Libri

NEWS: A Londra si legge gratis, con i distributori di storie da viaggio

“NELLA METRO DI LONDRA ARRIVANO I DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI RACCONTI”

 

Nella metropolitana di Londra arrivano gli Short Story Dispenser, i distributori automatici di racconti brevi per rendere più piacevoli i tragitti dei pendolari

I benefici della lettura sono tantissimi, e ormai lo sappiamo bene. I libri rendono viva l’immaginazione, alleviano lo stress, ci aiutano ad ampliare la nostra visione del mondo e ad entrare in empatia con le altre persone. Purtroppo però, non sempre portarsi dietro un libro (o un e-reader) è comodo o pratico: sui mezzi pubblici spesso l’affollamento è tale da impedire di tirare fuori dalla borsa il libro che vorremmo leggere, oppure il tragitto è troppo breve e non permette di concentrarsi a sufficienza.

Proprio per queste occasioni sono stati inventati gli Short Story Dispenser, dei veri e propri distributori automatici di racconti. Il funzionamento è molto semplice. Il distributore ha la forma di un piccolo totem, sul quale sono presenti tre tasti, (1, 3 e 5) che indicano la durata di lettura prevista. Premendo il pulsante desiderato, la macchinetta emette il racconto su un foglietto stampato su carta eco-friendly della dimensione di uno scontrino, comodamente leggibile in piedi o seduti in metropolitana.

La scelta delle storie è molto ampia: ci sono versioni condensate di opere di grandi autori come Charles Dickens e Virginia Woolf, ma anche racconti inediti di autori contemporanei come Anthony Horowitz, che ha scritto in esclusiva per Short Édition un brevissimo thriller dal titolo Mr Robinson, o storie di autori emergenti che desiderano farsi conoscere da un pubblico più ampio.

Tutti i racconti sono consultabili comodamente anche sul loro sito, dove è possibile selezionare i racconti in base alla durata esattamente come nelle macchinette, e anche in base al genere letterario. L’iniziativa è di matrice francese, il primo distributore è stato aperto nell’aeroporto di Charles de Gaulle nel 2015 e il successo è stato tale che negli anni sono nati più di 200 distributori in tutto il mondo, situati in zone molto frequentate come aeroporti, stazioni, metropolitane, campus universitari. Gli autori che hanno offerto i loro racconti sono più di 9000 e sul sito è nata una vera e propria community di lettori che conta più di 230000 iscritti.

Questa non è la prima volta che racconti brevi vengono rilasciati nei distributori automatici. Nel 1937, ad esempio, il fondatore della casa editrice Penguin aveva un “Penguincubator” , una sorta di “slot machine” che distribuiva libri, fu allestito presso la stazione di Charing Cross Road, sempre nel centro di Londra.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: