Tryte Book Cover Tryte
Luca Giribone
noir
Europa Edizioni
novembre 2018
cartaceo, ebook
284

 

Collegato a “New York 1941. Forse” che vi abbiamo segnalato ieri, è “Tryte” che conclude questa piccola saga di Luca Giribone.

 

 

Rovereto, anno 2020. 
 
Andrea Mainelli, scrittore romano di successo, creatore di una saga poliziesca ambientata negli anni Quaranta a New York, viene torturato e orrendamente trucidato da una squadra di sicari inviata dal Sindaco della Capitale, Spirati, personaggio potente e profondamente corrotto. La scomparsa dell’autore non ferma però la macchina che egli stesso ha messo in moto. La sua editor e segretamente amante Elena Regis, ha celato a tutti, casa editrice e marito compresi, i documenti che inchioderebbero Spirati e tutta la sua organizzazione, ponendo fine a un’epoca contrassegnata da agghiaccianti delitti. 
 
Lentamente, un vaso di Pandora dalla violenza impensabile si scoperchia; perduti gli affetti fondamentali e perseguitata da minacciose presenze, Elena troverà chiarimento e conforto nell’incontro con il Programmatore, uomo dal passato turbolento e oscuro, l’unico, forse, in grado di dare risposta alle tante, inquietanti domande rimaste aperte. Nel frattempo, un salto improvviso ci riporta, apparentemente senza motivo, nella New York degli Anni Quaranta dove il giornalista d’assalto Frank Logan viene travolto da una serie di eventi inspiegabili… 
 
Tryte è un rompicapo affascinante, complesso e magnetizzante. Il genio che lo ha generato è un concetto sul quale il lettore non smette di interrogarsi; le infinite possibilità della creatività letteraria vanno configurandosi in un incubo allucinatorio, i cui margini sembrano sfumare nella realtà. Un noir fantascientifico e pirandelliano che indaga in profondità le voragini di New York 1941. Forse, opera prima dell’autore, ma che, da solo, apre e chiude un cerchio perfetto, regalando al lettore momenti di altissima suspense ed emozioni vertiginose.
L’autore
Luca Giribone nasce a Torino nel 1975. 
 
A partire dall’adolescenza collabora per diversi anni con La Stampa di Savona, città dove allora risiedeva, entrando a far parte della redazione dell’inserto giovanile “Il Menabò”. Gli studi e gli interessi per il mondo della comunicazione di massa lo portano a Milano, dove lavora in agenzia di pubblicità come copywriter e brand manager, senza mai abbandonare la passione per la lettura e la scrittura. 
 
“New York 1941. Forse” è il suo primo romanzo, un noir a tinte forti che si sviluppa attraverso temi fantastici giocati sul rovesciamento totale delle attese dello spettatore e sui continui colpi di scena. Il romanzo crea da subito un significativo passaparola, che si concretizza nell’attesissimo seguito del primo libro, Tryte, sfiorando le settemila copie totali in meno di tre anni.
 
In uscita nel 2020 un thriller fantascientifico dai tratti distopici che porterà il lettore ai limiti della letteratura di genere e, in cantiere, un gotico che punta a esplorare il lato più oscuro dell’animo umano.
 
E’ felicemente sposato e orgoglioso padre di un bambino di otto anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: