Libri

NEWS: Salone del Libro – Dissenso dall’espulsione Altaforte

“SALONE DEL LIBRO, TANTI DISSENTONO DALL’ESPULSIONE DELLA CASA EDITRICE ALTAFORTE”

Molti gestori delle librerie Feltrinelli hanno scritto ai dirigenti del gruppo per proporre: non vendiamo il libro di Adam vini dell’editore Altaforte, vicino a CasaPound. Risposta: i libri vanno venduti tutti. Che è anche un po’ la linea dei vari editori al Salone del libro. Da Fanucci a Lindau, in tanti in questa fiera dissentono infatti dall’espulsione della casa editrice Altaforte.

Sergio Fanucci, editore di Philip Dick, Ezio Quarantelli di Lindau, lo storico e conduttore televisivo Alessandro Barbero, lo scrittore e divulgatore di storia Valerio Massimo Manfredi, la Rubettino editore che ha un grande stand in questi padiglioni (e tanti altri editori) dissentono dall’espulsione dalla piccola e sconosciuta casa editrice, l’Altaforte. Del resto nessuno mai, in questo immenso bailamme librario della fiera torinese, dove posizioni diversissime si sono sempre confrontate pacificamente da tempo immemorabile, è andata per esempio all’attacco dello stand delle edizioni di Ar, di Franco Freda negli anni passati.

“Nessuna censura ha mai distrutto una parola, ne ha reso pericoloso l’uso aumentandone il fascino, l’ha fatta forte. Necessaria e dolorosa se è il caso, gioiosa e impertinente se se lo può permettere. La parola si nutre di studio contemplazione ascolto e deve essere coraggiosa, pregna.” (Giovanni Lindo Ferretti)

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: