Recensioni

Recensione: “A tempo di tango. Scacco matto a Buenos Aires” di Mario Abbati, Bookabook

A tempo di tango. Scacco matto a Buenos Aires Book Cover A tempo di tango. Scacco matto a Buenos Aires
Mario Abbati
Narrativa contemporanea
Bookabook
23 giugno 2020
cartaceo, ebook
246

Il Tempo che governa i passi del tango e il corso ordinato degli eventi, all’improvviso, inizia a prendersi gioco del maestro di ballo Toni de Mastrangelo: la sua vita perde ritmo e logica, trascinandolo in una caotica partita a scacchi di cui lui non conosce le regole. La sua fidanzata, la sua auto, la sua scuola di tango danno infatti segni di cedimento sospettosamente sincronizzati, spingendolo a trovare finalmente il coraggio di volare verso il luogo mitico per ogni tanghèro: Buenos Aires.

Bussola disorientata di questo viaggio è il Pangioco, una versione alternativa degli scacchi creata dal misterioso artista argentino Xul Solar, amico intimo di Borges, e acquistata per caso da Toni.

Da questo strano gioco il protagonista verrà trascinato in una sequela di inganni, pericoli e rivelazioni, insieme a collezionisti di tarocchi, un poeta postavanguardista, una conturbante massaggiatrice, un gatto psicologo e un maestro di tango che non balla.

 

“Si è rotto il galleggiante della mia vita”

 

Quante volte abbiamo pensato o detto a noi stessi che “il galleggiante della nostra vita” è andato in mille pezzi o ha subito un danno irreparabile? Tante, ne sono certa… Questo accade ogni volta in cui perdiamo o ci vediamo sfuggire di mano le certezze che pensiamo costernino le nostre vite. Quelle persone, situazioni o cose su cui basiamo molto di noi stessi e su cui investiamo le nostre forze ed energie… e anche le nostre speranze!

E così è successo anche al protagonista di “A tempo di tango. Scacco matto a Buenos Aires” di Mario Abbati, Toni de Mastrangelo: un maestro romano di tango, compagno di Natalie, soddisfatto della sua vita, o almeno così pensa. Basta una distorsione al “galleggiante” per far sgretolare tutto. Natalie lo lascia, stanca dei silenzi tra loro, della monotonia e dell’amore ormai svilito; la sua scuola di ballo non può più colmare i vuoti della sua vita a causa di iter burocratici ostili; l’amicizia in cui sperava di trovare supporto e forza, incasina ancora di più il tutto.

«La sincronicità è quando pensiamo o sentiamo qualcosa con intensità e l’universo intorno a noi ci risponde con eventi precisi. Che ne so, tu che pensi a una persona che non vedi da anni e quella ti si presenta davanti appena svoltato l’angolo. Oppure tu che guidi con la radio accesa, parte il ritornello di una canzone e ti accorgi che riproduce con esattezza il pensiero che ti girava in testa.»

Il pangioco di Xul Solar | Fondazione Elia SpallanzaniEh si, mancava il Pangioco in tutto questo vortice! Un mezzo in cui Toni voleva trovare consolazione diventa la causa di ulteriori problemi, ma anche fulcro di un’importante trasformazione. Una trasformazione prima di tutto nelle scelte: dopo anni di accomodante vita abitudinaria, finalmente Toni si decide ad andare a Buenos Aires, la patria del tango, in cui lui eccelle ma di cui non ne è più consapevole. Una trasformazione sociale: Toni deve agire per il bene della cultura e lotterà in prima persona affinché questo avvenga. Una trasformazione interiore: il nostro protagonista, da asettico e secondario personaggio della propria vita ne diventa il protagonista.

Uno dei messaggi che ho apprezzato del libro è sicuramente il senso di rivincita personale che permea Toni. In realtà, lui non è affatto conscio di quanto stia cambiando: è il lettore a rendersene conto, grazie soprattutto alla bravura dell’autore nel saper intrecciare complesse trame di relazioni e storie con l’interiorità del protagonista, che procede in parallelo con tutto il resto che viene narrato. E questo accade senza alterare il corso degli eventi (invero già dinamico di suo).

Il tango tra storia e passione - Palestre Body StudioRiuscirà il nostro eroe a portare a termine la sua missione? Non posso svelarvelo, ovviamente. Ma una premessa posso farvela: la missione non sarà una sola. Una missione la conosceremo; tante altre, di cui Toni si ergerà a comandante, le comprenderemo solo nel corso della lettura, se non alla conclusione.

Interessante il genere: come dicevo, ci sono diversi piani di narrazione, dove nulla manca. Sono presenti la narrativa, la suspense, il mistero, la psicologia interiore, la società, la cultura. Ho apprezzato molto anche i tecnicismo sul tango e le informazioni che l’autore ci dà sui fatti storici in cui la narrazione si cala (si pensi alle origini del Pangioco e al personaggio storico di Borges). Anche i personaggi che si incontrano nel corso della storia sono molti: ognuno ha un ruolo e ognuno si scoprirà essere in qualche modo collegato all’altro.

“Quando i miei occhi la centrano, non posso fare a meno di ricordare la busta omologa che l’altra sera, a Los Bohemios, gli ho visto ricevere dall’uomo smilzo. Mi chiedo se abbia una relazione con la misteriosa attività che deve svolgere e per colpa della quale si è visto obbligato a sospendere la lezione”

La narrazione è intrisa di pathos; tutto risulta intenso, comprese le descrizioni sia dei luoghi che dei personaggi. Presente è anche il loro aspetto psicologico: il lettore riesce a comprendere i sentimenti e le intenzioni dalla tecnica dei discorsi diretti, pur senza poterne ascoltare i toni.

Tutto questo viene gestito dall’autore con uno stile molto pulito e chiaro e nel rispetto di quella sincronicità a lui molto cara, come si potrà evincere dalle pagine del libro. Tutto accade per caso, ma tutto si rivela essere intrinsecamente necessario e collegato. E questo è, a mio parere, ciò che rende affascinante l’intera storia. A coronamento di ciò, lo scacco matto del protagonista costituisce la vera vittoria di tutto il romanzo.

E tra i nostri lettori c’è qualche appassionato di tango come il nostro autore???

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: