TROPICO DI GALLINA Book Cover TROPICO DI GALLINA
Mattia Nocchi
Narrativa
ExCogita Editore
9 maggio 2019
Cartaceo
168

TROPICO DI GALLINA” è l’opera di narrativa selezionata nel 2019 da MasterBook

Presentazione al Salone del Libro di Torino Giovedì 9 Maggio

 

Finché il silenzio religioso che durava da più di un’ora attorno a quel duello rusticano in salsa di noci e funghi non venne squarciato da un urlo improvviso, siderale e incredibile: «È tornato Stalin! È tornato Stalin! È tornata l’Unione Sovietica!» Il grido veniva da lontano, ma aveva tutta l’intenzione di avvicinarsi. «Ve l’avevo detto io, ve l’avevo detto, caproni che non siete altro,che saremmo tornati!»

I paesini di campagna sono come le famiglie felici: si assomigliano tutti. Gallina non fa eccezione. Le persone si muovono lente nelle settimane sempre uguali, un’umanità raccontata con note di sarcasmo ma anche di quieto e desolato lirismo; i vecchi ingannano il tempo tra una briscola e una bestemmia, i ragazzi sognano di scappare dalla monotonia. Fino a quando un giorno, per le strade che si srotolano tra le biancane, ritorna l’Armata Rossa: nessuno se lo aspetta, eppure qualcuno non ha mai smesso di crederci.A tratti amaro, a tratti ironico, l’autore dà vita a una commedia degli equivoci il cui unico punto fermo è un cartello giallo ben piantato nel cuore del paese, a indicare il passaggio del 43esimo parallelo dell’emisfero boreale.

 

Mattia Nocchi classe 1979, toscano, giornalista e (ormai ex) batterista. Ha diretto la prima radio universitaria italiana, a Siena, e successivamente ha lavorato a Milano per Radio 24 – Il Sole 24 ORE. Appassionato di letteratura nordamericana,di rivoluzioni tradite e osterie, fa il pendolare tra la campagna senese, dove è tornato a vivere, e Firenze.Il treno è il suo studio: al tramonto legge, all’alba scrive.Tropico di Gallina è il suo secondo romanzo.

Scritto da:

Maria Rita

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.