Anteprima,  Blogtour,  La Bottega è...

BLOGTOUR!!! “Amami fino all’ultimo respiro” di Viola Raffei – Cinque motivi per leggerlo…

Amami fino all'ultimo respiro Book Cover Amami fino all'ultimo respiro
Viola Raffei
Romance
Queen Edizioni
Ebook/Cartaceo

AMAMI FINO ALL’ULTIMO RESPIRO – VIOLA RAFFEI

 

 

Amami fino all’ultimo respiro”, di Viola Raffei, è un romanzo che si colloca nella categoria romance ma che descrive in maniera accurata –  quindi dettagliata – le scene intime tra la protagonista ed il suo “lui”, delle quali si rendono protagonisti.

In questo suo ultimo romanzo, il filo conduttore è una storia d’amore, una storia già tortuosa e dissipata di dubbi e incertezza già sul nascere, alla quale, però, fanno da accompagnamento altri argomenti, facendo alla stessa da supporto e che rivestono comunque una loro importanza.

Senza dilungarmi oltre, vado a indicare quali, a mio avviso, sono i 5 motivi sulla scorta dei quali, questo libro andrebbe letto:

1) Per la storia d’amore che viene narrata: oltre a far sognare gli eterni romantici, vi è in più il tasto dell’erotismo, descritto in maniera intensa e dettagliata,  e con dovizia di particolari, per gli amanti del genere diventa, di sicuro, una lettura consigliata. Inoltre il fatto che questa storia venga vista sia attraverso gli occhi lei, sia attraverso quelli di lui, la rendono ancora più accattivante perché offre la percezione di come la storia venga vissuta secondo il punto di vista di entrambi. Ma anche quello fraterno che porta uno dei protagonisti a rinunciare a l’amore della sua vita per non fare soffrire il suo consanguineo; l’amore non corrisposto che sfocia in una bella amicizia; l’amore che porta a drammatiche conseguenze. 

Si aggiunge che questa storia aiuterà la nostra protagonista a maturare, sotto tanti punti di vista;

2) Perché in questo romanzo si dà particolare rilievo anche ad altri sentimenti e valori, quali l’amicizia, vista come valore intangibile da non tradire per nessuna ragione, e quello della famiglia (una tragica vicissitudine ha colpito la protagonista e lei, anche a distanza di tempo, ne continua a portare i segni). Le tre protagoniste sono legate da un profondo affiatamento e anche se in alcuni momenti sono costrette a non essere completamente sincere hanno più che validi motivi per farlo. Il loro rapporto di fratellanza le porta anche ad essere, a volte, crudeli e a sopportare il dolore per non tradire l’amicizia.

3) Perché si affronta un argomento importante, oltre che di grande attualità, quale quello della “Transizione da donna a uomo”: questo evento riguarderà proprio un personaggio femminile, non secondario, del romanzo e qui, ancora una volta, l’amicizia sarà il valore preponderante;

4) Perché oltre alla storia principale, il romanzo, ad un certo punto diventa più dinamico, attivo: un evento drammatico che riguarda il nostro protagonista maschilee che, a mio avviso, rende la trama più interessante;

5) Infine, per l’ambientazione del romanzo in una città spagnola, Barcellona, ufficialmente Barcelona,  che rende il libro più appetibile e aiuta a sognare sui meravigliosi luoghi di questa città.

L’appunto che però devo fare a questo romanzo, riguarda alcuni periodi un po’ troppo lunghi: si rischia di far cadere nella monotonia l’interno periodo (ad es. descrivere nel dettaglio ciò che la protagonista, o le sue amiche, indossano o decidono di indossare, oppure ciò che mangiano o decidano di mangiare o, ancora, il resoconto dettagliato di tutti i movimenti), accorciare la descrizione di certe parti lo renderebbe più fluido e aiuterebbe il lettore a mantenere alta l’attenzione.

Il linguaggio è molto semplice, l’utilizzo di espressioni più particolareggiate o parole articolate, a mio giudizio, non guasterebbe anzi, conferirebbe quel tocco in più al romanzo.

Qualche refuso presente.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: