Anteprima,  Libri,  Racconti

Anteprima: In uscita il 18 dicembre “Cosa resta di loro” di Sara Masvar, Independently Published

Cosa resta di loro Book Cover Cosa resta di loro
Sara Masvar
Racconti
Independently Published
18 dicembre 2020
Cartaceo+Kindle
70

 

Il Natale al tempo della pandemia.

Cinque raccontini ognuno ispirato a uno dei romanzi, editi e non, dell’autrice. Ritroverete i vostri personaggi preferiti, ne conoscerete alcuni nuovi e troverete alcune storyline edita ma… inedite. Il filo conduttore? Il Natale al tempo della pandemia.

NB: Contengono piccolissimi spoiler.

1 Come chi aspetta che tutto torni come prima – racconto ispirato alla serie #comechi
2 Il destino che avrei scelto – racconto ispirato al romanzo Il destino che non ho scelto
3 Se tu mi ami io ti aspetto – racconto ispirato al romanzo breve Se tu lo vuoi io lo faccio
4 Sex on fire – Meglio evitare. – racconto ispirato al romanzo Wait for me – Aspettami.
5 Bonus track – racconto ispirato a… un inedito di prossima pubblicazione

ESTRATTI

SOFIA
“Sospiro e non so che dirgli. Vorrei poterlo rassicurare, che andrà tutto bene, che ce la faremo, che ne usciremo. Le solite stronzate che tutti ripetono da mesi. La verità è che non lo so, nessuno di noi lo sa. Ci speriamo, ci crediamo, è l’unica cosa che possiamo fare. Ma quando e come ne usciremo è tutta un’incognita.”

JONATHAN
“Quei due sarebbero stati capaci di litigare per tutto il resto della vita, se solo non ci fosse stato qualcosa a distrarli. E quel qualcosa, di solito, era sempre stata lei. La nostra ragazza, la nostra stella cometa, la nostra sorellina.”

IGOR
“Perché potrei avere chiunque e potrebbe anche andarmi bene, perché potrei accontentarmi di sopravvivere e camminare in una vita mettendo pezze al mio cuore. Perché potrei illudermi che non ci sia niente di meglio qui, per me, se non la resa davanti all’impossibilità di un grande amore. Ma ti ho avuta, Maya, e tutto questo non potrà mai più essere reale.”

MADDA
“È nudo, ovviamente. Ha una mano aperta poggiata sul petto, liscio e lucido come quello di Sylvester Stallone ai tempi d’oro, mentre l’altra affonda sugli addominali scolpiti, giù verso l’inguine che, con ineccepibile maestria, ha tagliato dall’inquadratura. Solo a guardarlo mi sto già eccitando. Maledetto lui.”

IL BOSS
“Spegne lo schermo e lascia cadere il cellulare a terra. Si porta le mani fra i capelli, comincia a battere la mano sul ginocchio con fare compulsivo. Scuote la testa. Nessuno la sente da giorni. Non è possibile. Non ci può credere. Raccoglie il cellulare, scorre la rubrica e chiama la prima persona che, forse, potrebbe saperne qualcosa.”

L’AUTRICE

Sara Masvar, classe 1987, metà ligure metà veneta. Rocker, cinefila, nerd, mamma. Autrice self per scelta. Ogni singola passione si riflette sul modo di scrivere e vivere. Il motto “Scrivo strana, vivo drama” rappresenta al meglio lei, il suo stile di scrittura, spesso anche i personaggi che racconta

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: