Fantascienza,  Recensioni

Recensione: “Essi vennero” di Raffaele Fiorillo, Self Publishing

Essi vennero Book Cover Essi vennero
Raffaele Fiorillo
fantascienza, distopico
Self-publishing
1 maggio 2020
cartaceo, ebook
98

Siamo soli nell’Universo?Una tiepida mattina di inizio Maggio del 2042 questa grande domanda riceve finalmente la sua risposta: la razza extraterrestre dei “Grigi” atterra in diversi angoli di un pianeta Terra già martoriato dalla sovrappopolazione e dall’eccessivo inquinamento, portando distruzione e violenza oltre ogni limite immaginabile.

Cadono i governi, la razza umana viene decimata e i pochi esseri umani superstiti sopravvivono qui e lì nascondendosi sottoterra, bollendo acqua piovana e trafugando il cibo dove possibile.

Giulia, poco più che ventenne, è l’unica persona conosciuta ad essere scappata dalla prigionia aliena e quando incontrerà Giovanni e il suo gruppo di sopravvissuti in una Napoli orribilmente lacerata penserà di aver trovato la salvezza, ma un grosso segreto è ben celato dentro di lei.

 

I tre giganti avevano sembianze e tratti umanoidi ma differivano in molti aspetti dagli esseri umani: possedevano braccia molto lunghe, che quasi arrivavano alle ginocchia, la pelle di colore grigio e visi inespressivi con occhi neri…”

 

9 maggio 2042, astronavi enormi e nere atterrano sulla terra.

Degli extraterrestri per la prima volta entrano in contatto con gli esseri umani, in Italia, in varie città italiane.

Il loro approccio è ostile ed in pochissimo tempo riescono a mettere a ferro e fuoco tutto quello che trovano nel loro cammino ed ad uccidere chiunque provi a fermarli.

I “Grigi“, cosi denominati per il colore della loro pelle, sono superiori alla razza umana per fisicità, intelligenza, armamenti e tecnologia, e nulla possono il governo e l’esercito se non soccombere.

Solo gruppi di sopravvissuti, nascosti come topi e costretti a vivere di stenti nella paura più completa, cercheranno di capire cosa vogliono ed il perché di questa invasione.

E così Giulia, scappata  da un laboratorio dei Grigi, Dario, ex soldato e medico, Camilla, Giovanni, Ennio e le poche persone ancora con un filo di speranza, proveranno a trovare un punto debole degli invasori, e, con i pochi mezzi a disposizione, proveranno a salvare il mondo intero.

 

Essi Vennero è un’opera ambientata in un’ Italia post apocalittica, descritta in maniera egregia e con particolari talmente ben raccontati  da farti pensare di essere tu stesso a vederli.

Il ritmo della scrittura vivace rende facile la lettura anche a chi non ama il genere fantascientifico, e, nonostante il tema sia stato abbondantemente trattato, l’autore riesce a rendere il tutto molto personale, raccontando le vicissitudini dei vari protagonisti e mettendo in evidenza ogni loro sfaccettatura ed ogni loro vissuto.

Credo molto possibile trovare, in un momento di grandissimo sconforto e terrore, reazioni diverse ed esagerate, che possano unirsi ai già gravi problemi causati dagli extraterrestri.

Mi piace molto la ripetizione del titolo nell’opera, Essi Vennero“, perché racchiude bene il senso di quello che si legge, qualcosa che arriva di cui non sia ha facoltà di scelta o conoscenza, 

Essi Vennero può essere descritto come un romanzo che mostra le debolezze umane di fronte ad un nemico più forte, ma anche come un romanzo che evidenzia la capacità di alcuni uomini di unirsi e fare squadra, di provare a ribellarsi, di creare una resistenza.

“La resistenza è iniziata”.

Che sia un nuovo inizio o la fine di tutto.

 

 

Raffaele Fiorillo, classe 1989, nato e cresciuto a Napoli sotto l’ombra del Vesuvio, ha frequentato il liceo  scientifico e la facoltà di Lingue e Lettere Straniere all’Orientale di Napoli.

Ama la scrittura, le serie tv, i film, i fumetti ed i videogiochi.

Essi Vennero è la sua opera in self publishing pubblicata il 01 maggio 2020.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: