Lo scrittore solitario Book Cover Lo scrittore solitario
Nicola Ianuale
narrativa
Self-publishing
28 dicembre 2019
cartaceo, ebook
240

 

Per la rubrica NOI PER VOI, oggi vi segnaliamo l’opera di Nicola Ianuale, “Lo scrittore solitario”

 

 

Lo scrittore solitario è la storia di Daniele Serpico, detto “Dan”, diciassettenne malato d’apatia, e di William Esposito, talentuoso scrittore emergente, le cui esperienze sono legate da un fil rouge più forte di quanto essi immaginano. Il primo incontra il secondo in una fase nichilista della sua vita, in cui la consapevolezza dell’incoerenza e della falsità che lo circondano lo hanno reso insensibile e privo di qualsivoglia vitalità.

Arrancando nella tediante routine quotidiana, Daniele fa la conoscenza di William prima sugli scaffali di una libreria, acquistando quello che la critica ha definito il romanzo del nuovo Fitzgerald, e poi nella via del Passo Vecchio, la strada in cui abita, carica di esoterici fascini celati. Muovendosi in un’atmosfera pirandelliana dal retrogusto kafkiano, le vite di William e Dan navigano in parallelo su acque all’apparenza cristalline ma, in realtà, torbide, scortate da un caleidoscopico carosello di personaggi secondari ambigui, saccenti e contraddittori.

Scavando a fondo nell’eterno dualismo tra vincenti e perdenti, William percorrerà la via della perseveranza, inseguendo un antico obiettivo, e Dan andrà alla ricerca dei pezzi mancanti per ricomporre l’enorme e metaforico mosaico della criptica vita di William, chiave di volta per comprendere meglio sé stesso.

 

L’autore

Mi chiamo Nicola Ianuale, ho 24 anni e le mie grandi passioni sono il cinema e la letteratura. I miei romanzi preferiti sono Il grande GatsbyI tre moschettieriIl conte di MontecristoAlla ricerca del tempo perduto. I miei film preferiti sono Midnight in Paris C’era una volta in America.

Ho conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università degli Studi di Salerno e attraverso la piattaforma di Amazon ho auto-pubblicato il mio primo romanzo, Lo scrittore solitario. Mi nutro di arte da che ho memoria; ho sempre cullato in me l’ostinata volontà di elevarmi al pari di quegli scrittori che tanto ho ammirato nel corso degli anni e che tanto mi hanno fatto estasiare con le loro opere.

Come diceva Proust, per l’artista autentico lo stile non è una tecnica, ma una visione che gli fa captare una profonda e più vera realtà. Questo è il compito che mi sono prefissata in quanto scrittore, offrire una visione della realtà a chi mi leggerà, eseguire un’operazione di cataratta sul lettore (sempre citando Proust).

Scritto da:

Alice

Leggere mi stimola e mi riempie. L'ho sempre fatto, fin da piccola. Prediligo i classici, i romanzi storici, quelli ambientati in altre epoche e culture. Spero di riuscire a condividere con voi almeno parte dell'impatto che ha su di me tutto questo magico universo.