce". L'animo di Alice viene scosso da frammenti di ricordi, quelli che un giorno le hanno visto strappare la felicità dalle mani e ancora una volta il suo coraggio viene messo a dura prova dal passato. Un incubo si è abbattuto sulla sua vita, e rimasta sola si troverà a chiedere aiuto a chi tesse una ragnatela di bugie intorno a lei. Riuscirà a superare la sua paura più grande e riportare l'amore nella sua vita?

 

Se cercate storie con miele e cuoricini non comprate i miei, perché di certo troverete si l’amore, ma sarà un amore che vi lascerà una traccia sul cuore e una nella mente

Anna Pulinaro

RECENSIONE

Alice e una vita schiacciata dai ricordi, ricordi di un passato che non la lascia, anzi torna prepotente a spezzare un debole equilibrio che la ragazza ha trovato nella sua giovane famiglia. Questo il sunto del romanzo di Anna Pulinaro. L’autrice è spesso alle prese con drammi esistenziali che, purtroppo, caratterizzano la nostra società; l’abbiamo trovata in una situazione analoga a questa di Alchimia nel suo precedente romanzo Prigioniera di me stessa. Anche questa volta il testo è ben sviluppato, i contenuti autentici e toccanti tengono incollato il lettore fin all’ultima riga; il colpo di scena ben inserito ed assolutamente inaspettato è la carta vincente del romanzo che non definirei rosa ma un continuo altalenarsi di generi che ben si miscelano tra loro. Alice e la sua fragilità che ben la identifica sono il perno del romanzo, attorno a lei il marito a cui si appoggia con tutte le sue forze ma a sua volta bisognoso d’aiuto. La loro vita, apparentemente divenuta tranquilla, è segnata dal ritorno di Caterina, personaggio negativo che entra in scena nella seconda parte del romanzo in modo alquanto prepotente; anche se i passaggi in cui è presente sono pochi, è ben integrata nelle vicende e nella conclusione.  La nota dolente del romanzo sono purtroppo i refusi e qualche ripetizione che danno sicuramente fastidio ad un lettore attento.

Un’osservazione riguardo la cover: mentre la frase riportata “lentamente muore chi distrugge se stesso”, possiamo ritenerla esplicativa dello stato d’animo, non solo di Alice, la scelta di un primo piano maschile non la trovo completamente inerente a ciò che troviamo poi nella trama del romanzo.

 

AUTORE

ANNA PULINARO

Anna Pulinaro, nasce e vive a Napoli con il marito e la figlia. E’ titolare di una piccola azienda di bomboniere che gestisce insieme al marito ma la sua passione è assolutamente la scrittura, legge tantissimo anche quando è molto stanca e l’idea di scrivere è venuta a suo marito che ha sempre creduto in lei e l’ha spronata e per questo non può che ringraziarlo.

 

Leggo per diletto qualsiasi genere; è sempre stata una mia grande passione. Di una lettura mi colpisce sia una bella trama che una scrittura ricercata. Un romanzo rosa, un romanzo storico, della narrativa contemporanea non importa basta che non sia... fantasy! Il mio primo libro è... Eterno

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: