Anteprima,  Libri,  Narrativa

Anteprima!!! In uscita il 5 marzo “L’isola dei fiori rossi” di Alan Brennert, Newton Compton

L'isola dei fiori rossi Book Cover L'isola dei fiori rossi
Alan Brennert
Narrativa
Newton Compton
5 marzo 2020
Cartaceo+Kindle
480

“Sull’isola dell’inferno puoi trovare il paradiso”

1890. La piccola Rachel Kalama vive a Honolulu e fa parte di una grande famiglia hawaiana. Desidera vedere le terre lontane che suo padre, un marinaio mercantile, spesso visita. Ma all’età di sette anni i sogni di Rachel si infrangono: la comparsa di alcune macchie rosate sulla sua pelle indica che ha contratto la lebbra. Portata via da casa e dalla sua famiglia, viene mandata in quarantena sull’isola di Moloka‘i, dove si trova il lebbrosario e dove la sua vita sarebbe destinata a finire. E invece, sebbene costellata di ostacoli e prove difficili da superare, la comunità che si è creata è ricca di personaggi straordinari: c’è tanta vita anche tra i più disperati ed è un miracolo scoprire che la speranza e l’amore fioriscono nei luoghi più desolati. Un romanzo meraviglioso ispirato alla vera storia dell’isola di Moloka‘i, alle Hawaii, dove per cento anni è stato deportato chiunque avesse manifestato i primi segni della lebbra. Ricco di personaggi pronti a saltare fuori dalla pagina, L’isola dei fiori rossi è la meravigliosa e straziante avventura di tutti coloro che hanno deciso di abbracciare la vita pur essendo stati condannati. Un racconto che, con il calore, l’umorismo e la compassione che porta con sé, ha già incantato e commosso oltre mezzo milione di lettori.

Alan Brennert è autore di romanzi storici di successo (uno dei quali è stato scelto dal «Washington Post» come uno dei migliori libri 2009). L’isola dei fiori rossi ha vinto il Bookies Award nel 2006 e ha venduto più di 600.000 copie. Brennert ha vinto un Emmy Award per la sceneggiatura della serie televisiva L.A. Law e con il racconto Ma Qui ha ricevuto il Premio Nebula.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: