Anteprima,  Libri,  Narrativa contemporanea

Anteprima: In uscita il 17 marzo “Un romanzo messicano” di Jorge Volpi, Bompiani

Un romanzo messicano Book Cover Un romanzo messicano
Jorge Volpi
Narrativa Contemporanea
Bompiani
17 marzo 2021
Cartaceo+Kindle
480

 

Un resoconto lucido dei rischi che si corrono alla ricerca della verità

Silvia Melis, Giuseppe Soffiantini, Farouk Kassam. Quando si parla di rapimenti questi sono alcuni dei nomi che vengono in mente: donne, uomini e bambini vittime di persone senza scrupoli che li hanno strappati dalle loro vite, chi per pochi giorni, chi per anni. In Messico è successo e succede ancora lo stesso: insieme al traffico di droga, i rapimenti sono una risorsa economica importante per la criminalità, e un vero e proprio fronte di guerra interno per polizia e autorità governative, disposte a tutto pur di riuscire a dimostrare il loro potere. I fatti raccontati da Jorge Volpi rientrano in questo quadro. È l’8 dicembre 2005: la polizia federale fa un’incursione nella tenuta Las Chinitas e arresta Israel Villarta e Florence Cassez. Grande dispiego di mezzi e telecamere delle reti nazionali più importanti per documentare la cattura di due criminali a capo di una banda che si è macchiata di gravi crimini. Quando entrano in scena gli avvocati difensori dei due però ecco emergere procedure irregolari e torture al fine di ottenere la confessione: il tutto celato all’opinione pubblica. Perché il caso Villarta – Cassez è stato uno dei più grandi casi di insabbiamento perpetrati dalla polizia messicana, uno scandalo dagli echi internazionali. “Rompendo tutte le convenzioni del genere, l’autore mette faccia a faccia il lettore e la realtà, senza intermediari. In questa storia il narratore è solo l’occhio che osserva i fatti e li mette in ordine. Il suo sguardo è la domanda a cui non ci sono risposte: resta solo la perplessità del reale.” Queste sono le motivazioni della giuria del Premio Alfaguara, assegnato a Un romanzo messicano nel 2018, ma sono anche le sensazioni che restano al lettore: dubbi, molti, su che cosa è vero e che cosa no, su chi è degno di fiducia e chi no quando anche chi è dalla parte della legge scende a compromessi.

L’AUTORE

Jorge Volpi è nato a Città del Messico nel 1968. Nel 1996 ha fondato il movimento letterario “Crack Manifesto” insieme ad altri autori messicani sotto i trent’anni. Ha vinto il Premio Mazatlán de literatura 2008 per il migliore libro dell’anno e il Premio de Ensayo Debate- Casamérica nel 2009. Dei suoi libri, tradotti in venticinque lingue, in Italia sono stati pubblicati In cerca di Klingsor e Non sarà la terra. Con Un romanzo messicano ha vinto il Premio Alfaguara de novela 2018.

Sono principalmente moglie e mamma di due splendide ragazze ed ho la passione per la musica ma soprattutto per la lettura. Leggo di tutto romanzi, saggi, storici, ma non leggo libri nè di fantascienza né di horror.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: