Romanzo Rosa

Intervista a Silvia Maira tra sentimenti sinceri e differenze di età

Buongiorno cari lettori, bentornati nel nostro angolo delle interviste. Oggi con noi Silvia Maira! Ecco a voi l’intervista…

Benvenuta Silvia, è un piacere ospitarti nel nostro blog. Abbiamo da poco pubblicato la recensione del tuo “Per una volta ancora”, a cura della nostra Maria Rita e del precedente “Un cuore a metà“, a cura di Stefania, con cui abbiam preparato per te alcune domande…

Quindi, cominciamo l’intervista…

Oltre alla scrittura e alla lettura hai altre passioni?

La mia seconda passione è stata negli ultimi anni cantare in un coro, un’esperienza di condivisione che arricchisce moltissimo.

Com’è nata l’idea di scrivere “Un cuore a metà”?

“Un cuore a metà” è nato per caso, in uno di quei giorni che ti prende la malinconia e fino a sera non ti lascia più, per dirla con le parole di una nota canzone di Ornella Vanoni. E’ stato un momento di tristezza in cui ho avvertito il bisogno di stare con me stessa.

Rispetto alla prima versione cosa è cambiato?

Rispetto alla prima versione è cambiata la grafica, una nuova cover, forse più intimistica, e un nuovo editing che rende più fluida la lettura.

Quanto c’è di te in Aida?

In Aida di me c’è poco o nulla, non è il personaggio del libro che mi rispecchia sebbene sia la protagonista femminile.

C’è un messaggio particolare che hai voluto trasmettere col tuo romanzo o semplicemente hai scritto una bella storia d’amore?

Il messaggio c’è indubbiamente ed è quello di andare oltre le apparenze, di assumersi la responsabilità delle proprie decisioni, anche se a volte possiamo risultare impopolari e, come credo si evinca dalla lettura del libro, che in amore non conta l’età e la differenza di età se il sentimento è reale e sincero.

Sapevi già che questo libro avrebbe avuto un seguito o l’idea è venuta dopo?

L’idea di scrivere un sequel è venuta in un secondo momento, grazie all’affetto che i lettori hanno mostrato per “Un cuore a metà”. Un successo inaspettato che ha dato vita a “Per una volta ancora”.

Un bel romanzo che la nostra Maria Rita descrive così:

E’ si una storia d’amore ma è anche una riflessione sulle conseguenze che nascono quando in famiglia c’è un problema,  come la famiglia riesce ad affrontare lo scoglio che si è venuto a creare,  le ripercussioni che potrà portare prima ai genitori,  poi alle persone che unite sono una forza ma divise si sentono sole ad affrontare il mondo. Inoltre ci fa ragionare anche su un ulteriore problema che ai giorni nostri sembra sempre molto attuale, l’enorme differenza di età tra Aida e Ruggero. Non è mai semplice un divario cosi eclatante ma ci fa comunque capire che l’amore va oltre…

Come vivi il rapporto con la rete e i social?

Per un autore esordiente la rete e i social sono canali fondamentali, forse un po’ affollati ma importanti per farsi conoscere.

Prova a convincere il lettore ad acquistare i tuoi libri.

Fare gli appelli non è il mio forte! Se la sinossi vi convince, se amate libri che raccontano storie semplici e veritiere in cui i personaggi non sono eroi ed eroine superdotati, se avete voglia di leggere una storia in cui magari identificarsi, ecco…questi sono gli elementi per cui potrebbe piacervi uno dei miei libri.

Un accenno al tuo prossimo progetto…

Al mio ultimo progetto ci tengo moltissimo. Si tratta di un romanzo tratto da una storia vera, ambientato negli anni della seconda guerra mondiale, che racconta qualcosa che i libri non hanno raccontato, una storia che parla di eroi dimenticati. Un quattro mani di prossima uscita scritto con Valerio Sericano.

Beh non ci resta che attendere questa tua nuova opera e augurarti buon lavoro!

A voi tutti diamo appuntamento alla prossima intervista!

Trentenne in cerca della sua strada nel mondo. Amo leggere e perdermi tra le pagine di un libro, viaggiare con la mente in posti che non conosco, vivendo un'infinità di vite e storie. Girovagando sul web, sono inciampata ne "La Bottega dei libri", un piccolo grande ritrovo per gli amanti della lettura come me. Quindi eccomi qui a scrivere e condividere con voi questa passione...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: