New York 1941. Forse Book Cover New York 1941. Forse
Luca Giribone
noir
Europa Edizioni
gennaio 2017
cartaceo, ebook
144

 

“New York 1941. Forse” non è un libro… scopriamo insieme a Luca Giribone cosa è!

 

“New York 1941. Forse” è un viaggio attraverso lo specchio, che porta lo spettatore, lungo una spirale fatta di suspense e continui colpi di scena, fino a una verità sconcertante e inimmaginabile, che verrà sciolta solamente dall’inatteso finale.
 
Frank Logan è un giornalista di denuncia che, nel corso dei primi anni Quaranta del secolo scorso, conduce la sua più complessa e pericolosa indagine, all’indirizzo dell’uomo più potente di New York, Alan Richmond, sindaco e probabile, futuro presidente degli Stati Uniti. Lo fa con l’aiuto della bella compagna Dorothy, avvocato di grido, e dell’integerrimo detective Jim Ross, il suo migliore amico. Rischiando la vita, vuole scavare fino in fondo per portare a galla il marcio che si nasconde dietro a un uomo apparentemente immacolato quanto potente.
 
Un romanzo noir, sapientemente hard boiled, parrebbe al lettore.
 
Ma qualcosa non va, qualcosa di apparentemente secondario e accessorio nasconde una scoperta che nessun detective, giornalista o avvocato mai potrebbe immaginare, e che viene portato alla luce da un personaggio insospettabile.
 
Tutto parte dagli interrogativi.
 
Perché il passato dei protagonisti sembra essere legato da un comune tratto di avvenimenti tragici? Come mai i ricordi di ognuno dei personaggi mostrano delle lacune inspiegabili e paradossali? Quale misterioso fenomeno sembra aver fatto scomparire i momenti più rilevanti, gelosamente conservati nella memoria di Frank, Dorothy, Jim, come a dire che anche nel più classico dei polizieschi non tutto è come sembra, di modo che il lettore si troverà a leggere la storia improvvisamente in più direzioni, fino al momento in cui non sarà più in grado di orientarsi, né di staccare lo sguardo dal romanzo, fino all’ultima, attesissima pagina?
 
Come si chiamava tua madre, Frank?
L’autore
Luca Giribone nasce a Torino nel 1975. 
 
A partire dall’adolescenza collabora per diversi anni con La Stampa di Savona, città dove allora risiedeva, entrando a far parte della redazione dell’inserto giovanile “Il Menabò”. Gli studi e gli interessi per il mondo della comunicazione di massa lo portano a Milano, dove lavora in agenzia di pubblicità come copywriter e brand manager, senza mai abbandonare la passione per la lettura e la scrittura. 
 
“New York 1941. Forse” è il suo primo romanzo, un noir a tinte forti che si sviluppa attraverso temi fantastici giocati sul rovesciamento totale delle attese dello spettatore e sui continui colpi di scena. Il romanzo crea da subito un significativo passaparola, che si concretizza nell’attesissimo seguito del primo libro, Tryte, sfiorando le settemila copie totali in meno di tre anni.
 
In uscita nel 2020 un thriller fantascientifico dai tratti distopici che porterà il lettore ai limiti della letteratura di genere e, in cantiere, un gotico che punta a esplorare il lato più oscuro dell’animo umano.
 
E’ felicemente sposato e orgoglioso padre di un bambino di otto anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: