Vladek e Castel Zann Book Cover Vladek e Castel Zann
Chiara Ba
libri per bambini e ragazzi
WriteUp Site
1 luglio 2020
cartaceo
340

 

Chiara Ba ci propone – e noi con lei – una lettura per ragazzi a dir poco entusiasmante! “Vladek e Castel Zann” per la rubrica NOI PER VOI

 

Londra, 1895.

Il giovane Terence e sua sorella Prissy, insieme ai cugini Melissa e Gregory, ereditano la comproprietà di Castel Zann, nei Carpazi. Decidono quindi di mettersi in viaggio per prendere visione del castello. Con loro parte anche Tabitha, l’insopportabile e autoritaria fidanzata di Terence.

Arrivati al paese prossimo a Castel Zann, scoprono che nessuno degli abitanti sembra disposto ad accompagnarli nell’ultimo tratto del viaggio; anzi, i paesani cercano inutilmente di convincerli a tornare in Inghilterra. Dal castello giunge però una carrozza che li conduce alla loro meta.

Fanno così la conoscenza di Vladek, il signore del luogo, e degli altri abitanti il castello. Quel che i giovani ignorano è che nessuno di loro sia un normale essere umano: Vladek e i suoi congiunti, suo fratello e un nipote, sono vampiri, mentre la governante Petra e il cuoco Rupert sono dotati di poteri magici. Abitano al castello anche un maggiordomo e una cameriera, che non sembrano del tutto umani; l’animaletto di casa risulta essere un lupo, Astarotte, che fa subito amicizia con Prissy.

Apparentemente, Vladek si mostra come un amabile padrone di casa. In realtà, lui mette subito gli occhi, e pure le zanne, su Melissa: il suo scopo è quello di berne il sangue, ma anche quello di far ingelosire Petra, con cui ha avuto una tormentata storia d’amore. Mentre Vladek si dedica a Melissa, suo fratello Nikolaj invece prende di mira l’insopportabile Tabitha, terrorizzandola e giungendo persino a rapirla e chiuderla nelle segrete. Il terzo vampiro, Mihail, timido e complessato, intreccia una relazione sentimentale con l’altrettanto timida e impacciata Prissy. Terence tenta inutilmente di difendere sorella, fidanzata e cugina dai “mostri”. Con orrore viene a scoprire la vera identità di Vladek, e arriva a cercare di tendergli un agguato facendosi trovare nel letto di Melissa, vestito con camicia da notte e cuffietta; finirà azzannato da Vladek, che poi sputerà disgustato il suo sangue, trovandolo imbevibile. Nonostante la loro rivalità, si capisce che i due uomini provino una sorta di ammirazione l’uno per l’altro.

Petra intanto scopre che in paese sono arrivati due professori, Harz e Paucefoot, con i loro domestici; il loro scopo è chiaro, i due sono vampirologi venuti apposta per eliminare Vladek, Nikolaj e Mihail. I professori arrivano al castello, facendosi passare, almeno all’inizio, per comuni viaggiatori dispersi.

Terence scopre che il loro capo, il professor Harz, è il suo stesso padre, da lui mai conosciuto; inoltre il professore cattura Prissy, che Mihail ha iniziato a trasformare in vampiro, e si mostra fanaticamente deciso ad ucciderla “piuttosto che diventi anche lei un mostro”.

A questo punto Terence si schiera apertamente con Vladek, e altrettanto fa Melissa, che si scopre innamorata del cugino. Per i professori invece parteggiano Gregory, Tabitha e l’orrenda cameriera Elza, che ha tradito Vladek pur essendone innamoratissima.

 Dopo una serie di inseguimenti e scontri, Pauncefoot duella con Mihail nel parco del castello, cadendo infine in un laghetto popolato di pesci carnivori.

Harz invece, che ha preso prigioniera Petra e l’ha trascinata in cima a una torre, lotta contro Vladek cadendo oltre il bordo del tetto.

Vladek e Petra si riappacificano. Gregory e Tabitha, riconosciuti colpevoli di essersi schierati con i professori, sono rispediti in Inghilterra: qui, essendosi i due messi a parlare di vampiri, streghe e mostri, vengono immediatamente internati in manicomio.

Mihail sposa infine la sua amata Prissy, Terence fa altrettanto con Melissa e tutti e quattro restano al castello. Alla fine si unisce a loro anche lo spirito inquieto del professor Pauncefoot… in famiglia mancava giusto un fantasma.

 

L’autrice

Chiara Ba nasce a Verona nel 1967.

Dopo aver conseguito la maturità magistrale e un diploma di grafico pubblicitario, ed essendosi rifiutata anche solo di considerare l’ipotesi università perché di scuola ne aveva avuto abbastanza, si ritrova catapultata verso un fulgido futuro da casalinga.

Letterariamente parlando, comincia a sette anni il suo primo racconto-fiume. Da allora praticamente non smette mai di scrivere, ottenendo però lavori che lei per prima si rifiuta di far leggere a chicchessia. A vent’anni decide di presentare uno scritto a un editore, sentendosi rispondere che il suo stile era troppo scolastico. Ri-scrive il tutto, ottenendo da Marsilio un cortese rifiuto (“L’umorismo è fuori delle nostre linee editoriali”) ma anche l’incoraggiamento a continuare, dato che il lavoro in questione non era stato ritenuto negativo.

In seguito continua a scrivere sia romanzi che opere teatrali, ma giustamente non si sogna di infliggere ad altri i suoi lavori.

Nel 1997 si sposa e ha successivamente due figli, e questo incide parecchio sulla sua attività letteraria che subisce un brusco arresto.

Dal 2007 posta fan fiction, serie e non, sul sito Go Nagai Net.

Nel 2010 viene notata assieme ad altri autori dal responsabile della Società Editrice La Torre di Caserta, che le propone di partecipare con alcuni racconti (seri) all’antologia Goldrake 30.

Nello stesso periodo viene contattata dalle Edizioni Scudo per partecipare con un racconto all’antologia Robot ita 0.2 – storie italiane di robot.

Successivamente, sempre per la Società Editrice La Torre di Caserta, nel 2011 pubblica Si trasforma in un gatto missile, un’antologia di fan fiction umoristiche sempre a tema Goldrake.

Dal 2017 manda avanti un suo personalissimo progetto di scrittura teatrale: riscrive infatti alcune tragedie di Shakespeare, in versione ampiamente ridotta e decisamente poco seria, con lo scopo di avvicinare i più giovani a questo sublime autore.

Ultimamente, ha iniziato ad occuparsi di correzione bozze ed editing.

Il 14 febbraio 2019 esce Risposte – Goldrake love story, una raccolta di racconti scritta a quattro mani con Roberta Elli, sempre per la Società Editrice La Torre.

Nel 2020 esce Vladek e Castel Zann, romanzo horror umoristico, per WriteUp Site.

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.