La Bottega è...

EVENTO: Incontra Anthony Cartwright autore de “Il taglio”

 

Anthony Cartwright in Italia con “Il taglio”, il romanzo della Brexit

 

Venerdì 15 marzo, Pavia BookPride Off

ore 18.30 – Libreria Il Delfino

con Andrea Grisi

 

Sabato 16 marzo, Milano BookPride – Fabbrica del Vapore

Ore 17 – Sala Doris Lessing

Con Carlo Annese

 

Domenica 17 marzo, Roma Libri Come

Ore 15 – Sala Ospiti

Libertà di uscire: la Brexit

Con Marco Varvello

 

 

«C’è un romanzo sociale inglese che si è distinto fra tutti, Il taglio di Anthony Cartwright […] c’è una livida bellezza, un senso cristallino di tragedia che non si fa mai omelia».  
Claudia Durastanti — La Repubblica

 

«I critici inglesi hanno paragonato Il taglio ai grandi romanzi sociali dell’ Ottocento, sul modello di Tempi difficili di Dickens: perché se la nostra epoca richiede ai romanzieri di essere affrontata con urgenza, Cartwright è stato all’altezza della sfida».
Luigi Ippolito — La Lettura, Il Corriere della Sera

 

«L’oggetto del romanzo è esplosivo. Nessun dibattito accademico. Solo una storia. Che spiega bene perché la scelta di lasciare l’Europa abbia avuto poco a che fare con Bruxelles e con i suoi burocrati e molto con le disuguaglianze».
Andrea Malaguti — TTL, La Stampa

 

«Il taglio si legge come un dramma shakespeariano scritto sotto il cielo cupo delle Midlands Occidentali. Perché è una storia d’amore impossibile. Romeo e Giulietta ai tempi della Brexit. La capacità poetica di Cartwright è quella di chi mette in scena una tragedia e non un romanzo a tesi».
Wu Ming 4 — wumingfoundation.com

 

 

TRAMA

Dudley è un sobborgo operaio in declino nel cuore del Black Country. «Il taglio» (the cut) è il termine di cui la gente del posto si serve per indicare la rete di canali che attraversa la regione, simbolo dell’ età dell’oro industriale in cui lì «c’era lavoro per tutti». Ma il termine allude anche alle ferite sul corpo del protagonista e allo strappo della Brexit. Cairo Jukes è un ex pugile che si è ridotto, insieme ai nuovi immigrati, a estrarre tubi di rame e piombo dalle fabbriche dismesse. Nel resto del tempo cerca di stare alla larga dal pub e di tenersi in contatto con la figlia e il nipotino di sangue misto. Intanto la data del referendum si avvicina, un tafferuglio esplode nel ristorante in- diano dove si riuniscono i sostenitori del Partito per l’indipendenza del Regno Unito, che soffiano sul fuoco dell’intolleranza. E in città si presenta Grace Trevitchick, una documentarista interessata a intervistare Cairo e i suoi sodali. La ricerca di Grace, e l’attrazione reciproca tra lei e il vecchio pugile, porterà entrambi a riflettere sulle loro posizioni pro o contro l’Europa.

Anthony Cartwright è nato nel 1973 a Dudley, nel Black Country inglese. Con 66thand2nd ha à pubblicato Heartland (2013), Il giorno perduto, un viaggio nella memoria e nella strage dell’Heysel scritto insieme a Gian Luca Favetto (2015), e Iron Towns. Città di ferro (2016).

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: