Blogtour,  Erotico,  La Bottega è...,  Libri

BLOGTOUR ” the MISTRESS – Quando il cuore è celato da un corpetto di pelle nera” di Penelope White – La Recensione

the MISTRESS: Quando il cuore è celato da un corpetto di pelle nera Book Cover the MISTRESS: Quando il cuore è celato da un corpetto di pelle nera
Penelope White
BDSM erotico
Self published
12 luglio 2019
Kindle
216

Salve a tutti, io mi chiamo Angela e questo che state per leggere è tutto il mio mondo.
Niente fronzoli, niente favolette e brutti rospi da baciare, che poi si trasformeranno in principi; non troverete nulla di tutto questo nella mia vita!
Qui non c’è nessun lieto fine ad aspettare il buono della storia; perché qui, nella MIA storia, non c’è nessun buono. Ci sono solo io, la Cattiva, colei che controlla, colei che esercita potere, colei che punisce, se necessario. E non ci sarà nessun bravo ragazzo a farmi cambiare idea, nessun cavaliere a trarmi in salvo, perché, stavolta, il buono non esiste!
Allora vi chiedo: cosa succederebbe se, in una stessa storia, ci fossero due cattivi? Se nessuno intervenisse a portare un fottutissimo lieto fine a tutto quanto?
Beh, potrete scoprirlo tra queste pagine, se vorrete.
Perché io mi chiamo Angela ma vi assicuro che di angelico, di puro, di divino, in me, non è rimasto altro che il nome.
Io sono Angela e sono una Padrona, sono una Mistress!

Sono una Mistress, è vero; sono una donna autoritaria e battagliera, non lo nego; potrei persino definirmi una sadica, ma non tratto mai le persone in malo modo, non se sono sempre state cordiali e gentili con me!

 

 

In questa estate bollente non poteva mancare una lettura hot, dove Penelope ha saputo sapientemente miscelare erotismo e amore. Ovviamente le scene piccanti non mancano, ma va sottolineata la bravura dell’autrice nel rendere un rapporto tra dom e sottomesso non solo un mero scambio sessuale ma a creare un qualcosa oltre il piacere fisico, una conoscenza mentale e emozionale per nulla banale.

Tutto ciò che mi importa è stare bene con me stessa e far stare bene il mio sottomesso! Voglio che Alex, soprattutto per la sua giovane età, si capisca e si accetti così com’è!
Perché non c’è nulla di sbagliato nel provare piacere, per qualsiasi cosa lo si provi, purché sia sempre nel rispetto dell’altro.

La scrittura è fluida e piacevole. Le varie scene che si succedono sono un susseguirsi di scambi di battute e di alti e bassi tra i vari protagonisti.
Angela, la nostra mistress, è una donna in carriera e ama usare gli uomini, i suoi slaves, per ottenere piacere. Non è una donna facile e a volte si pone dei limiti che pregiudicano il suo lasciarsi andare.

 

 

“Ho già tutto quello che voglio”, ribatto, con un tono di voce che non riesce a convincere nemmeno me stessa.
“Ne sono certo, cara, una donna come te non ha bisogno di sforzarsi molto! Ma, a volte, ciò che vuoi non è sempre ciò che credi di volere! La maggior parte delle volte, ciò di cui hai bisogno non sai neppure di volerlo”.

 

Robert, il nostro protagonista, è la trasposizione al maschile di Angela e pertanto il loro incontro sarà “esplosivo”.
Una piacevole lettura, mai noiosa, e seppur ambientata in un mondo particolare dove il sesso fa da padrone, non è mai volgare.
Un romanzo che mi ha stupito e che vi stupirà e che aiuta a comprendere un pochino questo microcosmo sconosciuto.
Riprendo le parole di Penelope: Perché questo mondo è tanto, molto altro; è qualcosa a cui, a volte, non viene data importanza; qualcosa che non viene considerato come dovrebbe; affibbiando delle etichette, degli stereotipi, delle immagini, a persone e a legami che hanno molta più profondità di quanto si creda!

 

 

I molteplici impegni famigliari (ho due figli stupendi oltre ad un marito e a un cane) mi hanno sottratto per un lungo periodo ad una delle mie più grandi passioni: la lettura (oltre alla pallacanestro -amore questo condiviso con mio marito, allenatore, e mio figlio, arbitro, che ci ha portato a creare una nostra società dove ricopro il ruolo di presidente). Ora complice un infortunio che mi costringe a diradare i miei impegni fuori casa (non posso guidare) sono “finalmente” riuscita a riprendere un libro in mano! Il fato, insieme ad un post di Kiky (co-fondatrice de “La bottega dei libri” che conosco da oltre 20 anni) pubblicato su Facebook han fatto sì che nascesse la mia collaborazione con “La bottega”, collaborazione che quotidianamente mi riempie di soddisfazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: