Anteprima,  Libri,  Saggio

Anteprima!!! In uscita il 27 febbraio “Verdi a Parigi” di Paolo Isotta, Marsilio

Verdi a Parigi Book Cover Verdi a Parigi
Paolo Isotta
Saggio
Marsilio
27 febbraio 2020
Cartaceo+Kindle
320

“Verdi, Parigi e l’immenso patrimonio musicale del maestro”

L’Opéra di Parigi, che Verdi chiama con disprezzo la «grande Boutique», era considerato il punto d’approdo d’ogni importante compositore europeo. Il successo planetario del Nabucco rendeva fatale che anche il Maestro di Busseto componesse per l’Académie. Il «genere» di teatro musicale che vi si rappresentava si chiama il Grand-Opéra. Verdi incomincia a comporre quando quest’ultimo è già divenuto modello formale e stilistico dell’Opera italiana: il suo rapporto col «genere» resta stretto fino a La forza del destino e all’Aida. Tutta la sua opera è un dialogo col Grand-Opéra, posseduto e trasceso. Il suo legame con la lingua di Francia è saldo come quello con l’italiano; alla Francia, Verdi ha dato più che non abbia ricevuto: il suo sforzo creativo non venne riconosciuto e, in parte, non lo è ancora per intero. Questo libro è un tentativo di approfondire il tema: rilegge le opere in francese del Maestro, ricostruisce il complesso legame con l’arte e la cultura francesi, da Meyerbeer e Berlioz a Balzac e Flaubert. È, al tempo stesso, un’opportunità di dipingere un’immagine di Verdi in parte nuova: dovere che incombe su ogni generazione di studiosi.

Paolo Isotta (Napoli, 1950) ha insegnato dal 1971 al 1994 Storia della Musica al Conservatorio di Torino, poi a quello di Napoli. Adesso è Professore Emerito. Dal 1974 ha esercitato la critica musicale: per cinque anni a Il Giornale e trentacinque anni al Corriere della Sera. Le sue opere principali sono: I diamanti della corona. Grammatica del Rossini napoletano (1974), Dixit Dominus Domino meo: struttura e semantica in Händel e Vivaldi (1980), Il ventriloquo di Dio. Thomas Mann: la musica nell’opera letteraria (1983), Victor De Sabata: un compositore (1992), La virtù dell’elefante: la musica, i libri, gli amici e San Gennaro (Marsilio, 2014), Altri canti di Marte (Marsilio, 2015), Les Vêpres siciliennes: Verdi e il trionfo dell’amor paterno (Zagabria, 2015), Otello: Shakespeare, Napoli, Rossini (Napoli, 2016), Paisiello e il mito di Fedra (Napoli, 2016), Jérusalem: Verdi et la persécution de l’honneur (Liegi, 2017), Il canto degli animali. I nostri fratelli e i loro sentimenti in musica e poesia (Marsilio, 2017) e La dotta lira. Ovidio e la musica (Marsilio 2018, finalista Premio Napoli 2019). Nel 2017 gli è stato attribuito il Premio Isaiah Berlin alla carriera. È iscritto al Partito radicale, all’associazione “Luca Coscioni”, alla Lipu e al WWF.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: