Fanfiction,  L’angolo del libro strambo,  La Bottega è...,  Libri

“L’angolo del libro strambo” – Sto-Cazz-Amee – di Jane Fade Merrick

 

STO-CAZZ-AMEE – DA FANGIRL A SUPERSTAR IN 2,9 SECONDI

DA “L’ANGOLO DEL LIBRO STRAMBO” A “L’ANGOLO DEL LIBRO FANTASTICHERRIMO” IN 0,15 NANOSECONDI

Un giorno come tanti, nullafacendo mentre scorro fra le schermate di Facebook, mi ritrovo ad osservare un post in cui compare la copertina di un libro, intitolato Sto-Cazz-Amee, e ovviamente mi rimane impresso; come non esserne incuriositi? Non tanto per il titolo ehh, non pensate male, ma per i colori sgargianti della copertina (ah, non ci credo nemmeno io che lo sto scrivendo). Insomma, bando alle ciance, guardo di chi è l’autore del post: Jane Fade Merrick, una scrittrice che ho avuto modo di conoscere recensendo una sua trilogia (Le ceneri della Fenice) e diventandone poi “amica” su questa piattaforma altamente sputtanante che è Facebook.

La contatto immediatamente, ho bisogno di capire se quella che ha postato è la foto di un libro, un libro vero, un racconto, un’immagine a scopo pubblicitario oppure una sorta di battuta spiritosa su qualcosa di cui non sono a conoscenza: la fantastica Jane mi risponde e mi apre le porte di un mondo fantastico: il FANFICTION. Deglutisco e cerco di mascherare la mia ignoranza. Poi da brava curiosona quale sono mi documento e imparo di scrittori e scrittrici che condividono le loro opere su Wattpad. Wattpad è una piattaforma online che unisce una comunità multilingue di scrittori e lettori tramite sito web o app su dispositivo mobile. La registrazione al sito è gratuita e viene data la possibilità di accedervi utilizzando il proprio profilo Facebook o account Google. Gli utenti, provenienti da diverse parti del mondo, hanno l’opportunità di leggere e pubblicare racconti originali, o Fanfiction, suddividendoli in categorie in base al genere.

Avidamente leggo questo racconto e forse chissà, sono di parte perchè Jane Fade Merrick come autrice mi è piaciuta molto? Ma ho apprezzato tantissimo questa opera. Decido di parlarne in questa rubrica perchè sì, è un racconto assolutamente STRAMBO! Ma, almeno in questo caso, oltre che essere strambo ha anche i suoi profondi perchè, che saranno meglio compresi leggendo ciò che mi ha confidato Jane (dandomi legalmente concessione di poter pubblicare le sue dichiarazioni, stipulando un accordo firmato col sangue del dito medio fuoriuscito da entrambe le nostre mani) riguardo all’argomento Fanfiction.

“Per la stesura di questo libro mi sono basata sulle recensioni video di “Libri che ti fanno vergognare di esistere”, che sviscera in maniera meticolosa tutte le incongruenze stilistiche e i buchi spazio-temporali di questi racconti, a cui i lettori sembrano non fare caso forse perché troppo abbagliati dagli addominali luccicanti del protagonista maschile. Ed ecco che in 68 pagine ho riassunto tutte le dinamiche presenti nella maggior parte di queste storie, i cosiddetti cliché. Credo che questo libro sia maggiormente apprezzabile da chi conosce questo “mondo” e può coglierne le (non tanto) sottili prese per i fondelli. Sarebbe anche interessante parlare di come il concetto di “fanfiction” sia stato totalmente travisato da questi nuovi “astri nascenti” della letteratura: la fanfiction era propriamente una storia scritta da un fan che riprendeva l’universo e i personaggi di un determinato libro, film o serie televisiva e ne creava una storia parallela più o meno affine all’originale: più questa fanfiction si incastrava con l’originale, più era apprezzabile, in quanto ne continuava in un modo o nell’altro la storia.
Al giorno d’oggi si parla di fanfiction se crei una storia qualunque, anche banale e ci metti dentro un attore famoso, poi all’inizio della storia scrivi: «Hey! in questa storia il personaggio maschile è Cameron Dallas, con la sua faccia e i suoi addominali perfetti però si chiamerà Dereck e si comporterà da stronzo con la protagonista!». È chiaro che si è abbattuta una meteorite letteraria su questo genere.
Disintegrandolo”.

Che la vista di questi addominali super sexy non vi deviino dal domandone: Avete mai letto questo libro  altamente… STRAMBO

Curiosa dei vostri commenti, scrivetemi! Li pubblicheremo (sempre col vostro consenso firmato col sangue del dito medio) su questa rubrica!

 

Lettrice oserei dire compulsiva, attraverso i libri riesco a vivere miriadi di vite diverse! Passo volentieri da un thriller ad un romanzo, da un fantascientifico ad uno storico, da un distopico ad uno psicologico, scartando solamente il genere horror, che proprio non è indicato per il mio animo sensibile. Grazie ad un casuale incontro su Instagram, ho potuto avere l’onore di entrare nel gruppo de La bottega dei libri, attraverso cui sto realizzando un mio sogno di sempre: lavorare nel mondo dei book blogger.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: