Blogtour,  La Bottega è...

BLOGTOUR!!! “Tra le tue braccia” di Maria Rita Russo – Tappa “Rapporto genitori vs figli”

Ed eccoci ritrovati qui per un bellissimo BlogTour al quale partecipiamo con moltissimo piacere!!!

La nostra Tappa è  “Rapporto Genitori Vs Figli”, scopriamola insieme…

 

 

 

Una delle tematiche trattate in Tra le tue braccia è proprio il rapporto genitori vs figli, che qui diventa ancora più delicato poiché entrambi i protagonisti sono stati adottati. Nonostante l’elemento in comune, però, le storie di Samuel e Vivian sono diverse.

Vivian, infatti, è rimbalzata in diverse case-famiglia prima di trovare una persona che l’amasse: Sarah White, sua insegnante in orfanotrofio.

Nonostante per gran parte della sua vita sia cresciuta con l’idea di essere stata abbandonata dai suoi veri genitori e poi rifiutata da diverse famiglie, è riuscita a trovare una madre che si prendesse cura di lei e l’amasse sopra ogni cosa. Il loro rapporto è stato segnato da dolcezza, comprensione e amicizia. Per questo, è ancora distrutta all’idea di averla persa a causa di una malattia e non riesce a superarne il lutto.

Samuel, invece, è stato più fortunato. Adottato da piccolissimo da Edward e Adele Pratt, è cresciuto in un ambiente protetto e amorevole fin dalla tenera età. Non ha dovuto lottare per ricevere l’amore che dovrebbe essere riservato a ogni bambino. Conserva dei ricordi bellissimi della sua infanzia e si vede che gli manca Adele, venuta a mancare quando lui era solo un adolescente. Da allora il rapporto tra Edward e Samuel si è incrinato: spedito a frequentare una scuola londinese, Samuel ha dovuto superare il lutto in solitudine, senza l’appoggio del padre, chiuso a sua volta nello stesso dolore. Questo non ha fatto venire meno l’affetto che provano l’uno per l’altro, ma ha sicuramente incrinato i rapporti, ora più impacciati e all’apparenza più freddi.

Anche sulla ricerca delle proprie origini Vivian e Samuel agiscono diversamente. Se Samuel è infatti intenzionato a scoprire chi fossero i suoi veri genitori – e lo fa assumendo un investigatore privato che li trovi per lui – per poi continuare la sua vita come ha sempre fatto perché per lui i suoi genitori sono e resteranno sempre Edward e Adele, Vivian ha invece paura di farlo, perché ha paura dell’ignoto. E neppure Samuel sembra riuscire a farle cambiare idea.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: