Romanzo Rosa

Intervista a Erika Lenti tra colpi di testa e versi dei Modà

Buongiorno cari lettori, bentornati nel nostro angolo dedicato agli autori. Oggi con noi c’è Erika Lenti! Ecco a voi l’intervista…

Cara Erika, benvenuta! è un piacere averti qui con noi. Abbiamo letto recentemente il tuo ultimo romanzo: Semplicemente Giò, Un cuore per capello, che la nostra Maura ha recensito per il blog.

Ma cominciamo subito l’intervista… Com’è nata la tua passione per la scrittura e la lettura?

La mia passione per la scrittura è nata per caso e in modo del tutto inaspettato: un colpo alla testa e i personaggi della prima storia che ho scritto hanno cominciato a interagire tra loro nei miei pensieri. Per questo considero la scrittura la mia follia, a cui poi mi sono aggrappata come sostegno per affrontare un periodo molto difficile della mia vita. Con la lettura invece ho un rapporto di odio e amore. Non sono mai stata una grandissima lettrice, anche se penso che sia una cosa stupenda e fondamentale nella vita di una persona. Non ho un grande bagaglio letterario alle spalle, ma se riesco a trovare un libro che mi affascina sin dalle prime righe posso finirlo anche in due giorni.

E l’idea di scrivere un romanzo “intorno” ai testi delle canzoni dei Modà?

Questa idea è venuta fuori soltanto quando Semplicemente Gio’ era già in stesura. In pratica sin dall’inizio ogni capitolo era ispirato alle loro canzoni diventate la colonna sonora della mia vita, poi man mano che scrivevo mi son detta: perché non omaggiare quelle che secondo me, oltre a essere delle canzoni, sono delle vere e proprie poesie? Ho cominciato a inserirle nei vari pensieri di Gio’ e da quel momento sono diventate una parte fondamentale nell’intero romanzo per far interagire i personaggi.

Che generi letterari ti piace leggere?

Indubbiamente i romanzi rosa, ma adoro anche i thriller e paranormal. 
Immagina di essere per un attimo nei panni di Giò, ti saresti sentita più attratta da Liam o da Dylan? E perché?
Domanda molto interessante. Se parliamo di attrazione credo che la persona adatta a scatenare questo tipo di sentimento in me sia sicuramente Dylan, perché il fascino del tenebroso e di chi se ne sta un po’ sulle sue è ciò che potrebbe mandare in subbuglio i miei ormoni.

Liam incarna l’ideale di uomo che tutte le donne vorrebbero incontrare nella loro vita. Ti sei ispirata a qualcuno di reale?

Purtroppo no. Sicuramente esisterà sulla faccia della terra un uomo del genere e me lo auguro perché renderebbe felice qualsiasi donna, ma io, ahimè, non ho avuto mai questa fortuna.

Come nascono i tuoi personaggi?

Nascono sempre dall’idea di un amore sbocciato, poi cerco di trovare la giusta caratterizzazione che non mi faccia cadere nel banale, quindi piano piano aggiungo i personaggi di contorno che sono sempre importanti per l’evolversi della trama.

Quanto c’è di te nei tuoi romanzi?

In piccole dosi c’è sempre qualcosa di me. Per esempio in Semplicemente Gio’ indubbiamente la mia passione per i Modà, il sogno di vivere in America e d’imparare a suonare la chitarra – cosa che ho provato a fare per immedesimarmi nella protagonista, però con scarsi risultati.

Come vivi il rapporto con la rete e i social?

Mi sono ritrovata catapultata in un mondo a me sconosciuto, soprattutto in questo campo, in cui farsi notare è veramente difficile. Non sapevo neanche dell’esistenza dei gruppi, dei blog, recensioni e quant’altro. Pian piano sto cercando di imparare e devo dire che è una bellissima esperienza.

Prova a convincere il lettore ad acquistare il tuo libro…

La cosa più difficile perché sono pessima in queste cose, quindi opto per una bellissima frase che mi è stata lasciata in una recensione che penso racchiuda la particolarità del libro: Semplicemente Gio’ è quando la musica lega le parole di un libro e la storia che racconta, per farti capire che nella vita mai nulla è scontato o semplice, soprattutto quando devi scegliere.

Un accenno al tuo prossimo progetto?

Ho due romanzi rosa in stesura, ma sto trovando più trasporto verso uno quindi credo che mi dedicherò solo a lui fino alla conclusione. Spero possa piacere perché è una storia molto più buia rispetto alla colorata Semplicemente Gio’ e parla di un amore quasi impossibile perché la protagonista vive chiusa in casa. Ovviamente non spoilero in motivo.

 

Non ci resta che attendere allora. Grazie per averci fatto compagnia e aver risposto alle nostre domande.

A voi tutti diamo appuntamento alla prossima settimana!

Trentenne in cerca della sua strada nel mondo. Amo leggere e perdermi tra le pagine di un libro, viaggiare con la mente in posti che non conosco, vivendo un'infinità di vite e storie. Girovagando sul web, sono inciampata ne "La Bottega dei libri", un piccolo grande ritrovo per gli amanti della lettura come me. Quindi eccomi qui a scrivere e condividere con voi questa passione...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: