Cercasi amore a tempo pieno Book Cover Cercasi amore a tempo pieno
Zara Raheem
Romanzo rosa
Newton Compton Editori
25/07/2019
ebook, cartaceo
288

I genitori di Leila Abid sono molto legati alla tradizione. Per loro è inaccettabile che la loro figlia, a quasi trent’anni, non sia ancora sposata con un bravo ragazzo. Ma Leila ha passato la vita a sognare un grande amore come quello dei suoi adorati film di Bollywood. Secondo lei la scintilla dovrebbe scattare prima del matrimonio, e non dopo! Il problema è che del colpo di fulmine ancora non si vede neanche l’ombra e l’insistenza dei suoi genitori comincia a renderla piuttosto nervosa. Possibile che il problema siano le sue aspettative troppo alte sull’amore? Forse è davvero arrivato il momento di guardarsi intorno. E così, stringe un patto con i suoi genitori: avrà tempo fino alla festa del loro anniversario di nozze, alla quale mancano tre mesi esatti, per innamorarsi. In caso contrario, accetterà un matrimonio combinato. In una corsa contro il tempo tra appuntamenti al buio, siti di incontri e speed date, Leila dovrà fare del suo meglio per trovare a tutti i costi “l’uomo giusto”. 

“Dedicato a tutte le donne a cui è stato detto di non essere all’altezza”.

 

 

Non aspettatevi il classico romanzo rosa, ve lo dico subito per un semplice motivo, ovvero perché potrebbe piacere anche ai non amanti del genere!
Chi predilige i romance invece non deve preoccuparsi, nonostante la mancanza di alcune caratteristiche, è una lettura leggera, simpatica e la parte romantica non mancherà anche se in una forma diversa e che ho apprezzato tantissimo.

Leila è una ragazza di 26 anni indiana, musulmana legata alle tradizioni (ma non troppo) e nata in America dove i genitori si sono trasferiti subito dopo il matrimonio.
E’ una ragazza semplice, simpatica, lavora come insegnante di inglese nonostante sia un lavoro poco considerato nella sua cultura di origine;  in India sono infatti preferite professioni differenti  come ingegneri, medici e categorie simili.

I genitori di Leila si sono trasferiti in America per cercare fortuna e, così come da tradizione, la loro unione avvenne pochi giorni dopo essersi conosciuti…
Ebbene si, secondo la loro logica, ci si sposa senza essere innamorati poiché l’amore arriva con il tempo e va coltivato giorno per giorno.

Nonostante segua Leila l’educazione imposta dalla cultura, non ne condivide il pensiero,  è convinta che il matrimonio sia come descritto nei film di Bollywood ovvero amore a prima vista e prima del fatidico “si” con uomini perfetti sotto ogni punto di vista (ne citerà alcuni che potete trovare nel web anche se decisamente opinabili e lo dico da appassionata di Bollywood, c’è di meglio).
Questa sua visione la porterà a numerosi primi appuntamenti che non avranno in molti casi una replica!

“Leila, beti, in realtà non sarai mai in grado di conoscere pienamente una persona. A prescindere da quanto tempo ci passerai insieme. Anzi, più tempo passi con una persona, più scopri cose che non vanno. Questo è il motivo per molte persone continuano a frequentarsi senza mai sposarsi”

Dopo il susseguirsi di fallimenti i genitori le danno un ultimatum entro cui dovrà trovare marito altrimenti ci penseranno loro e non avrà modo di opporsi!

Nonostante la loro intromissione, i genitori di Leila sono simpatici, la madre è fenomenale, le organizza appuntamenti senza che nemmeno se ne accorga, le presenta possibili mariti; è estremamente invadente ma allo stesso tempo è fantastica! Se fosse mia madre sarei impazzita ma dall’esterno è difficile non avere simpatia per lei.

“Devi farti da parte e fidarti dell’amore, Leila. Con il tempo imparerete a migliorare e a rispettarvi.E presto il rispetto si trasformerà in amore. Questo tipo di evoluzione non può concludersi prima del matrimonio. Non avviene dal giorno alla notte. Cresce con il passare del tempo e diventa sempre più forte, ed è questo il motivo per cui poi dura”.

La madre la trascinerà anche in India per il matrimonio della cugina, questo le servirà per dare una bella svolta alla storia, Leila si scontrerà con una dura realtà che le darà modo di riuscire a capire quale strada dovrà prendere la sua vita.

“Talvolta dobbiamo lasciar perdere le aspettative legate alla nostra cultura per poter spianare la strada verso il futuro. Oppure, a volte, il lieto fine consiste semplicemente nell’andare avanti”

Arrivata alla scadenza e con la pressione che piano piano se ne va, si rende conto di ciò che sono stati effettivamente i 3 mesi di ricerca, un carico di tensione, pressione ed eccessiva concentrazione su se stessa dimenticando chi le stava intorno.
Tutto ciò la porterà ad un finale inaspettato che aprirà le porte a qualcosa di diverso e onestamente spero anche ad un altro libro.

La storia è sviluppata molto bene, non mancano i momenti di riflessione cosi come quelli divertenti. L’ambientazione e i personaggi sono ben descritti cosi come è stato bellissimo scoprire dettagli di tradizioni e usanze diverse pagina dopo pagina senza appesantire la lettura.

Consigliatissimo come detto all’inizio, anche anche per chi non è amante del genere rosa, sarà una bellissima scoperta.

 

Cristina Zenoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: