Svelata la cinquina finalista, in attesa del vincitore della prima edizione del premio DeA Planeta.

Numerosi i candidati che han risposto al bando di DeA Planeta: oltre 1169 opere, di cui 208 presentate da autori sotto pseudonimo. I generi che hanno prevalso sono stati narrativa noir e thriller, fantasy e storie vere.

Una prima selezione operata dal comitato di lettura designato da DeA Planeta Libri, che ha letto e valutato tutte le opere ammesse al concorso, ha condotto alla seguente cinquina di finalisti:

  • La marocchina di Silvia Bottani
  • La congregazione di David Mancini (pseudonimo)
  • Io sono luce di Rosa Matteucci
  • L’esercizio di CP (pseudonimo)
  • Nel silenzio delle nostre parole di Diego Tommasini (pseudonimo)

La giuria è composta da Massimo Carlotto (scrittore), Marco Drago (presidente Gruppo De Agostini), Claudio Giunta (docente e scrittore), Rosaria Renna (conduttrice radiofonica e televisiva) e Manuela Stefanelli (direttrice Libreria Hoepli).

L’opera vincitrice verrà annunciata lunedì 15 aprile nel corso della cerimonia di premiazione che si svolgerà in serata presso il Blue Note di Milano, tempio mondiale del jazz.

La premiazione sarà l’occasione per una serata speciale dedicata alla lettura con incontri e spettacolo affidati ad Andrea Delogu e Neri Marcorè. Ad accompagnarli le note della jazzista catalana Andrea Motis e la cena curata dello chef stellato Stefano Cerveni e servita dalla Scuola Oliver Twist di Cometa.

Il vincitore sarà premiato con un montepremi di 150.000 euro e la pubblicazione a maggio del suo romanzo. L’opera, infatti, verrà presentata in anteprima al Salone Internazionale del Libro di Torino, cui seguirà un intenso tour di presentazioni.

Inoltre, il romanzo vincitore sarà pubblicato in lingua spagnola presso case editrici del Gruppo Planeta e verrà tradotto in lingua inglese e francese per essere proposto a editori internazionali di quei mercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: